A Livigno gli sciatori e gli snowboardisti non dovranno attendere molto per dare sfogo alla propria voglia di neve: dal 1 dicembre aprono gli impianti di risalita, che rimangono attivi fino al 1 maggio 2018.

Piste a disposizione per la stagione sciistica a Livigno

Un lungo inverno a tutto sci, in un comprensorio di 115 km di piste per un totale di 12 piste nere, 37 rosse e 27 blu, servite da 6 cabinovie (Carosello 3000 I e II; Mottolino, Livigno Centro Tagliede I e II; Cassana), 14 seggiovie e 11 skilift. Il comprensorio sciabile, suddiviso tra la skiarea Carosello 3000 (con la nuova cabinovia in sostituzione del vecchio impianto), Mottolino Fun Mountain e i piccoli impianti di risalita a ridosso del paese, è coperto da 110 cannoni per l’innevamento programmato, che servono l’80% delle piste. Sono attivi due snowpark (uno al Mottolino Fun Mountain e uno al Carosello 3000), pluripremiati in diverse fiere di settore in Italia e all’estero per le strutture all’avanguardia e per gli eventi che vi vengono ospitati.

Scuola sci

Per i più piccoli sono in funzione diversi parchi gioco sulla neve in vari punti di Livigno e 2 kindergarten, di cui uno con possibilità di asilo sulla neve per l’intera giornata (pranzo compreso). A disposizione degli ospiti ci sono 150 maestri di sci, di snowboard, di fondo e di telemark, suddivisi in diverse scuole sci.

Freeride

Per il freeride, Livigno ha predisposto diversi check point di ingresso in zona di pista non battuta con rilevatore di Artva e si trovano all’ingresso della Val Federia, ingresso Vallaccia, in cima al Costaccia, in cima al Corosello 3000, in cima al Monte della Neve e alla partenza della Colombina al Mottolino. Sono inoltre presenti 10 schermi informativi ai principali impianti di risalita e in paese. Complessivamente le zone freeride gestite sono 2, una al Mottolino Fun Mountain e una al Carosello 3000 e, tenendo conto della superficie totale del Comune di Livigno che è di 200 km quadrati, si può dire che la metà sia adatta al freeride e allo scialbissimo. Sono state individuate delle aree di approccio al freeride per tutti coloro che vogliono provare l’emozione di fare delle curve in neve fresca. Esclusivamente all’interno di queste aree è possibile uscire dalle piste battute senza il materiale obbligatorio di autosoccorso (Artva, pala e sonda). I percorsi dedicati allo scialpinismo sono 2 così come quelli per le ciaspole, a cui si aggiunge il sentiero battuto in zona Monte Vago.

Leggi anche:  Incidente sugli sci Grave una giovane a Madesimo

Biathlon

Per il biathlon è stata predisposta una nuova nuova arena con sagome elettroniche di ultima generazione, ideali per la preparazione da parte di atleti professionisti e degli appassionati, sempre più in aumento, di questa disciplina. Il tema che fa da filo conduttore alla stagione bianca di Livigno è quello dello sport: dallo sci al telemark, dallo snowboard al freeride, dal fondo al biathlon, dalle ciaspole alle fat-bike, dallo sci alpinismo al parapendio, dal pattinaggio su ghiaccio alle escursioni a cavallo e a quelle a piedi sui sentieri innevati e battuti.