Dopo molti rumors e indiscrezioni sul futuro di Villa Erba, a delineare quale sarà la linea da seguire sono il sindaco cernobbiese Paolo FurgoniFulvio Alvisi, membro del Consiglio di amministrazione della società che gestisce il compendio.

Villa Erba come polo di eventi culturali

Il futuro della nota dimora cernobbiese sarà improntato sugli eventi culturali, senza abbandonare la propria vocazione a sede di congressi e assemblee. L’obiettivo però per entrambi gli enti è che la dimora e il suo compendio diventino più attrattivi e a disposizione del grande pubblico. “La finalità è quella di arrivare a creare un calendario di eventi dove gli appuntamenti culturali possano integrarsi con le fiere ed i congressi che hanno contraddistinto l’attività del compendio fin dalla sua costruzione” hanno esordito i relatori. Ed alcuni di questi appuntamenti sono ormai prossimi. È il caso ad esempio del Como Lake Film Festival che proprio nella dimora cernobbiese si presenterà al pubblico con un format rinnovato a partire dal prossimo 27 luglio.

Fulvio Alvisi e Paolo Furgoni

Rivalutare la figura di Luchino Visconti, l’ex galoppatoio e le serre

“La strategia prevede di arrivare ad una valorizzazione complessiva di tutto il compendio di Villa Erba e delle sue figure significative come Luchino Visconti – ha sottolineato Furgoni –. Infatti il museo a lui dedicato entrerà a far parte di un circuito di promozione culturale più vasto. Non dobbiamo poi dimenticare l’area dell’ex galoppatoio presso la quale, qualche giorno fa, è stato inaugurato il punto ristoro
che consentirà un’apertura al pubblico continuativa di questo spazio verde, sogno per tanto tempo agognato dai cernobbiesi”. La dimora infatti, fino alla sua acquisizione pubblica, fu della famiglia del noto regista che vi trascorse tante estati sul lago e dove vi giro diverse pellicole.

Leggi anche:  Oggi Patrick diventa sacerdote

D’altra parte la valorizzazione proseguirà poi con il recupero di un bene un po’ dimenticato, le serre. Proprio nella giornata di ieri l’Amministrazione comunale ha approvato la delibera di indirizzo che impegna il Comune di Cernobbio, come capofila, insieme agli altri soci pubblici ed a Villa Erba Spa, a promuovere l’elaborazione di un progetto che consenta di ottenere i finanziamenti per il recupero e la ristrutturazione delle serre. Scopo sarà renderle uno spazio nuovamente utilizzabile per tutta una serie di eventi. Lo studio verrà presentato a Fondazione Cariplo. “Si tratta della partecipazione ad un bando che apre nuovi scenari, ovviamente a 360°, sull’utilizzo di Villa Erba” ha ribadito Furgoni.

Un nuovo festival nel compendio

Infine è in fase di conclusione la definizione del progetto del Festival dell’Acqua. Si tratta di un evento che vuole porre l’accento su terra ed acqua attraverso tutta una serie di eventi culturali e spettacoli che avranno anche la finalità di promuovere lo sviluppo economico per il territorio. Un festival che, per il 2019, si proporrà con la sua versione “zero” e che conterà sull’impegno finanziario del Comune.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU