Un bilancio più che positivo da archiviare e nuove prospettive che si aprono sul fronte del turismo sportivo per la Valchiavenna che, nel 2017, come e più che negli anni precedenti ha puntato su un segmento che garantisce presenze e nuovi canali di comunicazione.

Tornei e raduni

Grazie ai tornei e ai raduni che hanno coinvolto squadre della massima serie di volley e di basket si sono registrati ben 7191 pernottamenti nelle strutture ricettive di Chiavenna, Piuro e Campodolcino, mentre nei palazzetti dello sport della Lombardia è stata lanciata una mirata azione di comunicazione per coinvolgere tifosi e appassionati.

Strada avviata è quella giusta

“I riscontri degli ultimi anni e, particolarmente, del 2017 sono la conferma che la strada avviata è quella giusta – sottolinea il presidente della Comunità Montana della Valchiavenna Flavio Oregioni -. Con il Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna e il referente Luca Tognotti abbiamo avviato un progetto importante che proseguirà anche quest’anno: torneranno le squadre di volley e di basket per i ritiri estivi e verranno organizzati i tornei. I dati sulle presenze sono più che positivi, peraltro sottostimati poiché non considerano l’afflusso di tifosi e appassionati, oltre agli effetti legati alla notorietà della Valchiavenna presso un pubblico sempre più ampio».

Da gennaio a ottobre

I ritiri, i workshop e i tornei si sono susseguiti per quasi tutto il 2017, da gennaio a ottobre, con la maggiore concentrazione nel periodo estivo e hanno coinvolto squadre titolate e molto seguite, del basket e del volley. I tornei, in particolare, test importanti dal punto di vista sportivo, hanno richiamato l’attenzione dei tifosi e della stampa sportiva nazionale. Sul fronte della promozione della Valchiavenna e della sua offerta turistica, grazie alla partnership con diverse squadre sono state lanciate efficaci azioni di comunicazione: la presenza dello stand durante alcune partite, i led a bordo campo con messaggi a scorrimento, la distribuzione di volantini e brochure con informazioni sul territorio e proposte turistiche, la degustazione di prodotti locali in collaborazione con i ristoratori.

Leggi anche:  La carica dei mille per difendere l'ospedale di Chiavenna VIDEO

Soddisfazione

Il coordinamento di tutte le attività è stato affidato al Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna. «Non possiamo che essere soddisfatti per l’esito di queste azioni – spiega il direttore Filippo Pighetti -, che sono state programmate allo scopo di veicolare la Valchiavenna in generale e specifiche proposte turistiche per l’inverno, prima fra tutte lo sci infrasettimanale a prezzo speciale. I tifosi delle squadre hanno gradito le nostre iniziative, in particolare le degustazioni, e questo ci ha consentito di veicolare in maniera efficace la nostra offerta turistica».