Gran Gala di Danza a Sondrio.

Gran Gala di Danza a Sondrio.

In occasione del tradizionale spettacolo di balletto, gli “Amici della Musica” di Sondalo rinnovano gli auguri di buon anno scendendo in campo con una serata che si annuncia spumeggiante e speciale. L’appuntamento è per venerdì 5 gennaio, ore 20.45, al Teatro Sociale del capoluogo, dove ci attende un folto gruppo di ballerini capaci e motivati che si esibiranno in un programma classico con un’occhiata al moderno, ma soprattutto a misura del loro valore e delle loro specifiche personalità.

Giovani ballerini

Merita di ribadirlo: sono tutti giovani e giovanissimi, con un solido futuro davanti essendo già in carriera presso le rispettive compagnie. È il caso della sondalina Giulia Strambini, del Preljocaje Ballet di Aix en Provence, che si cimenterà in una coreografia moderna da lei stessa ideata e ispirata dal suo coreografo di origine albanese, Angelin Preljocaj, che oggi è una star in Francia: il titolo è Être ou paraître, le musica di Philip Glass. Quanto a Silvia Selvini, che fa parte del Balletto Reale di Copenhagen, è reduce da oltre venti recite di un evergreen come “Lo Schiaccianoci”, portato in scena sia a Copenhagen che in tour in Danimarca. Un altro artista che calcherà il nostro palcoscenico e per il quale c’è attesa è Mattia Semperboni, in forza nel corpo di ballo scaligero, che doemica scorsa si è in tv con Roberto Bolle.. Lo vedremo danzare in Esmeralda su musiche di Cesare Pugni e coreografia di Jules Perrot).

Leggi anche:  Qm Live, arriva Mara Sottocornola a Morbegno

Grandi stelle

Completano il cast Jon Axel Fransson, Wilma Giglio, Matteo di Loreto (del Balletto Reale di Copenhagen), Agnese Di Clemente, Marta Gerani, Maria Celeste Losa, Edoardo Caporaletti, Emanuele Cazzato (del Balletto Teatro alla Scala di Milano), nonchè le piccole allieve del Centro Danza “Arabèsque” di Tirano guidate da Gianna Manoni, direttore artistico dello sapettacolo.
Il Gran Galà si dividerà in due parti: Don Quichotte (musica di Léon Minkus, coreografia di Marius Petipa), Romeo e Giulietta (musica di Sergej Prokofiev, coreografia di Leonid Lavronsky, scena del balcone), Il Corsaro (musica di Adolph Adam, coreografia di Marius Petipa), Lo Schiaccianoci (musica di Piotr Ilijc Ciaikovskij, coreografia di Marius Petipa: passo a due, walzer dei fiocchi di neve), nella prima parte..

Nella seconda parte il sipario si aprirà su La Sylphide (musica di Hermann Severin von Lovenskjøld, coreografia di Auguste Bournonville), ancora “Lo Schiaccianoci” (passo a due e coda) e Napoli (musica di Niels Wilhelm Gade, Edvard Helsted Hans Christian Lumbye e Holger Simon Paulli, coreografia di Auguste Bournonville).