Assemblea Creval domani a Morbegno per il via libera all’aumento di capitale da 700 milioni di euro. L’assise degli azionisti si terrà alle 14.30 al Polo Fieristico provinciale.

Assemblea Creval

Toccherà all’assemblea straordinaria del Gruppo bancario Credito Valtellinese decidere in merito all’aumento di capitale da 700 milioni di euro. L’operazione prevede il conferimento al Consiglio di Amministrazione di una delega ad aumentare il capitale sociale da esercitarsi entro il termine ultimo del 31 luglio 2019. L’aumento di capitale sarà realizzato mediante emissione di nuove azioni da offrire in opzione agli azionisti.

Il CdA deciderà i termini dell’operazione nei primi mesi del 2018

I termini definitivi dell’operazione – quali l’importo dell’aumento di capitale, il prezzo di emissione delle nuove azioni e il rapporto di opzione – saranno determinati dal Consiglio di Amministrazione in prossimità dell’avvio dell’offerta in opzione, che si prevede possa essere effettuata – subordinatamente alle condizioni di mercato e all’ottenimento delle prescritte autorizzazioni – nel corso del primo trimestre 2018.

Operazione “garantita” da Mediobanca

Creval ha sottoscritto con Mediobanca – in qualità di Global Coordinator e di Bookrunner – un accordo di pre-underwriting avente ad oggetto l’impegno – soggetto a condizioni in linea con la prassi di mercato per operazioni similari e ad alcune disposizioni specifiche, tra cui l’assenza di elementi ostativi o eventi che possano pregiudicare la realizzazione da parte della società dei target finanziari del Piano Industriale e che le condizioni di emissione effettivamente applicabili al lancio dell’offerta, tenuto conto delle condizioni di mercato e dei feedback degli investitori istituzionali, consentano di completare con buon esito l’aumento di capitale – a sottoscrivere un accordo di garanzia per la sottoscrizione delle azioni eventualmente non sottoscritte al termine dell’offerta in Borsa dei diritti inoptati, per un importo massimo complessivo di 700 milioni di euro. Successivamente l’istituto di Piazza Quadrivio ha ottenuto anche il via libera di Citigroup Global Markets Limited, in qualità di Co-Global Coordinator e Joint Bookrunner, di entrare a far parte del consorzio di garanzia dell’aumento di capitale.