Ennesimo successo per il Coro C.A.I. Sondrio che sbarca in Sardegna e fa il pieno di applausi. La formazione sondriese è stata infatti invitata ad esibirsi in due importanti concerto a Nuoro e a Bonarcado, storico centro della provincia di Oristano. Ma andiamo per ordine: sabato 28 aprile, dopo aver visitato alcune località della Costa Smeralda il sodalizio valtellinese, su invito del Coro Ortobene di Nuoro, ha aiuto l’onore di cantare presso la chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Santo Rosario, nell’antico rione di San Pietro. Quattro i brani eseguiti dal Coro di casa, tutto armonizzato dal loro maestro, Alessandro Cate, che dirige il Coro Ortobene dal 1990 ed è molto conosciuto e stimato anche al di fuori della realtà sarda; dei quattro canti è stata molto apprezzata l’esecuzione di “Ispadas de Sole”, canto che ha dato il titolo al CD omonimo inciso nel 1999.

Coro femminile Ilune di Dorgali

Dal 1997 Alessandro Cate è anche direttore del Coro femminile Ilune di Dorgali, una proposta corale tuta al femminile consolidata a tal punto da aver partecipato al Concerto di Natale del 18 Dicembre 2009 a Montecitorio, occasione in cui il maestro Catte e il maestro Michele Franzina, attuale direttore del Coro C.A.I. Sondrio, si sono incontrato per la prima volta. Dopo l’esibizione del Coro nuorese è toccato al gruppo valtellinese che ha proposto 7 canti, tra i quali “Non mi giamedas Maria”, canto sardo armonizzato dal compianto maestro Siro Mauro; la serata si è conclusa con l’esecuzione, a cori riuniti, dei tre canti di Bepi De Marzi: “Benia calastoria”, “Improvviso” e, a grande richiesta, “Signore delle cime”.

Oristano

Il giorno successivo il Coro sondriese ha fato tappa in zona Oristano, dove ha aiuto la fortuna di calcare le splendide spiagge del Sinis, di visitare le antiche rovine della città romana di Tharros e di cantare l’Aie Maria di De Marzi nella chiesetta di San Giovanni in Sinis, la cui costruzione è iniziata nel VI secolo dopo Cristo. La mattinata si è conclusa con il pranzo a base di pesce sulla magnifica spiaggia di sassolini bianchi di Is Arutas.

“Had’a benner su die”

La giornata di domenica 29 aprile si è conclusa nella splendida Basilica in stile romanico di Bonarcado, dove si è tenuta la rassegna corale dal titolo “Had’a benner su die” frase sarda che, tradotta, significa “Verrà il giorno”: oltre al Coro C.A.I. Sondrio erano present alla serata il Coro Polifonico Algherese, diretto dal maestro Ugo Spanu e il Coro Polifonico “Su Condaghe” di Bonarcado, diretto dal maestro Michele Turnu. Tuta la serata è stata presentata dallo scrittore ed etnomusicologo Salvatore Patatu, studioso di storia e musica sarda, che ha saputo condurre magistralmente la serata e presentare sapientemente ogni canto. La formazione valtellinese si è esibita con canti di generi diversi, da “Joska, la rossa” di Bepi De Marzi a “Senzenina”, armonizzata da Michele Franzina, fino alla “Ninna nanna del contrabbandiere”, celeberrima canzone di Davide Van De Sfroos, armonizzata per coro maschile a 4 voci. Infine, molto apprezzata è stata l’esecuzione di “Su bolu ‘e s’astore”, la poesia sarda dedicata al volo del falco, composta e armonizzata da Tonino Puddu dopo aver aiutato e soccorso un falchetto, impossibilitato a volare poiché l’incendio doloso che aveva colpito la sua pineta gli aveva danneggiato le piume. Durante la trasferta, il Coro C.A.I. Sondrio, sostenuto da Gruppo bancario Credito Valtellinese, Falegnameria Locatelli e ValtNet, ha aiuto l’opportunità di visitare Alghero e di cantare all’interno del Nuraghe Losa di Abbasanta, una delle 9000 costruzioni in pietra che i Nuragici hanno costruito in Sardegna tra il 1800 a.C. e il 1100 a.C.

Leggi anche:  Il Festival Pianistico si chiude coi giovani

A Teglio

La trasferta si è conclusa martedì 1° maggio, con la visita guidata della Certosa di Pavia. Per chi fosse interessato, sabato 12 maggio, a Teglio, presso la Chiesa parrocchiale di Sant’Eufemia, il Coro C.A.I. Sondrio si esibirà con il Coro Val Tinella di Gavirate per la seconda Rassegna corale dal titolo “Dono di Canto”; sabato 19 maggio invece, il Gruppo Comunale A.I.D.O. di Sondrio festeggerà i 40 anni di fondazione presso l’Auditorium Torelli di Sondrio, dove si terrà una serata intitolata “Note in Dono”, che vedrà impegnati il Coro C.A.I. Sondrio e il Coro ASPIS di Milano.