Omicidio in 36 identificato l’uomo accoltellato.  Si è potuto dare un nome e cognome all’uomo ucciso, venerdì mattina, sulla rampa di accesso della SS36, a Giussano, grazie alle sue impronte digitali. Si tratta di un 28enne, marocchino, senza fissa dimora: Azeddine Ghazal.  L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, era stato arrestato per spaccio. E proprio perchè già schedato è stato possibile risalire alla sua identità

Omicidio Statale 36: le indagini

Tutte le ipotesi sono al vaglio delle autorità competenti: potrebbe trattarsi di una lite degenerata in tragedia, di una tentata rapina finita male o di un regolamento di conti tra connazionali, probabilmente per motivi legati allo spaccio di droga. Addosso alla vittima è stata infatti trovata della sostanza stupefacente oltre a mille euro in contanti, probabile provento di spaccio.
L’assassino, al quale si sta dando la caccia, potrebbe essere scappato a piedi nella boscaglia vicina alla Statale. Fondamentale sarà anche l’acquisizione di immagini di eventuali telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Le indagini proseguono.