I metereologi avvertono che nelle prossime settimane si prevede una nuova ondata di gelo.

Strat Warming

Una nuova ondata di gelo straordinaria si presenterà dopo Burian rimandando ancora la primavera. A dirlo le analisi delle previsioni basate sul verificarsi di un altro Strat Warming cioè l’improvviso riscaldamento di una parte del vortice polare stratosferico che, secondo molteplici studi, ha forti correlazioni con le ondate di gelo che poi si verificano ad altezze inferiori dell’atmosfera. Settimane fa un primo Strat Warming ha portato Burian e un altro si sta verificando proprio in questi momenti.

In arrivo una nuova ondata di gelo

Forse è ancora presto per prendere le previsioni per certe ma i modelli matematici sulla quale si basano i centri meterologici prevedono un ritorno del gelo intorno al 20-25 marzo. Quindi l’inizio della primavera verrebbe segnata da un ulteriore abbassamento delle temperature, di portata inferiore rispetto a quello di Burian ma certamente da tenere d’occhio.

I tormentoni

E’ quasi il caso di dire “Burian 2 la vendetta” riprendendo il titolo del secondo capitolo di Rambo. Ormai ci stiamo abituando a questo “tormentoni” (come il gelicidio), l’ultimo dei quali è stato il mitico “Big snow” che poi si è rivelato poi non così “big”: certo, la nevicata c’è stata, qualche scuola chiusa precauzionalmente anche, l’agricoltura certo non ne ha beneficiato, ma dovesse verificarsi di nuovo una nevicata come nel 1985 sarebbe a questo punto un problema andare a inventarsi nuovi aggettivi…