Domenica 18 marzo l’iniziativa proposta al porto di Loppia di Bellagio dal Gruppo Manzoniano Lucie e dal Circolo Nautico Gabbiano Azzurro in occasione del 70° anniversario del record mondiale di profondità stabilito dall’inventore lecchese di Malgrate, Pietro Vassena, con il suo batiscafo C3, a -412, nella “fossa” di Argegno sul Lago di Como (12 marzo 1948).

Ultima gondola lariana

Grazie alla famiglia Barindelli di Bellagio, presente con Carlo e Gianni, è stata “aperta” al pubblico la ”Rosina”, che partecipò allo storico record del C3 come mezzo di supporto alla spedizione. L’iniziativa rientrava nell’ambito della manifestazioni di avvicinamento alla grande mostra sull’inventore proposta dal Comune di Malgrate con l’Associazione Luce Nascosta e la famiglia Vassena, programmata dal 13 maggio al 22 luglio, alla “Quadreria Bovara-Rejna” di via San Dionigi a Malgrate (Lecco).

I presenti

Alla presenza di Carlo Cantoni dell’Associazione Luce Nascosta , sono intervenuti anche Andrea Vigevano del Gruppo Manzoniano Lucie ed Ettore Viganò del Circolo Nautico Gabbiano Azzurro. Inoltre era presente il curatore della mostra su Vassena, Mauro Rossetto, e per la famiglia dell’inventore la nipote Francesca con la figlia Sara.

Leggi anche:  Weekend in Bassa Valle: tanti gli eventi

Tanti i visitatori della “Rosina”

I visitatori hanno potuto ammirare non solo l’imbarcazione tipica del Lario, adibita nel passato a trasporti lacuali, ma anche alcune immagini d’epoca della storica impresa del batiscafo C3. Approfittando di un momento di clemenza del tempo la gondola lariana ha potuto lasciare anche brevemente gli ormeggi. Questo per consentire a Francesca Vassena e alla figlia Sara lanciare sul fondo del lago, di fronte a Bellagio, una targa a forma di sommergibile, con scritto “C3 Vassena 1948 – 2018”, appositamente realizzata per l’evento.