Svolta nel caso del furto Fuentes. I carabinieri hanno arrestato i quattro ladri che hanno colpito a inizio ottobre.

Furto Fuentes: refurtiva da 85 mila euro

Il colpo era stato messo a segno un paio di mesi fa. Era un sabato quando la banda di ladri, specializzata in colpi di questo tipo, era riuscita a inserire un marchingegno nel sistema di posta pneumatica che viene utilizzato per inviare il denaro dalle casse direttamente nel caveau. Un piano ingegnoso che aveva fruttato ai malviventi una refurtiva di circa 85 mila euro in contanti.

Indagini serrate

Sul caso erano subito state avviate indagini serrate da parte dei Carabinieri del Reparto Operativo di Sondrio, che hanno operato con i loro colleghi della Compagnia di Chiavenna. Sabato mattina sono state eseguite quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per i responsabili. Si tratta di pluripregiudicati per reati contro il patrimonio. Due sono bolognesi, uno vive sull’Appennino emiliano e il quarto è di Bari.

Leggi anche:  Auto su mercatini natalizi a Sondrio "poteva essere una strage"

Indagine particolarmente complessa

Sotto il comando del maggiore Rocco Taurasi, gli investigatori dell’Arma sono riusciti a ricostruire quanto accaduto il 7 ottobre nel centro commerciale di Piantedo. Hanno raccolto elementi, visionato le telecamere di sorveglianza  e individuato i possibili autori. A quel punto sono scattati altri accertamenti, compresi una serie di pedinamenti. E alla fine il pm Giacomo Puricelli ha chiesto e ottenuto dal gip Carlo Camnasio le ordinanze di custodia cautelare. Le indagini sono comunque ancora in corso e non si esclude che la stessa banda abbia colpito in altre occasioni in maniera analoga.

Su Centro Valle tutti i dettagli

Sul numero di Centro Valle in edicola da sabato 9 dicembre tutti i particolari delle indagini.