Iperal inaugura il nuovo iperstore di Monte Olimpino: 79 dipendenti e 1500 mq di superficie commerciale.

Taglio del nastro

A Como Monte Olimpino, il Gruppo Iperal, insegna lombarda della grande distribuzione, ha aperto un nuovo iperstore. Il taglio del nastro ufficiale con il presidente Antonio Tirelli, le autorità locali e il consigliere regionale Alessandro Fermi.  Iperal, che dà lavoro a oltre 2500 persone, ha assunto la quasi totalità del personale del nuovo punto vendita a Como nelle immediate vicinanze. I dipendenti sono 79, di cui 63 nuovi assunti, per la maggior parte giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, il 70% dei quali donne. “Iperal nasce in Valtellina negli anni 80 poi ci siamo sviluppati nel lecchese e nel comasco. Siamo un’azienda con i valori tipici del territorio valtellinese e operiamo con impegno, concretezza, umiltà e trasparenza – sottolinea Tirelli -. Tutti i giorni siamo disponibili a imparare ovvero evolvere progressivamente per soddisfare le esigenze dei clienti e del territorio dove operiamo e del territorio dove operiamo“.

Edificio

L’intervento a Monte Olimpino è iniziato nel maggio scorso con la demolizione degli stabili industriali fatiscenti e l’operazione di bonifica per l’amianto presente sui tetti. E’ proseguito con la costruzione del nuovo edificio che coniuga la funzionalità alla sostenibilità ambientale, l’estetica e il risparmio energetico. L’installazione di pannelli fotovoltaici, oltre all’isolamento superiore ai limiti imposti dalla normativa, il recupero dell’acqua piovana per l’irrigazione delle aree verdi e la riqualificazione della roggia Cardano garantiscono una migliore gestione delle risorse energetiche e idriche. A disposizione della clientela ci sono oltre duecento parcheggi gratuiti, in larga parte coperti. L’intervento realizzato dal Gruppo Iperal comprende inoltre un parco pubblico attrezzato. Parliamo di duemila metri quadrati con aree gioco per i bambini, campo da basket, alberi di nuova piantumazione che offrono quindi ombra e frescura.

 

Leggi anche:  La sicurezza stradale premia la scuola media di Ardenno