Un passo avanti è stato fatto ma resta l’incertezza delle imprese per il caso serbatoi. La Regione stamane ha comunicato l’approvazione da parte del Consiglio regionale di una modifica normativa. E’ stata introdotta la procedura che gli enti locali dovranno attivare per esaminare le richieste d’installazione di serbatoi carburante ad uso privato.

Caso serbatoi: una questione spinosa

La questione era esplosa alcuni mesi fa. La Guardia di Finanza aveva infatti effettuato verifiche e posto sotto sequestro i distributori privati di numerose aziende. E c’era il rischio che dovessero pagare le accise non versate. Ora la buona notizia comunicata questa mattina dal sottosegrteario Ugo Parolo a Confartigianato Sondrio. Ma restano come detto alcune incertezze.

Il commento di Gionni Gritti

Il presidente di Confartigianato Sondrio Gionni Gritti spiega: “Questa notizia è sicuramente positiva e ringraziamo Parolo e il suo staff per l’impegno profuso. Vale la pena sottolineare che in questo caso buona parte del consiglio regionale ha ben compreso le nostre ragioni e ha sostenuto l’emendamento. La questione è stata al centro del nostro impegno fin da subito e grazie anche al Prefetto di Sondrio Giuseppe Mario Scalia è stato aperto un positivo dialogo tra le associazioni di categoria e la Regione. E dopo l’audizione in Commissione consigliare si è arrivati a questo primo positivo risultato”. Soddisfatto anche il residente degli Autotrasportatori di Confartigianato
Sondrio Mattia Dal Cason. Ha seguito la complessa  questione con Gritti e con i consulenti Mauro Maranga e Riccardo Dusci.

Leggi anche:  Firmato il contratto nazionale trasporto merci e logistica

Le modifiche alla normativa

Le modifiche alla normativa servono a rendere meno macchinoso il sistema delle autorizzazioni a carico delle imprese. Assicurano maggiore chiarezza nelle procedure e soprattutto una migliore definizione delle tempistiche per il rilascio delle autorizzazioni da parte dell’ente preposto. Non tutte le richieste avanzate dalle associazioni di categoria sono però state accolte. Mancano infatti delle modifiche per i serbatoi mobili e l’auspicio è che Regione Lombardia risolva a breve anche questi aspetti.

La questione delle accise

Gritti conclude: “Adesso ci aspettiamo che anche la questione relativa al rimborso delle accise sia definitivamente chiarita. Le imprese sono in attesa di una risposta ufficiale che consenta alle nostre aziende di continuare la propria attività con maggiori certezze. E soprattutto che eviti per il futuro altri momenti di seria preoccupazione”.