Presenti una trentina di iscritti fra italiani e svizzeri, si è svolta il primo dicembre, presso la sede di Borgonuovo, l’Assemblea ordinaria dell’Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro.

La relazione del presidente

Il presidente Gianni Lisignoli, dopo aver ricordato i soci defunti Paolo Raineri e lo Chef Andrea Tonola, ha svolto un’ampia relazione sulle molteplici attività svolte nel corso del 2017 fra cui spiccano le collaborazioni con il “Gruppo Florio” di Soglio, il recupero al patrimonio museale dell’originale del sigillo di Piuro, la trasferta in Polonia sulle tracce degli architetti piuraschi Trapolini e Malinverne, la ormai consolidata “Dieci giorni” di fine agosto con la novità del “Belfort theatre campus” condotto dal regista Luca Micheletti nei giorni di grande preoccupazione per la frana del Cengalo, a Bondo che, in qualche misura, ha condizionato anche la manifestazione piurasca, senza trascurare quella che si configura come l’attività più significativa dell’Asssociazione: la ripresa a settembre degli scavi archeologici al “Mòt del castél” ad opera degli studenti di archeologia dell’Università di Verona guidati dal prof. Fabio Saggioro.

I programmi per il futuro

Incassato il plauso dell’Assemblea per le tante iniziative portate a buon fine, il Presidente ha messo in votazione il conto consuntivo 2017, ed il bilancio preventivo 2018, entrambi approvati all’unanimità, poi ha illustrato per sommi capi un assai impegnativo programma di iniziative messe a punto con l’Amministrazione comunale per la celebrazione, il prossimo anno, del 400° anniversario della frana di Piuro avvenuta il 4 settembre 1618. Si spazia dai convegni, alle mostre, ai concerti, ai teatri, ad una nuova trasferta polacca per la concomitante ricorrenza dei 400 anni della basilica di Lezajsk progettata dal piurasco Antonio Pelacini, senza trascurare gli eventi gastronomici. Un crescendo di iniziative che abbracceranno l’intero anno e che avranno il suo culmine il 4 settembre con quello che si profila come uno storico incontro a Palazzo Vertemate fra le massime autorità di Regione Lombardia e Canton Grigioni, con uno spazio dedicato alla preghiera ecumenica in memoria delle vittime della frana e con la riproposizione al Belfort della prima opera teatrale messa in scena dalla Compagnia dei Guitti: “Quando il sole non tornò” ispirata appunto alla tragedia di Piuro.

Leggi anche:  Mostra di Lela Santelli a Bormio

Il rinnovo cariche

L’Assemblea ha quindi provveduto al rinnovo delle cariche per il triennio 2018/2020, confermando per acclamazione la presidenza dell’Associazione a Gianni Lisignoli e la vicepresidenza a Maurizio Michael. Nel consiglio direttivo sono stati confermati Guido Scaramellini, Sandro Del Curto e Aldo De Pedrini, con i nuovi ingressi di Marco Giacometti e Luca Acquistapace. Revisori dei conti sono stati nominati Giovanni Rosina, Patrik Giovanoli e Marisa Succetti.