E’ caccia aperta nei confronti dello snowboarder pirata che ieri ha provocato una valanga a Bormio. Un distacco di neve pochi minuti prima delle 12 è andato a invadere la pista Bimbi al Sole e dove, solo per un caso fortunato, in quel momento non c’era nessuno.

Il pirata si è dato alla fuga

La valanga, che ha interessato un fronte di circa 70 metri e con una altezza in alcuni punti di 1,70 m, è stata causata dal passaggio della tavola da snow in una zona vietata. uella zona era stata interdetta proprio per il pericolo valanghe. Una decisione presa in considerazione della situazione meteo dallo staff della Sib capitanato da Pasquale Canclini.

Il pirata delle nevi ha fatto perdere le proprie tracce subito dopo aver provocato il distacco.

Seguiranno aggiornamenti