Dopo i vertici all’assemblea Creval si susseguono gli interventi degli azionisti. In particolare i piccoli hanno espresso critiche.

Assemblea Creval: critici i piccoli azionisti

Non sono mancate le critiche all’assemblea Creval in corso al Polo fieristico di Morbegno. In particolare i piccoli azionisti hanno lamentato alcune scelte operate nel passato e le minusvalenze legate al titolo. Sono intervenuti in 18 e hanno espresso perplessità soprattutto sull’ipotesi di aumento di capitale.

La replica del presidente Fiordi

Il presidente Miro Fiordi sta rispondendo punto su punto alle critiche dei piccoli azionisti. E sta spiegando i motivi che hanno spinto ad andare nella direzione del piano industriale illustrato dal direttore generale Mauro Selvetti. Una scelta operata dal Consiglio di Amministrazione per superare la crisi del sistema bancario legata principalmente ai crediti non performanti.

Poi si passerà al voto

Dopo gli interventi si passerà al voto. Per dare il via libera al piano industriale è necessario che due terzi dei presenti approvino la proposta.