In occasione del 166esimo anniversario della fondazione della Polizia, la questura di Sondrio ha reso noti i dati per la  Provincia di Sondrio.

Aumento dell’1,8% in Provincia di Sondrio

L’analisi dei dati disponibili evidenzia nell’anno in corso (delitti nr. 4278) un andamento dell’indice di delittuosità per il territorio provinciale sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente (delitti nr. 4203), con un lieve aumento pari all’1,8 %.

Scomparsa di Svetlana Balica

In ordine ai delitti contro la persona di particolare gravità, occorre evidenziare la vicenda riguardante la cittadina moldava Svetlana Balica, di 44 anni, che risulta scomparsa il 2 novembre scorso, da Cosio Valtellino (SO). Le esatte circostanze dei fatti sono in corso di accertamento.

Aumentano le violenze sessuali e furti

Nella categoria dei reati contro la persona emerge un aumento di circa il 50% del numero dei reati di percosse e delle violenze sessuali. In lieve aumento (+ 12%) il dato complessivo riguardante i furti (1270 nel 2016, a
fronte dei 1426 denunciati nel 2017). L’aumento attiene esclusivamente ai furti in abitazione, mentre sono in calo quelli in danno di esercizi commerciali e quelli su auto in sosta; sostanzialmente invariati i dati delle altre tipologie criminose.

Ricettazione, rapine ed estorsioni

Sempre in ordine ai reati contro il patrimonio, sono in netto calo i reati di ricettazione (- 25%), le rapine (- 47%) e le estorsioni (- 34%). Riguardo agli episodi qualificati come estorsivi, occorre sottolineare che non si tratta di episodi riferibili a racket o contesti di criminalità organizzata; nella maggior parte dei casi, riguardano richieste illecite rivolte a seguito di contatti a sfondo sessuale avvenuti in rete, o episodi isolati di scarsa valenza criminale.

Truffe on line

I dati registrano un lieve incremento delle truffe on line, dovuta alla enorme diffusione di questa nuova modalità di effettuare gli acquisti, risultando la provincia di Sondrio tra le prime in Italia. Nel 2017 i delitti di questa categoria sono stati 509; 162 le persone denunciate in stato di libertà, 2 quelle tratte in arresto, pari a circa il 33 % dei delitti denunciati (stesso rapporto si rileva nel 2015 e nel 2016). Nel 2017 si è registrato un aumento del 9 % rispetto al 2016.

Stupefacenti

Non emergono variazioni significative in ordine ai delitti concernenti gli stupefacenti. Riguardo all’attività di contrasto al traffico ed allo spaccio di stupefacenti, si segnala, in particolare, l’ operazione di p.g., effettuata il 18 luglio scorso, che ha portato all’arresto di due soggetti pregiudicati residenti in provincia di Lecco ed al sequestro, tra i più ingenti mai eseguiti in questa provincia, di 5.628 gr. di cocaina, suddivisa in 5 panetti. Sono tuttora, in corso indagini tese a ricostruire l’intera trama dei contatti tra i soggetti coinvolti nel trafficoillecito.

Sondrio

Anche più positivi i dati relativi ai delitti commessi e denunciati nel comune di Sondrio dove l’indice complessivo di delittuosità è in lieve diminuzione. Particolarmente favorevole il quadro inerente i furti le cui voci sono tutte in diminuzione, con un confortante calo del 29% per quanto riguarda i furti in abitazione, e del 68 % dei furti in danno di esercizi commerciali.

Dove avvengono i crimini

La gran parte dei reati commessi in tutta la provincia, interessa il territorio di nove comuni, tra i quali, oltre a quelli che superano i 5000 abitanti (Sondrio, Morbegno, Tirano, Chiavenna, Livigno e Cosio Valtellino), figurano Bormio, Teglio e Delebio. La popolazione complessiva di questi nove comuni, pari a 69.314 abitanti, rappresenta il 38,14% del totale
(181.712).

Il 64% in Bassa Valle

Il 64% circa dei delitti si è verificato nelle aree della bassa e media valle, più esposte alle azioni criminali di soggetti provenienti dal milanese. L’esame dei dati evidenzia che in provincia i giornidella settimana in cui vengono commessi più furti sono il sabato, il mercoledì ed il venerdì, nella fascia oraria serale (19/24) e diurna (7/13). La differenza tra i diversi giorni della settimana è meno marcata nel capoluogo, mentre resta confermata l’incidenza dei reati predatori nella fascia oraria serale.

Arresti e denunce

In riferimento agli esiti dell’attività svolta da tutti gli uffici della Polizia di Stato in provincia, si osserva che nel 2017 sono stati accertati e denunciati all’A.G. nr. 547 delitti, e sono stati individuati 186 autori (160 denunciati in stato di libertà e 26 in stato di arresto). L’anno scorso erano stati accertati e denunciati all’A.G. nr. 627 delitti, ed erano stati individuati 231 autori (208 denunciati in stato di libertà e 23 in stato di arresto).