Terminati i lavori.

Tirano, nuova bottega del Commercio equo e solidale

Sabato 27 gennaio, Sconfinando ha inaugurato la bottega del Commercio equo e solidale in Largo Pretorio a Tirano, rinnovata negli ambienti. All’appuntamento si sono presentati numerosi visitatori, amici e sostenitori del Commercio equo che hanno voluto festeggiare la riapertura del negozio. I lavori sono stati realizzati interamente dai volontari stessi che si sono prodigati per settimane alla preparazione e all’esecuzione delle diverse attività. Il negozio ora è organizzato in isole, dando così maggior spazio e luce agli alimentari, valorizzando i cesti del Bangladesh, e dare all’oggettistica e ai manufatti una migliore visibilità.

Chiapparini

Marco Chiapparini, presidente dell’Associazione, ha precisato durante l’inaugurazione: “dopo 11 anni in questo negozio, era giunto il momento di dare un nuovo aspetto. Questi anni sono stati intensi e ci hanno visti sempre in prima fila per la diffusione di un sistema di economia più equa. Negli anni sono passati molti volontari, che ringrazio per il tempo che hanno dedicato, ma soprattutto ringrazio chi ci ha sostenuti in tutti questi anni, chi ci aiutati nei lavori e chi ha atteso questo giorno con impazienza. Il risultato ci sembra buono e spero che lo apprezzeranno tutti coloro che verranno a trovarci”.

Leggi anche:  Villa, Aurora Togni vince la borsa degli Alpini

Negozio

Il negozio segue i consueti orari. Ma l’associazione non si ferma. Nel futuro intende ideare nuove promozioni per i soci e organizzare momenti di confronto su tematiche non sempre comode. Una realtà importante e attiva per Tirano e i tiranesi, che ormai da tempo propone anche prodotti che arrivano da realtà solidali presenti sul nostro territorio come il vino fatto dagli ospiti del Gabbiano o la pasta realizzata nel carcere del capoluogo.