Oltre un centinaio di persone hanno salutato Matteo Renzi alla partenza da Sondrio. Il Renzi Treno Tour è partito dal Capoluogo Valtellinese dopo che il segretario PD ha svolto un breve incontro pubblico presso il centro le volte con alcuni rappresentanti del territorio.

Renzi treno tour: incontro con l’agricoltura

QUI: Renzi Treno Tour, scoppia la bufera del Freccia Bianca

QUI: Renzi Treno Tour, anche qualche contestazione

Renzi Treno Tour a Sondrio

Al Centro Le Volte Matteo Renzi è stato accolto da una piccola folla di sostenitori. L’ex premier prima del suo intervento ha ascoltato le istanze di Mamete Prevostini, presidente del Consorzio vini, Emilio Mottolini, produttore di bresaola e membro dei vertici di Confindustria Lecco Sondrio, Stefano Rumo, titolare di un’azienda lattiero-caseraia e Giacomo Tognini, produttore di mele.

Messaggio alla Valtellina

“Dovete stare uniti, perché stare uniti è sfidare il futuro. Avremo intelligenza artificiale, real time 4.0, robotica. Oggi tutto questo ci sembra strano come 10 anni fa ci sembrava strano parlare di smartphone. Ma queste innovazioni non vi fregano identità, la qualità delle vostre vigne e dei prodotti. Qui sta il senso della bellezza della terra. Essere identitari e aperti al mondo. Se non lo fate, vi portano via”. E’ stato il messaggio di Renzi alla Valtellina.

Leggi anche:  Auto su mercatini, convalidato l'arresto in carcere per il giovane