Sabato 2 dicembre, in occasione della prima uscita dell’opuscolo realizzato dalla Prefettura nell’ambito della campagna educativa E’ partita la campagna Stop. La sicurezza è vita.

Consegna agli studenti

L’opuscolo Stop. La sicurezza è vita questa mattina presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Statale De Simoni di Sondrio è stato consegnato dal Prefetto Giuseppe Mario Scalia ad alcune classi. Un gesto simbolico per ribadire l’importanza dell’iniziativa che tende a sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale.

Stop. La sicurezza è vita

“L’iniziativa nasce dalla profonda convinzione che i primi destinatari della campagna debbano essere i giovani, poiché soltanto una adeguata informazione sui rischi connessi ad una guida pericolosa potrà renderli guidatori consapevoli ed attenti al rispetto delle norme sulla circolazione stradale” ha spiegato il Prefetto insieme al dirigente scolastco territoriale Dott.ssa Mavina Pietraforte.

L’incontro si è svolto al De Simoni di Sondrio alla presenza di numerosi studenti. Ad introdurre l’incontro Mavina Pietraforte che ha sottolineato “ la vita vostra e anche quella degli altri è nelle vostre mani. Anche una semplice telefonata col cellulare alla guida dell’auto puó essere molto pericolosa”. Poi il prefetto giuseppe mario scalia ha invitato i ragazzi “quando siete alla guida ripetete sempre questo: io sono corretto e amo la vita”. Quindi è intervenuto Andrea Rossi, vicario della questura che ha inviato tutti a nn essere schiavi degli smartphone come delle droghe. Infine serenella Pansoni della prefettura ha illustrato nel dettaglio l’opuscolo.

Leggi anche:  Viabilità, Valtellina ancora spezzata in due VIDEO

In edicola con Centro Valle

I lettori di Centro Valle troveranno l’opuscolo allegato al giornale in edicola oggi. Inoltre, le forze di Polizia saranno in piazzale Bertacchi con appositi stand.