Cala il numero di ragazzini in sovrappeso. In un anno sono 17 mila in meno in LOmbardia. Lo rende noto uno studio di Coldiretti.

Meno ragazzini in sovrappeso

In un anno meno 17 mila ragazzi lombardi in sovrappeso, mentre crescono le iniziative di educazione alimentare nelle scuole. È quanto spiega la Coldiretti regionale, sottolineando come grazie ai progetti di didattica sul cibo e l’agricoltura promossi da Donne Impresa e Campagna Amica sono stati coinvolti nella stagione 2016/2017 più di 20 mila studenti. Mentre ogni anno quasi 400 mila bambini passano una giornata nelle oltre 200 fattorie didattiche attive su tutto il territorio regionale.

Il 18,6% dei ragazzi ha ancora problemi di peso

Secondo i dati Istat – spiega la Coldiretti regionale – gli studenti lombardi in sovrappeso, con un’età compresa tra i 6 e i 17 anni, sono scesi da 229mila nel 2015 a 212mila nel 2016. Sono passati così dal 20,2% al 18,6% del totale dei ragazzi. Un risultato incoraggiante che dimostra la necessità di continuare ad investire sull’educazione alimentare a partire dalla scuola. Dove va privilegiato il consumo di cibi salutari e locali, che valorizzano le realtà produttive del territorio e garantiscono genuinità e freschezza.

Leggi anche:  Rilancio Melavì Presentato il piano ai soci

L’obiettivo è eliminare i comportamenti alimentari sbagliati

L’obiettivo – sottolinea la Coldiretti – è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti. Serve per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e fermare il consumo del cibo spazzatura. Va infatti considerato che il 20% dei genitori italiani dichiara che i propri figli non mangiano quotidianamente frutta e verdura, mentre il 36% beve ogni giorno bevande zuccherate o gassate.