Carcano Antonio S.p.A. (Carcano), azienda italiana tra le più rilevanti realtà europee nel settore della laminazione e trasformazione del foglio di alluminio, dichiara che con la fine del 2017 si sono di fatto completate le iniziative relative alla gestione del Piano Industriale 2015-2017, tra cui il Piano di Ristrutturazione avviato nel mese di marzo 2015.

Soddisfazione

Si chiude sostanzialmente e con soddisfazione una fase congiunturale e complessa nella quale sono state prese, attraverso la sigla del Protocollo Generale d’Intesa del 16 marzo 2015, importanti decisioni in materia organizzativa e occupazionale. Iniziative che al termine del triennio hanno assicurato i benefici attesi quali una miglior gestione del costo del lavoro ed una flessibilità organizzativa capace di favorire nuovi ed ulteriori investimenti tecnologici e di sviluppo del capitale umano aziendale – si legge in una nota diffusa dall’azienda.

Carcano protagonista

L’ultimo triennio ha visto, dunque, Carcano protagonista di grandi cambiamenti in virtù della realizzazione di un Piano Industriale altamente sfidante, che ha saputo raccogliere il consenso di tutti gli stakeholders attraverso l’introduzione di moderni strumenti di gestione e assicurando maggior solidità all’azienda, in una logica di rinnovata continuità lavorativa.

Obbiettivi raggiunti

Numerosi gli obiettivi raggiunti: la realizzazione appunto di un Piano di ristrutturazione che per la sua declinazione “sociale” (accompagnamenti alla pensione e uscite su base volontaria) è stato altamente condiviso, l’esternalizzazione della logistica e la partnership con Kuehne Nagel, la costruzione di una nuova unità produttiva di converting ad Andalo Valtellino e, infine, l’apertura di Accademia 13, la scuola di formazione professionale interna dedicata allo sviluppo professionale di tutti i collaboratori.

Dialogo con le parti sociali

“Credo che la chiusura del piano sociale rappresenti un punto fondamentale del percorso di miglioramento avviato tre anni fa. – Il Direttore Sviluppo Organizzativo, Paolo Mari ha dichiarato – Desidero in prima battuta ringraziare la Carcano che ha fornito senza esitazioni le risorse economiche per sostenere il reddito di chi è entrato nelle procedure di mobilità. Non di meno un riconoscimento a tutte le parti sociali che con grande responsabilità ci hanno dato credito incoraggiando il cambiamento. Un ultimo pensiero alla qualità del dialogo. Mi auguro che resti sempre un nostro elemento distintivo”.

Tre stabilimenti

L’azienda che ad oggi conta 3 stabilimenti (Mandello del Lario – LC -, Delebio e l’ultimo inaugurato nel 2016 di Andalo V.no – SO) e oltre 450 dipendenti, si appresta a proiettarsi già ai prossimi anni: nel mese di novembre ha annunciato l’avvio delle attività finalizzate alla Carcano Antonio S.p.A. Questo nuovo piano conferma e rafforza la spiccata predisposizione all’investimento dellaCarcano, consapevole che solo attraverso un’approfondita analisi strategica (mercato, tecnologie e trend di innovazione) potranno essere raggiunti quei risultati di efficienza indispensabili per
rafforzare la competitività delle sue unità produttive nel mercato internazionale del packaging flessibile in alluminio. – Continua il comunicato – La scelta di collaborare con una primaria società di consulenza strategica conferma la maturità dell’azienda e la sua volontà di perseguire gli obiettivi sul medio e lungo periodo. Il team di BCG, leader mondiale nella consulenza strategica, è guidato da Riccardo Monti partner di riferimento per il mondo industriale.

Rilancio tecnologico

“Con la conclusione del piano relativo al triennio in corso, si chiude una fase molto importante focalizzata soprattutto sull’interno dell’azienda e sul rilancio tecnologico del business Converting. – Il Direttore Generale, Giorgio Bertolini commenta  – Il nuovo piano strategico rappresenta una grande opportunità per definire la Carcano che vorremo essere nel prossimo futuro. Da questo lavoro emergeranno le nostre ambizioni, le future sfide e soprattutto gli obiettivi con cui misurarci nei prossimi anni.” “Sono certo – continua Giorgio Bertolini – che sapremo superare, grazie all’impegno e alla passione di tutta l’organizzazione, le nuove sfide di un mercato sempre più complesso, confermandoci come azienda di riferimento del nostro settore”.