Serata in Valdidentro.

Giacomo Meneghello, fotografo di emozioni d’alta quota

Il noto fotografo di Clikalps, il veneto Giacomo Meneghello, è stato il protagonista della serata organizzata dalla Pro loco di Valdidentro – unitamente alla sezione Cai della Valdidentro – presso il polifunzionale di Rasin. Una serata da incorniciare quella che ha anticipato l’Epifania soprattutto per le meravigliose immagini che lo stesso artista ha proposto durante le due ore di proiezione e riguardanti i molteplici scatti che ha effettuato in questi anni di permanenza in Alta Valtellina (2007 – 2017). Giacomo Meneghello, originario del Veneto (Legnago – Verona), ma da alcuni anni residente in Valtellina (Sondalo), ha scelto la provincia di Sondrio per assecondare la sua smisurata passione per la fotografia, dopo la laurea in scienze motorie presso l’università di Ferrara.

La serata

Ma veniamo alla serata che ha coinvolto, tenendo letteralmente inchiodati alla sedia, tutti gli intervenuti. Lo stesso fotografo, puntuale e molto preparato, ha commentato con dovizia di particolari in ogni singolo “fotogramma”. Questo oltre ad impartire anche una bella e coinvolgente lezione di fotografia ai neofiti e ai fotografi presenti in auditorium. Tra questi anche la campionessa di sci alpinismo della Valfurva, Giulia Compagnoni. A fare gli onori di casa il nuovo e giovane presidente della Pro loco Valdidentro, Thomas Anselmi. Poi il presidente della sezione Cai di Valdidentro, Elio Franceschina ed il past president della stessa sezione, Pietro Urbani. Cerimoniere del momento, lo speaker valtellinese Silvio Mevio.

Leggi anche:  Un lungo weekend in Bassa Valle: cultura, sport e tradizione

Le sue parole

“Il segreto sono l’entusiasmo e la motivazione che mi portano a fare questo lavoro. Per poter essere goduta dagli altri, la percezione della bellezza della montagna deve prima passare per i miei occhi, per i miei sogni e i miei pensieri. Solo così posso essere sicuro di essere apprezzato e di trasmettere questa passione.