Venerdì sera 12 ottobre a Bormio nella sala della banca popolare si è svolta la prima serata di presentazione di bozza del Piano del Parco Nazionale dello Stelvio per conto di Ugo Parolo sottosegretario di Regione Lombardia e del direttore del Parco Alessandro Meinardi ( in video) in cui sono state ascoltate le istanze dei cittadini.

Progettiamo insieme il futuro del territorio

“Progettiamo insieme il futuro del territorio” il titolo della serata pubblica, un titolo che offre già il senso dell’incontro. Tutto, infatti, è ancora in divenire, le linee guida sono tracciate ma c’è spazio per la condivisione con la cittadinanza affinché il Piano, che il direttore Meinardi dovrà presentare entro metà febbraio alla Giunta regionale, contenga tutto ciò che il territorio ritiene opportuno. Dopo lo step del passaggio in Giunta, entro fine giugno verranno messe in atto le procedure propedeutiche all’approvazione e si passerà anche alla consultazione territoriale. Entro fine del 2018, quindi, è prevista l’approvazione ministeriale del Piano del parco nazionale dello Stelvio.

Leggi anche:  Riprendono le lezioni per i viticoltori

Rafforzare il rapporto tra uomo e parco

“L’obiettivo principale – ha spiegato Alessandro Meinardi – è quello dirafforzare il rapporto tra uomo e parco, in un’ottica di opportunità e non più di vincolo. Importante la sinergia e la connessione tra aree antropizzate e protette, la tutela e la valorizzazione dei beni ambientali, naturali e della biodiversità anche in ottica di crescita economica”.

Commento di Luca Della Bitta

“Sarà un piano più duttille, che consentirà più possibilità di sviluppo a chi ci vive. La ‘ vision’ è sinergia fra uomo e natura, in un rapporto continuo, con l obiettivo finale della convivenza. “Sarà un piano che mostrerà un parco diverso, non più una palla al piede , ma una realtà in cui i limiti verranno trasformati in opportunità” dice il presidente della Provincia Luca Della Bitta