Un’occasione speciale.

Poeti e pittori valtellinesi a “Malta capitale europea della cultura 2018”

Il 1° gennaio 2018 sarà una data storica per Malta, segna l’inizio di un percorso lungo 12 mesi in cui l’isola ricoprirà il ruolo di Città Europea della Cultura. Un’onoreficenza che coinvolge non lo solo La Valletta ma l’intero territorio. Nel calendario di eventi ci sarà anche un po’ d’Italia, con “Malta, arcobaleno di culture”. Progetto nato grazie alla profonda amicizia che lega la poetessa valtellinese Paola Mara De Maestri ai poeti maltesi Emmanuel Attard-Cassar, presidente dell’Associazione “EspRimi” e Patrick Sammut. Artisti con i quali in passato ha già realizzato diverse collaborazioni. Una tra le tante la pubblicazione del 2008 “I silenzi delle montagne e le voci del mare”.

Malta e Italia

“Malta e Italia sono legate da profondi radici culturali – afferma De Maestri – EspRimi e il Laboratorio Poetico di E’ Valtellina propongono un progetto artistico volto a favorire lo scambio culturale tra gli artisti”. Questo speciale sodalizio, nell’ambito di “Valletta 2018”, che oltre ai poeti coinvolgerà i pittori consentirà la conoscenza più approfondita e la promozione di Malta. Il progetto prevede la pubblicazione di una raccolta di poesie e opere figurative realizzate da venti artisti maltesi e venti italiani.

Leggi anche:  Valdidentro, ecco la Tenda della solidarietà

I protagonisti

Per quanto riguarda la nostra provincia De Maestri sarà intervistata per la pubblicazione curata da Sammut dal titolo “Progetto 2018 – intervistando scrittori – poeti di tutto il mondo”. Inoltre saranno presenti in “Malta, arcobaleno di culture” i poeti Anna Barolo di Talamona, Giovanni De Simone, Barbarah Guglielmana di Chiavenna. Mentre come pittori, coordinati da Angelisa Fiorini di Cosio, ci saranno Renato Bogialli di Morbegno, Giovanna Cavallo di Talamona, Milena Barlascini di Traona, Ada Volpi di Valmasino e Mariuccia Soltoggio di Tirano. Gli elaborati dovranno riguardare uno di questi argomenti relativi alla cultura maltese: “Alla scoperta di Malta attraverso l’arte italiana presente nell’ arcipelago” o “Tutti i colori di Malta: paesaggi umani e naturali”.

Materiale

Tutto il materiale verrà raccolto entro la fine del mese di dicembre. Poi sarà trasmesso a Malta per la realizzazione dell’opera. Mostra delle opere figurative realizzate dagli artisti in occasione delle presentazioni; una a Malta alla presenza del ministro della Cultura e durante la prossima estate, e una in autunno a Morbegno.