Bruno De Vita, uno dei fondatori della “Federazione dei Verdi” e, poi, del “Partito Consumatori Italiani”, è stato tra i primi a dare vita e voce all’emittenza televisiva locale romana, co-fondando la prima radio libera in Italia (Radio Città Futura) e successivamente il Consorzio televisivo locale romano “TeleAmbiente”. In sua memoria è stato dedicato un premio che quest’anno è stato attribuito all’Associazione valtellinese Progetto Alfa che allarga, quindi, le sue frontiere ritirando il Premio Nazionale Bruno De Vita nella capitale.

L’arte valtellinese premiata a Roma

Gli artisti premiati hanno avuto l’opportunità di fare conoscere l’arte della Valtellina attraverso i versi di poesia e le sculture di arte sacra. Le impronte lasciate a Roma sono state proficue per accrescere il prestigio dell’Associazione che ha ricevuto grandi attestati di stima dal circuito artistico-letterario della capitale.