Aziende a scuola, ragazzi nei siti produttivi e serate per le famiglie. E’ il pacchetto di Confindustria Lecco Sondrio a favore della formazione e della scelta.

Orientagiovani: le aziende a scuola

Il primo dei tre appuntamenti si è già svolto. Orientagiovani è l’iniziativa che il Comitato Piccola Industria e il Gruppo Scuola di Confindustria Lecco e Sondrio hanno organizzato venerdì. La giornata di orientamento ha visto i rappresentanti delle imprese aderenti entrare nelle aule delle classi terze della scuola secondaria di primo grado delle due province. Lo hanno fatto per raccontarsi e offrire uno spaccato delle attività produttive.

E ora tocca al Pmi Day

Il secondo step è rappresentato dal Pmi Day. E’ in programma per venerdì 17 novembre. Le aziende delle province di Lecco e Sondrio ospiteranno le stesse classi già visitate il 10 novembre nell’ambito di. Lo scopo in questo caso è di offrire agli studenti un primo sguardo sul mondo del lavoro. L’iniziativa serve anche per contribuire a diffondere la conoscenza delle
realtà produttive e il loro impegno per la crescita. Per quel che riguarda la nostra provincia, hanno aderito Baxter, Legnotech, Mariana Luigi, Penz, Specialcoffee e Vis.

Il prossimo appuntamento

L’ultima iniziativa è invece riservata ai genitori. Ed è la novità di quest’anno. Nella serata del 22 novembre la sede di Confindustria a Sondrio ospiterà l’incontro “L’istruzione tecnica: un’opportunità per i nostri figli”. L’iniziativa è diretta alle famiglie degli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado.

Leggi anche:  Scuola di via Bosatta: i lavori partono ad aprile

Il commento del presidente Riva

Il presidente di Confindustria Lecco Sondrio Lorenzo Riva spiega le finalità dell’iniziativa: “Scegliere in modo informato e consapevole il percorso di studi, individuando strade in linea con attitudini e aspirazioni professionali, ma anche adatte all’acquisizione di competenze che abbiano uno sbocco nel mercato del lavoro, significa anche aumentare le possibilità di occupazione una volta terminato il periodo formativo. Le nostre imprese hanno bisogno di risorse qualificate e offrono una serie di opportunità per l’inserimento e la crescita professionale. Sul territorio le richieste da parte del mondo produttivo si concentrano su figure formatesi in area tecnico-scientitica e proprio per questo le serate saranno focalizzate sull’istruzione tecnica”.