Bilancio super.

Campionati italiani di sci degli ingegneri e degli architetti a Livigno

È tempo di bilanci per i campionati italiani di sci per ingegneri e architetti, andati in scena a Livigno lo scorso fine settimana (dal 4 al 7 aprile). Il successo della manifestazione è andato al di là di ogni previsione. Seicento le persone coinvolte, duecento quelle che sono scese in pista per prendere parte alle varie competizioni. Non solo, ma agli organizzatori e agli ospiti del Piccolo Tibet sono arrivati i complimenti dei partecipanti per come sono state gestite le gare e per l’impeccabile accoglienza. Marco Scaramellini e Andrea Forni, rispettivamente presidente dell’Ordine degli Ingegneri e di quello degli Architetti della Provincia di Sondrio, indirizzano il proprio ringraziamento non soltanto ai rappresentanti di tutti gli Ordini, ma anche ai tanti sostenitori dell’iniziativa.

Commenti

“È stato un grande successo sotto il profilo dei numeri e sotto quello dell’organizzazione. Per questo vogliamo davvero ringraziare tutti i colleghi e i sostenitori che hanno contribuito a realizzare questo evento sulle piste della Valtellina” il commento dei due presidenti. Vale la pena di sottolineare la presenza nelle posizioni più alte delle classifiche di professionisti-atleti provenienti dalle più disparate province italiane. A ulteriore dimostrazione del carattere decisamente extraregionale della manifestazione. L’intento era quello di abbinare ai momenti agonistici anche momenti di incontro e di confronto, nel pieno rispetto dello spirito di due Ordini.

Leggi anche:  42° Motoraduno Stelvio International Metzeler

Convegno

Molto apprezzato, per esempio, il convegno dal titolo “Sistemi infrastrutturali e nuovi modi di fruire la montagna e le sue architetture”. Si è tenuto in plaza Placheda durante uno dei periodi di pausa tra le gare. Dopo i presidenti Marco Scaramellini e Andrea Forni, hanno preso la parola anche l’architetto Rossella Mombelli e l’ingegner Piergiacomo Giuppani. Poi la guida del Parco Orobie Valtellinesi Nicola Dispoto e Simone Tomelleri, responsabile commerciale della Doppelmayr Italia.