Giornale di Sondrio http://giornaledisondrio.it Thu, 18 Jan 2018 17:25:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.1 Due denunce per furto di sci http://giornaledisondrio.it/cronaca/due-denunce-furto-sci/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/due-denunce-furto-sci/#respond Thu, 18 Jan 2018 16:38:09 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23720 Da parte dei Cc di Tirano. Due denunce per furto di sci Due denunce per furto di sci, una per possesso di documenti falsi, undici denunce per guida in stato di ebrezza. Infine una segnalazione amministrativa per uso personale di sostanze stupefacenti. Questo il primo bilancio dell’attività preventiva svolta nei primi quindici giorni dell’anno da […]

Continua la lettura di Due denunce per furto di sci sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Da parte dei Cc di Tirano.

Due denunce per furto di sci

Due denunce per furto di sci, una per possesso di documenti falsi, undici denunce per guida in stato di ebrezza. Infine una segnalazione amministrativa per uso personale di sostanze stupefacenti. Questo il primo bilancio dell’attività preventiva svolta nei primi quindici giorni dell’anno da parte degli uomini della Compagnia Carabinieri di Tirano. Il furto è stato scoperto il 15 gennaio dai militari della stazione di Livigno che hanno raccolto la denuncia da parte di un turista olandese. La vittima aveva lasciato i suoi sci, del valore di 700 euro, all’esterno di un locale pubblico dove era entrato per consumare una bibita e all’uscita non li aveva più ritrovati.

Indagini

Gli uomini dell’Arma sono riusciti a risalire agli autori del reato e all’autovettura a bordo della quale avevano caricato la refurtiva. Dopo neanche 24 ore, i due, anch’essi turisti, un croato 34enne e un bosniaco 29enne, sono stati fermati dai Carabinieri davanti allo stesso locale dove avevano consumato il furto. E dove, con molta probabilità, stavano per mettere a segno un secondo colpo. La perquisizione ha permesso di recuperare gli sci rubati, che sono stati immediatamente restituiti al legittimo proprietario. I due sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Sondrio per il reato di furto aggravato.

Falsità

Il 16 gennaio i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tirano, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno denunciato un 33enne residente nel tiranese per il reato di falsità materiale. L’uomo, alla richiesta di esibire i documenti, ha mostrato ai carabinieri una patente di guida che è apparsa grossolanamente contraffatta. Il documento, che si è accertato essere falso, è stato sottoposto a sequestro. Il conducente è stato sanzionato anche ai sensi dell’art.116 del Codice della Strada per guida senza patente, non avendola mai conseguita.

Valfurva

Il 3 gennaio, invece, sulle piste del comprensorio sciistico di Santa Catarina Valfurva i Carabinieri sciatori hanno contestato la violazione amministrativa del possesso di sostanze stupefacenti per uso personale a due turisti. I militari, dopo aver seguito una motoslitta fuori dalle piste, hanno effettuato un controllo nei confronti del conducente e del passeggero, rispettivamente un 33enne e un 19enne della Bassa Valle, rinvenendo nella loro disponibilità una modica quantità di marjuana per uso personale. I due sono stati segnalati alla Prefettura di Sondrio come assuntori e la sostanza è stata sequestrata per le analisi di rito.

Ebbrezza

Infine, nel corso dei controlli alla circolazione stradale i Carabinieri della Compagnia di Tirano dall’01 al 15 gennaio hanno denunciato undici conducenti per il reato di guida in stato di ebbrezza, di cui 4 nel Comune di Livigno, 4 a Bormio, 2 a Valdidentro e 1 a Grosio. Il caso più singolare si è verificato a Bormio dove un conducente è stato pizzicato con un livello massimo di alcolemia di 3,22 g/l, ben oltre 6 volte superiore al limite consentito.

Continua la lettura di Due denunce per furto di sci sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/due-denunce-furto-sci/feed/ 0
Al via il percorso che porterà alla nuova definizione dei domini sciabili http://giornaledisondrio.it/politica/al-via-percorso-portera-alla-nuova-definizione-dei-domini-sciabili/ http://giornaledisondrio.it/politica/al-via-percorso-portera-alla-nuova-definizione-dei-domini-sciabili/#respond Thu, 18 Jan 2018 16:04:55 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23715 La legge regionale sull’autonomia di Valtellina e Valchiavenna ha attribuito alla Provincia di Sondrio le competenze in materia di definizione dei domini sciabili. E in questi giorni è partita la procedura. Domini sciabili, partita la consultazione In questi giorni la Provincia ha dato il via al percorso di consultazione delle realtà pubbliche dei diversi comprensori […]

Continua la lettura di Al via il percorso che porterà alla nuova definizione dei domini sciabili sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
La legge regionale sull’autonomia di Valtellina e Valchiavenna ha attribuito alla Provincia di Sondrio le competenze in materia di definizione dei domini sciabili. E in questi giorni è partita la procedura.

Domini sciabili, partita la consultazione

In questi giorni la Provincia ha dato il via al percorso di consultazione delle realtà pubbliche dei diversi comprensori sciistici. E’ il primo passo per avviare ufficialmente la procedura di variante del piano territoriale di coordinamento provinciale per la parte legata ai domini sciabili.

La soddisfazione del presidente Della Bitta

“E’ un risultato importante, frutto del grande lavoro svolto insieme al sottosegretario Ugo Parolo e in stretta sinergia con il territorio – ha commentato il presidente della Provincia Luca Della Bitta – In pochi avevano creduto che saremmo riusciti a ottenere l’autonomia sulla definizione dei domini sciabili. Abbiamo raggiunto questo risultato grazie a un lavoro di squadra da parte di tutti i soggetti. Ora siamo già all’opera per concretizzare questa possibilità di programmare i domini e le aree interessate, mettendo il territorio nelle condizioni di affrontare il futuro. Lo faremo con una grande attenzione al territorio e alle ricadute che il mondo degli sport invernali ha nei diversi comprensori della nostra provincia”.

Continua la lettura di Al via il percorso che porterà alla nuova definizione dei domini sciabili sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/politica/al-via-percorso-portera-alla-nuova-definizione-dei-domini-sciabili/feed/ 0
Costituito il centro di senologia http://giornaledisondrio.it/attualita/costituito-il-centro-di-senologia/ http://giornaledisondrio.it/attualita/costituito-il-centro-di-senologia/#respond Thu, 18 Jan 2018 16:00:15 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23708 Asst ValtLario ha costituito la “Breast Unit”, il centro di senologia unico aziendale dedicato alle donne affette da tumore al seno. Costituito il centro di senologia Costituito un “pool” di professionisti esclusivamente dedicati alla diagnosi e cura del carcinoma mammario nella donna.  La  “Breast Unit” è capofila del percorso che porta dallo screening mammario, alla visita, […]

Continua la lettura di Costituito il centro di senologia sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Asst ValtLario ha costituito la “Breast Unit”, il centro di senologia unico aziendale dedicato alle donne affette da tumore al seno.

Costituito il centro di senologia

Costituito un “pool” di professionisti esclusivamente dedicati alla diagnosi e cura del carcinoma mammario nella donna.  La  “Breast Unit” è capofila del percorso che porta dallo screening mammario, alla visita, alla scelta terapeutica più idonea al caso singolo, alla riabilitazione post chirurgica, alla chirurgia  ricostruttiva. Un “continuum” dunque teso non solo ad ottimizzare i tempi e le risorse, ma, soprattutto, a dare alla donna la percezione di essere affidata ad una rete che la conduca e la supporti. La creazione del pool è in linea con la normativa di Regione Lombardia, che, a sua volta, ha recepito le direttive europee al riguardo.

Ventiquattro professionisti coinvolti

Il gruppo è composto da quindici figure professionali, per un totale di ventiquattro professionisti coinvolti. Dal radiologo, al chirurgo senologo, all’anatomo-patologo, al medico nucleare, al radioterapista, per  proseguire con l’oncologo medico, l’infermiere, il chirurgo plastico, il tecnico sanitario di radiologia medica, il medico internista, il genetista, il psicoloncologo e il fisiatra, e per chiudere col data manager. In capo al team, il coordinatore della Breast Unit, ovvero il direttore clinico della medesima che ne è anche parte, e che Guido Broich, direttore sanitario di Asst ValtLario, ha individuato nella figura di Vittorio Fregoni, primario di Medicina Generale Sondalo.

“Vicini alle donne malate”

“Il tumore al seno è la malattia oncologica più frequente nelle donne. Anche se è tra i tumori che hanno oggi raggiunto il più alto tasso di possibilità di guarigione, costituisce un problema umano e sociale di enorme importanza – sottolinea Guido Broich -. Proprio per questo l’organizzazione sanitaria deve rispondere in modo preciso e dedicato e lo fa con la costituzione delle Breast Unit in Regione Lombardia. La Breast Unit raccoglie, con pieno spirito multidisciplinare, tutte le competenze mediche ed infermieristiche coinvolte nella diagnosi e cura del tumore alla mammella. Identificando un coordinatore, si garantisce questa collaborazione avviando in Asst ValtLario il percorso di pronta, adeguata, ed efficace risposta alle esigenze della donna colpita da questa malattia”.

Continua la lettura di Costituito il centro di senologia sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/costituito-il-centro-di-senologia/feed/ 0
Porlezza festa Mariana paese fiorito a febbraio http://giornaledisondrio.it/attualita/porlezza-festa-mariana-paese-fiorito-febbraio/ Thu, 18 Jan 2018 15:44:23 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23710 A Cima di Porlezza, sul ramo italiano del Ceresio, domenica 4 febbraio si rinnova la grande Festa mariana che si tiene soltanto ogni trent’anni. Dalla parrocchia di Cima di Porlezza ci spiegano l’evento con la voce di un ex giornalista, Fiorenzo Dell’Era. Porlezza festa Mariana Sarà un paese fiorito in pieno inverno, quello che accompagnerà la […]

Continua la lettura di Porlezza festa Mariana paese fiorito a febbraio sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
A Cima di Porlezza, sul ramo italiano del Ceresio, domenica 4 febbraio si rinnova la grande Festa mariana che si tiene soltanto ogni trent’anni. Dalla parrocchia di Cima di Porlezza ci spiegano l’evento con la voce di un ex giornalista, Fiorenzo Dell’Era.

Porlezza festa Mariana

Sarà un paese fiorito in pieno inverno, quello che accompagnerà la statua della Madonna per le vie di Cima, frazione del Comune di Porlezza, sul ramo italiano del Lago di Lugano, in provincia di Como ma Diocesi di Milano. La processione per la grande Festa mariana di domenica 4 febbraio passerà infatti tra le viuzze addobbate da migliaia di fiori di carta nelle più svariate tonalità, pazientemente confezionati in questi mesi dalla gente del paese.

Un festa che si tiene ogni trent’anni

Un simile lavoro è giustificato dal fatto che la Festa patronale della Purificazione di Maria in questa veste così solenne si tiene soltanto ogni trent’anni. Il perché di questo intervallo di tempo così lungo è celato nei secoli passati. Un’ipotesi potrebbe essere il desiderio di rinverdire la devozione alla Madonna ad ogni nuova generazione, ma se l’origine della tradizione sia legato a un evento particolare nessuno finora è mai riuscito a scoprirlo. La documentazione fotografica permette di risalire “solo” fino al 1898, quando il paese viveva soprattutto di agricoltura, pesca ed emigrazione. Le immagini delle successive Feste del 1928 e del 1958 mostrano il fasto e la grande affluenza di persone da un po’ tutta la regione circostante, compresi naturalmente gli originari del paese tornati a casa per l’occasione. Nel 1988 poi la processione ebbe comunque luogo, anche se il numero degli ombrelli… gareggiava con quello dei fiori, per l’incessante pioggia che accompagnò le manifestazioni religiose all’esterno, sin dal giorno precedente.

I fiori adornano le porte

Oggi, in un tempo in cui è più facile ricorrere a fiori naturali, di stoffa o di plastica, quelli di carta restano i preferiti dalla popolazione che se ne serve per addobbare davanzali, balconi, o angoli caratteristici, come la fontana sulla piazza principale che costituisce un po’ il simbolo del paese. Ma i fiori sono soprattutto impiegati per adornare le “porte” sotto cui passa la processione, ossia degli archi appositamente costruiti per l’occasione, con una sorta di gara tra gli abitanti dei diversi rioni per realizzare il migliore. In un’epoca radicalmente diversa dalla precedenti, queste tradizioni – al di là e al di sopra del semplice folclore – rimangono un modo singolare di rendere onore alla Madonna la cui pregevole statua, forse ottocentesca e di raffinata fattura, può sempre essere ammirata nella chiesa parrocchiale di Cima.

Le informazioni per partecipare

La grande processione avrà luogo nel pomeriggio di domenica 4 febbraio con inizio alle 14, preceduta alle 10.30 dalla Messa solenne nella chiesa parrocchiale. Due altre processioni minori sono previste lungo altri percorsi venerdì 2 alle 20 dalla chiesetta di San Giorgio, sopra il paese, e sabato 3 alle 18 dal vicino santuario della Madonna della Caravina. Sul lungolago rimarrà attraccato un battello della Navigazione Lago di Lugano, con ristorazione. Per evitare problemi di parcheggio un bus-navetta presterà servizio da Porlezza.

(Fiorenzo Dell’Era)

Continua la lettura di Porlezza festa Mariana paese fiorito a febbraio sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Madesimo è sempre stata raggiungibile: niente paura per gli sciatori http://giornaledisondrio.it/attualita/madesimo-sempre-stata-raggiungibile-niente-paura-gli-sciatori/ http://giornaledisondrio.it/attualita/madesimo-sempre-stata-raggiungibile-niente-paura-gli-sciatori/#respond Thu, 18 Jan 2018 15:40:25 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23705 Il comunicato dei giorni scorsi da parte di Anas circa la chiusura della statale 36 nel tratto da Teggiate a Montespluga ha creato qualche equivoco circa i collegamenti con la località turistica. Madesimo mai isolata La strada, dunque, per raggiungere la rinomata località sciistica della valle Spluga è sempre rimasta ampiamente percorribile. La chiusura insiste, […]

Continua la lettura di Madesimo è sempre stata raggiungibile: niente paura per gli sciatori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Il comunicato dei giorni scorsi da parte di Anas circa la chiusura della statale 36 nel tratto da Teggiate a Montespluga ha creato qualche equivoco circa i collegamenti con la località turistica.

Madesimo mai isolata

La strada, dunque, per raggiungere la rinomata località sciistica della valle Spluga è sempre rimasta ampiamente percorribile. La chiusura insiste, come detto, qualche chilometro più a monte in cui, al minimo segnale di tempo incerto, l’ente per le strade provvede alla chiusura anche perché la percorrenza della stessa è assai limitata.

Weekend senza problemi

Gli sciatori che vogliono raggiungere Madesimo per passare il fine settimana sulle piste non avranno dunque nulla da temere (almeno per il momento) circa la percorribilità della statale.

Continua la lettura di Madesimo è sempre stata raggiungibile: niente paura per gli sciatori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/madesimo-sempre-stata-raggiungibile-niente-paura-gli-sciatori/feed/ 0
Tirano, poliziotti aiutano a nascere una bimba http://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-poliziotti-aiutano-nascere-bimba/ http://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-poliziotti-aiutano-nascere-bimba/#respond Thu, 18 Jan 2018 13:52:59 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23696 Una storia bellissima. Tirano, poliziotti aiutano a nascere una bimba Due poliziotti in servizio al posto di polizia di frontiera di Tirano, hanno salvato una neonata che stava per nascere in automobile nei giorni scorsi a Tirano. Erano in servizio quando hanno ricevuto la chiamata dalla sala operativa che li informava che una donna in […]

Continua la lettura di Tirano, poliziotti aiutano a nascere una bimba sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Una storia bellissima.

Tirano, poliziotti aiutano a nascere una bimba

Due poliziotti in servizio al posto di polizia di frontiera di Tirano, hanno salvato una neonata che stava per nascere in automobile nei giorni scorsi a Tirano. Erano in servizio quando hanno ricevuto la chiamata dalla sala operativa che li informava che una donna in procinto di partorire e il compagno erano bloccati al Campone all’altezza del centro commerciale Tinello per via del traffico che si era creato a causa delle avverse condizioni meteo.

Azione

I due agenti si sono preoccupati di raggiungere l’ostetrica e portarla prontamente sul posto. Giunti al Campone, gli agenti hanno fatto il possibile perchè la donna e l’ostetrica raggiungessero al più presto l’ospedale Morelli di Sondalo. Dove poco dopo la piccola Emily è venuta al mondo. Non sono mancati i ringraziamenti della mamma della piccola che ha espresso profonda gratitudine.

Continua la lettura di Tirano, poliziotti aiutano a nascere una bimba sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/tirano-poliziotti-aiutano-nascere-bimba/feed/ 0
Bellagio uomo spara e uccide due cani http://giornaledisondrio.it/cronaca/bellagio-uomo-spara-uccide-due-cani/ Thu, 18 Jan 2018 13:48:13 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23698 Uomo spara e uccide due cani. E’ successo a Bellagio. Uomo spara e uccide cani L’uomo, un cittadino di Bellagio, classe 1986, avrebbe ucciso i due animali durante una battuta di caccia nell’area boschiva della località Brogno di Bellagio. I Carabinieri della Stazione di Bellagio lo hanno deferito in stato di libertà per uccisione di animali.

Continua la lettura di Bellagio uomo spara e uccide due cani sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Uomo spara e uccide due cani. E’ successo a Bellagio.

Uomo spara e uccide cani

L’uomo, un cittadino di Bellagio, classe 1986, avrebbe ucciso i due animali durante una battuta di caccia nell’area boschiva della località Brogno di Bellagio. I Carabinieri della Stazione di Bellagio lo hanno deferito in stato di libertà per uccisione di animali.

Continua la lettura di Bellagio uomo spara e uccide due cani sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Tirano, Comemisenti al Mignon http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/tirano-comemisenti-al-mignon/ http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/tirano-comemisenti-al-mignon/#respond Thu, 18 Jan 2018 13:15:04 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23685 Appuntamento giovedì 25. Tirano, Comemisenti al Mignon La stagione culturale Esci con Sbrighes! al Mignon fa parte dell’Azione comunità del progetto, che ha come obiettivo quello di riattivare la comunità del territorio dell’ambito di Tirano. L’azione intende innestare nuove pratiche di partecipazione e coinvolgimento della comunità nel progetto e nelle sue azioni. La stagione culturale […]

Continua la lettura di Tirano, Comemisenti al Mignon sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Appuntamento giovedì 25.

Tirano, Comemisenti al Mignon

La stagione culturale Esci con Sbrighes! al Mignon fa parte dell’Azione comunità del progetto, che ha come obiettivo quello di riattivare la comunità del territorio dell’ambito di Tirano. L’azione intende innestare nuove pratiche di partecipazione e coinvolgimento della comunità nel progetto e nelle sue azioni. La stagione culturale di Esci con Sbrighes! al Mignon, attraverso la promozione della cultura coinvolge Associazioni, Compagnie, Gruppi locali creando nuovi contesti di intrattenimento e aggregazione a cui i cittadini sono invitati a partecipare.

Appuntamento

Prossimo appuntamento è giovedì 25 gennaio alle 10.30 del mattino per le scuole e alle 21 per il pubblico – sempre al Mignon – con Vorrei un tempo lento lento della associazione culturale Comemisenti di Martina Medde. Biglietti per lo spettacolo serale ancora in vendita.

Continua la lettura di Tirano, Comemisenti al Mignon sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/tirano-comemisenti-al-mignon/feed/ 0
Elezioni Regionali 2018 Radicali in piazza sostenendo Gori http://giornaledisondrio.it/politica/elezioni-regionali-2018-radicali-piazza-sostenendo-gori/ http://giornaledisondrio.it/politica/elezioni-regionali-2018-radicali-piazza-sostenendo-gori/#respond Thu, 18 Jan 2018 13:06:33 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23687 Elezioni Regionali 2018: i radicali annunciano il sostegno a Giorgio Gori e saranno sabato in piazza per raccogliere le firme. Elezioni Regionali 2018: +Europa con Emma Bonino a Sondrio e Morbegno Sabato 20 gennaio Radicali Sondrio inizierà la raccolta firme per la lista +Europa con Emma Bonino in Lombardia. Saranno a Sondrio e a Morbegno, sempre dalle 9.00 […]

Continua la lettura di Elezioni Regionali 2018 Radicali in piazza sostenendo Gori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Elezioni Regionali 2018: i radicali annunciano il sostegno a Giorgio Gori e saranno sabato in piazza per raccogliere le firme.

Elezioni Regionali 2018: +Europa con Emma Bonino a Sondrio e Morbegno

Sabato 20 gennaio Radicali Sondrio inizierà la raccolta firme per la lista +Europa con Emma Bonino in Lombardia. Saranno a Sondrio e a Morbegno, sempre dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30. Nella competizione regionale del 4 marzo prossimo i radicali lombardi sostengono il candidato del centrosinistra Giorgio Gori. Ma la loro effettiva presenza sulle schede elettorali dipenderà dal numero di sottoscrizioni raggiunte.

Le firme da raccogliere e la protesta di Radicali Sondrio

Martedì il Pirellone ha votato il dimezzamento delle firme necessarie. Eppure lo scoglio (fissato adesso a 10mila nell’intero territorio regionale) resta per tutte quelle formazioni politiche minori che partono svantaggiate. A differenza di quelle che sono già rappresentate in Consiglio regionale e che non devono raccogliere le firme. “E’ proprio per questa disparità di trattamento che va a esclusivo beneficio di quanti sono già presenti nelle istituzioni – commentano Claudia Osmetti e Giovanni Sansi di Radicali Sondrio – Metteremo a disposizione di tutte quelle liste che continuano a essere obbligate alla raccolta firme, e che ce ne faranno richiesta, le nostre conoscenze e le nostre capacità in materia. La nuova legge elettorale, sia a livello nazionale che locale, è discriminatoria e anticostituzionale. Le corse a creare gruppi improvvisati e i provvedimenti ‘salva-amici’ decisi all’ultimo minuto sono solo l’ennesima conferma di una mentalità partitocratica che non ci appartiene e che mette a serio rischio i diritti politici dei cittadini”.

La proposta per più democrazia

Nel corso della giornata sarà quindi possibile sottoscrivere anche la proposta di legge a iniziativa popolare “Più democrazia, più sovranità al cittadino” con cui i Radicali intendono potenziare le forme di partecipazione diretta alla politica, grazie alla semplificazione delle procedure per promuovere i referendum, l’iniziativa legislativa popolare e la presentazione, appunto, delle liste elettorali. La lista +Europa con Emma Bonino, della quale è promotore il senatore della Valtellina Benedetto Della Vedova, denuncia il mancato rispetto, da parte del Consiglio lombardo, della legge regionale numero 1 del 1971 che impone tempi tassativi per la discussione delle proposte di legge popolari e che però negli ultimi due anni è stata puntualmente disattesa. “Nel 2016 abbiamo depositato due proposte, una sulla regolamentazione della cannabis terapeutica e una per l’istituzione del registro dei testamenti biologici – conclude Osmetti – sono state sottoscritte da oltre 14mila lombardi. Dovevano essere poste all’ordine del giorno mesi fa. Non si è mai mosso un dito, da parte di nessuno. Le regole non possono valere solo per qualcuno e per altri no”.

Continua la lettura di Elezioni Regionali 2018 Radicali in piazza sostenendo Gori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/politica/elezioni-regionali-2018-radicali-piazza-sostenendo-gori/feed/ 0
La riflessione del Prefetto su Warwarowka http://giornaledisondrio.it/attualita/23682/ http://giornaledisondrio.it/attualita/23682/#respond Thu, 18 Jan 2018 12:39:48 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23682 La riflessione del Prefetto su Warwarowka La riflessione del Prefetto su Warwarowka Il Prefetto della Provincia di Sondrio Giuseppe Mario Scalia, in occasione dell’evento del 23 gennaio 1945, data del sacrificio delle Nappine bianche del Battaglione di Morbegno durante la ritirata di Russia, esprime il proprio pensiero. “Solitamente in queste ricorrenze si è portati a […]

Continua la lettura di La riflessione del Prefetto su Warwarowka sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
La riflessione del Prefetto su Warwarowka

La riflessione del Prefetto su Warwarowka

Il Prefetto della Provincia di Sondrio Giuseppe Mario Scalia, in occasione dell’evento del 23 gennaio 1945, data del sacrificio delle Nappine bianche del Battaglione di Morbegno durante la ritirata di Russia, esprime il proprio pensiero.
“Solitamente in queste ricorrenze si è portati a ricordare, a riportare alla memoria i fatti e il perché di essi, ebbene vorrei stravolgere questa rituale modalità ed affermare il mio, forse errato, modo di pormi non soltanto in veste istituzionale ma di un uomo che tenta di compenetrarsi in quell’atmosfera così drammatica e crudele… Naturalmente, scaturirebbe, prioritariamente nel mio cuore, quel senso di desolazione e ricercherei un elemento della natura, che avrebbe il compito di far capire a me stesso quel luogo: esso è il vento, il solo vento che sa trovare la nota che sospira e sostiene tra tristi momenti di lotta. Trafiggerei, poi, di lontananza in lontananza quella terra
insanguinata e, con amarezza, non saprei in quel giorno trovare nulla che duri fino al chiarore delle stelle. Sì, in quello spazio terreno ove la battaglia si svolse, le sovrastanti stelle sono prive di luce perché tristi e un buio totale avvolge tutto e tutti, anche quei giovani Alpini, valorosi Soldati che… non hanno alcuna colpa. Terra e cielo in un freddo abbraccio ed ingiustificato attendono la pace che, grazie a Dio, poi giungerà… ma quanta sofferenza, quanto dolore, quanti sacrifici. Forse sarebbe stato sufficiente in quel frangente un pizzico di umiltà, di bontà, una goccia d’amore e Warwarowka sarebbe stata ricordata come un luogo incantevole… Ciò non è stato … e il Valore Incommensurabile di quei Soldati Alpini con la S maiuscola è nei miei e nei vostri occhi”.

Il ringraziamento

“Un grazie immenso perché tutti noi viviamo grazie a Voi Alpini, nella libertà. Ogni nostro cuore ha impresso una stilla di sangue di un Alpino, che non si cancellerà mai più. E’ il nutrimento della nostra Vita, della Libertà e della Fratellanza”.

Continua la lettura di La riflessione del Prefetto su Warwarowka sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/23682/feed/ 0
Valmalenco Ultra Trail: già aperte le iscrizioni http://giornaledisondrio.it/sport/valmalenco-ultra-trail-gia-aperte-le-iscrizioni/ http://giornaledisondrio.it/sport/valmalenco-ultra-trail-gia-aperte-le-iscrizioni/#respond Thu, 18 Jan 2018 11:15:44 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23677 Sono già aperte le iscrizioni all’edizione 2018 della Valmalenco Ultra Trail. La gara per uomini e donne d’acciaio si terrà il 20 e 21 luglio. La Valmalenco Ultra Trail diventa annuale Da progetto biennale a appuntamento fisso. Il successo dell’esordio ha stregato atleti, amministratori locali, rifugisti e semplici appassionati che in più di un’occasione hanno richiesto […]

Continua la lettura di Valmalenco Ultra Trail: già aperte le iscrizioni sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Sono già aperte le iscrizioni all’edizione 2018 della Valmalenco Ultra Trail. La gara per uomini e donne d’acciaio si terrà il 20 e 21 luglio.

La Valmalenco Ultra Trail diventa annuale

Da progetto biennale a appuntamento fisso. Il successo dell’esordio ha stregato atleti, amministratori locali, rifugisti e semplici appassionati che in più di un’occasione hanno richiesto al comitato organizzatore che la Valmalenco Ultradistance Trail diventasse una costante nel calendario estivo della Valle incastonata tra il Pizzo Bernina e il Monte Disgrazia.

Si corre a luglio

Detto, fatto. Trovata una data che non andasse a cozzare con i numerosi appuntamenti podistici proposti in zona, Fabio Cometti e il suo staff hanno sciolto le riserve. I giorni da segnarsi in agenda sono quelli del 20 e 21 luglio. Il format? Quello vincente dello scorso anno. Ci sarà la prova individuale da 90 chilometri e 6000 metri di dislivello positivo. E anche una formula staffetta a 3 elementi sul medesimo percorso.

L’Alta via della Valmalenco

Banco di prova per tutti i concorrenti, la spettacolare Alta Via della Valmalenco che li porterà a toccare ben 15 rifugi con 4 scollinamenti oltre quota 2.600 metri. Il tutto attraverso ripide bocchette, veloci single track e  passaggi mozzafiato al limite dei ghiacciai nel gruppo del Bernina. Una gara tecnica la VUT. Una corsa per veri trailer che amano l’alta montagna e sanno muoversi in questo ambiente. Prova ne è che l’ International Trail Running Association ha valutato l’itinerario con ben 5 punti. La gara sarà inoltre qualificante per l’Ultra Trail du Mont Blanc.

Le iscrizioni online

Sotto chi tocca quindi, le iscrizioni sono aperte con una quota di lancio da non perdere. Maggiori informazioni sul sito valmalencoultratrail.com.

Continua la lettura di Valmalenco Ultra Trail: già aperte le iscrizioni sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/sport/valmalenco-ultra-trail-gia-aperte-le-iscrizioni/feed/ 0
Trovata morta ragazza in un cespuglio giallo in Brianza VIDEO http://giornaledisondrio.it/cronaca/trovata-morta-ragazza-un-cespuglio/ Thu, 18 Jan 2018 11:06:21 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23678 Trovata morta ragazza dietro ad un cespuglio in via Resegone a Seregno, in Brianza. Trovata morta ragazza in un cespuglio a Seregno Il cadavere di una donna, sembrerebbe di giovane età, è stato trovato dietro ad un cespuglio in via Resegone a Seregno. Il corpo è stato scoperto da due persone intorno alle 10 di […]

Continua la lettura di Trovata morta ragazza in un cespuglio giallo in Brianza VIDEO sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Trovata morta ragazza dietro ad un cespuglio in via Resegone a Seregno, in Brianza.

Trovata morta ragazza in un cespuglio a Seregno

Il cadavere di una donna, sembrerebbe di giovane età, è stato trovato dietro ad un cespuglio in via Resegone a Seregno. Il corpo è stato scoperto da due persone intorno alle 10 di questa mattina mentre passeggiavano con il cane. Al momento del ritrovamento il cadavere si trovava accanto ad un sedile – forse di una macchina – abbandonato proprio dietro allo stesso cespuglio.

Aggiornamenti su giornaledimonza.it

Continua la lettura di Trovata morta ragazza in un cespuglio giallo in Brianza VIDEO sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Colpo di pistola accidentale nella Bergamasca: muore la fidanzata 21enne http://giornaledisondrio.it/cronaca/colpo-di-pistola-accidentale-bergamasca/ Thu, 18 Jan 2018 09:56:12 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23672 Colpo di pistola accidentale esploso per errore dal giovane, ex guardia giurata. E’ successo a Villa D’Almè, all’imbocco della Val Brembana. Tragico colpo di pistola accidentale Tragedia nella non lontana Bergamasca, dove un 21enne ha ucciso per errore la fidanzata coetanea con un colpo di pistola. Come racconta giornaleditreviglio.it, l’arma, regolarmente detenuta (il ragazzo è […]

Continua la lettura di Colpo di pistola accidentale nella Bergamasca: muore la fidanzata 21enne sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Colpo di pistola accidentale esploso per errore dal giovane, ex guardia giurata. E’ successo a Villa D’Almè, all’imbocco della Val Brembana.

Tragico colpo di pistola accidentale

Tragedia nella non lontana Bergamasca, dove un 21enne ha ucciso per errore la fidanzata coetanea con un colpo di pistola. Come racconta giornaleditreviglio.it, l’arma, regolarmente detenuta (il ragazzo è un ex guardia giurata) è finita nelle mani della ragazza per caso: l’ha trovata in un cassetto mentre cercava un documento per prenotare un viaggio online in vista di una breve vacanza di coppia.

I due protagonisti

E’ successo ieri sera, mercoledì, intorno alle 19, in un’appartamento a Villa d’Almé della famiglia di Denis Zeni. Ad avere la peggio è stata Alessandra Cornago, di Ponteranica, studentessa.

La dinamica

La giovane, stupita dall’imprevisto ritrovamento nel cassetto, ha passato l’arma al fidanzato perché la spostasse, ma non sapeva che fosse carica. E senza la sicura inserita. Quando il giovane l’ha afferrata è partito un colpo. Da mezzo metro di distanza, e l’ha colpita in testa senza lasciarle scampo.

Continua la lettura di Colpo di pistola accidentale nella Bergamasca: muore la fidanzata 21enne sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Bando speciale per studenti di Pro Valtellina e Fondazione Creval http://giornaledisondrio.it/economia/bando-speciale-studenti-pro-valtellina-fondazione-creval/ http://giornaledisondrio.it/economia/bando-speciale-studenti-pro-valtellina-fondazione-creval/#respond Thu, 18 Jan 2018 09:46:02 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23668 Mancano pochi giorni per partecipare al bando speciale dedicato alle attività in favore degli studenti quali quelle di “dopo scuola” dove essi possano essere professionalmente seguiti e aiutati sia nello studio sia nell’attività sportiva. La scadenza è il 31 gennaio. Lo stanziamento è di 100 mila euro Centomila euro a sostegno delle generazioni future e delle […]

Continua la lettura di Bando speciale per studenti di Pro Valtellina e Fondazione Creval sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Mancano pochi giorni per partecipare al bando speciale dedicato alle attività in favore degli studenti quali quelle di “dopo scuola” dove essi possano essere professionalmente seguiti e aiutati sia nello studio sia nell’attività sportiva. La scadenza è il 31 gennaio.

Lo stanziamento è di 100 mila euro

Centomila euro a sostegno delle generazioni future e delle loro famiglie: dopo scuola, sostegno in orario scolastico, avvicinamento alle scienze matematiche, fisiche, astronomiche e geografiche, percorsi di formazione scolastica che favoriscano l’avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro. Sono questi i contenuti del bando nato per realizzare progetti volti a sostenere attività quotidiane e organiche di “dopo scuola” dove gli studenti possano essere seguiti ed aiutati sia nello studio sia nell’attività sportiva, progetti per garantire un sostegno durante l’orario scolastico a studenti in difficoltà per condizioni fisiche e/o mentali. Saranno, come sempre, privilegiati percorsi innovativi (esperienziali, interattivi) per l’avvicinamento, l’apprendimento e l’approfondimento delle scienze matematiche, fisiche, astronomiche e geografiche, e progetti volti a supportare, incentivare e diffondere le eccellenze formative in ambito scolastico. Saranno inoltre favoriti i percorsi di formazione scolastica che favoriscano l’avvicinamento e la conoscenza degli studenti con il mondo del lavoro.

Ecco dove trovare il bando

Un obiettivo importante e molto concreto per aiutare gli studenti e le loro famiglie nel percorso di scolarizzazione, prevenendo situazioni di abbandono scolastico e devianza, e favorendo materie generalmente considerate ostili come la matematica o la fisica. Un interesse quindi rinnovato anche per l’astronomia e la geografia, materie dismesse che potrebbero invece diventare fondamentali nel percorso di studio.
Tutto il materiale è disponibile sui siti www.provaltellina.orgwww.creval.it/fondazione.

Continua la lettura di Bando speciale per studenti di Pro Valtellina e Fondazione Creval sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/economia/bando-speciale-studenti-pro-valtellina-fondazione-creval/feed/ 0
Il Conto solidarietà Bps ha donato oltre 44 mila euro http://giornaledisondrio.it/altro/conto-solidarieta-bps-donato-oltre-44-mila-euro/ http://giornaledisondrio.it/altro/conto-solidarieta-bps-donato-oltre-44-mila-euro/#respond Thu, 18 Jan 2018 09:36:46 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23666 Ammonta a 44.600 euro l’importo delle donazioni grazie al Conto solidarietà Bps. E’ dunque positivo il bilancio del 2017. Conto solidarietà Bps: ecco come funziona Dal 1996 la Banca Popolare di Sondrio offre alla clientela la possibilità di aprire conti a sfondo etico, quale attestazione della vocazione solidaristica che contraddistingue l’istituto bancario valtellinese. In particolare, attraverso […]

Continua la lettura di Il Conto solidarietà Bps ha donato oltre 44 mila euro sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Ammonta a 44.600 euro l’importo delle donazioni grazie al Conto solidarietà Bps. E’ dunque positivo il bilancio del 2017.

Conto solidarietà Bps: ecco come funziona

Dal 1996 la Banca Popolare di Sondrio offre alla clientela la possibilità di aprire conti a sfondo etico, quale attestazione della vocazione solidaristica che contraddistingue l’istituto bancario valtellinese. In particolare, attraverso il Conto Corrente Solidarietà, riservato ai privati, la banca si impegna, ogni anno, a devolvere in beneficenza un importo commisurato alle giacenze medie annue. Il Conto Corrente Solidarietà può essere richiesto in ogni filiale della Banca Popolare di Sondrio: l’obiettivo è quello di incrementare le elargizioni a favore di importanti istituzioni benefiche.

I beneficiari del 2017

Relativamente all’anno passato, la Banca Popolare di Sondrio, nel rispetto di quanto indicato dai titolari dei predetti rapporti, ha destinato 21.810 euro all’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro; 11.760 euro al Comitato Italiano UNICEF – Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia; 3.080 euro all’Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS); 4.190 euro all’Associazione Donatori Midollo Osseo (ADMO);  3.760 euro all’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA). Queste realtà potranno utilizzare le somme a loro discrezione.

Continua la lettura di Il Conto solidarietà Bps ha donato oltre 44 mila euro sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/altro/conto-solidarieta-bps-donato-oltre-44-mila-euro/feed/ 0
Disagi treni Trenord replica alla Cisl http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-replica-alla-cisl/ http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-replica-alla-cisl/#respond Thu, 18 Jan 2018 09:30:01 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23664 Disagi treni Trenord: arriva la replica alla lettera della Cisl da parte dell’azienda. Alcune delle richieste del sindacato sono già attive. Disagi treni Trenord fornisce i numeri Nella risposta di Trenord alla Cisl ci sono i dati relativi ai primi giorni dell’anno. “Dall’1 gennaio ad ora (15.51 del 17-01-2018) sulla direttrice Milano-Lecco-Sondrio-Tirano sono circolati complessivamente […]

Continua la lettura di Disagi treni Trenord replica alla Cisl sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Disagi treni Trenord: arriva la replica alla lettera della Cisl da parte dell’azienda. Alcune delle richieste del sindacato sono già attive.

Disagi treni Trenord fornisce i numeri

Nella risposta di Trenord alla Cisl ci sono i dati relativi ai primi giorni dell’anno. “Dall’1 gennaio ad ora (15.51 del 17-01-2018) sulla direttrice Milano-Lecco-Sondrio-Tirano sono circolati complessivamente 1099 treni, comprensivi dei RegioExpress e dei regionali che percorrono anche la linea Colico-Chiavenna. Di questi ne sono stati soppressi 9, tra cui quelli coinvolti nel suicidio di una persona, lo scorso 10 gennaio a Monza. Giova ricordare che la direttrice si estende, da Lecco, per 105 chilometri su un unico binario, con oltre 60 passaggi a livello”.

Puntualità sopra l’87%

Trenord specifica inoltre che la puntualità dei treni sulle tratte interessate è superiore all’87%. E l’azienda aggiunge: “Il nostro customer service non ha rilevato segnalazioni, né al call center attivo tutti i giorni dalle 5 del mattino all’1 di notte, né presso l’ufficio reclami. Quanto alla manutenzione, la notte è attivo tra Colico, Sondrio e Tirano un team del “deposito esteso” di Trenord”.

Continua la lettura di Disagi treni Trenord replica alla Cisl sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-replica-alla-cisl/feed/ 0
Rolfi: “Mi ricandido al Pirellone per una stagione di grandi riforme” http://giornaledisondrio.it/politica/rolfi-mi-ricandido-al-pirellone-per-una-stagione-di-grandi-riforme/ http://giornaledisondrio.it/politica/rolfi-mi-ricandido-al-pirellone-per-una-stagione-di-grandi-riforme/#respond Thu, 18 Jan 2018 07:00:32 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23702 Rolfi: “Mi ricandido al Pirellone per una stagione di grandi riforme”. Fabio Rolfi, 40 anni, sposato e con una bambina, laureato in Economia, consigliere regionale della Lega, e dal 2016 anche presidente della Commissione Sanità (di cui è anche responsabile per la segreteria nazionale della Lega Lombarda), non vuole assolutamente lasciare a metà strada il […]

Continua la lettura di Rolfi: “Mi ricandido al Pirellone per una stagione di grandi riforme” sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Rolfi: “Mi ricandido al Pirellone per una stagione di grandi riforme”. Fabio Rolfi, 40 anni, sposato e con una bambina, laureato in Economia, consigliere regionale della Lega, e dal 2016 anche presidente della Commissione Sanità (di cui è anche responsabile per la segreteria nazionale della Lega Lombarda), non vuole assolutamente lasciare a metà strada il suo percorso.

Impegnato nella Lega da quando aveva 17 anni. Una passione che dura da qualche lustro. Ma è ancora così viva?
«Assolutamente sì, nelle varie fasi politiche la passione verso la Lega è rimasta viva, ma anche verso la politica, verso il territorio e verso l’impegno pubblico».

E’ stato anche vicesindaco della seconda città della Lombardia, Brescia, un impegno non da poco…
«Un impegno molto bello per quello che ho vissuto io. Io dico sempre che il luogo più bello dove fare politica è nella propria comunità perché tocchi con mano la concretezza della città e il risultato delle tue scelte e del tuo impegno. Ma soprattutto la cosa più bella, per chi fa politica, è il rapporto incessante, quotidiano, faticoso con la gente che ti richiama a misurarti con pragmatismo, a risolvere il problema e arrivare alla soluzione del problema che ti è stato posto, Cosa che spesso ai livelli più alti, seppur più importanti, non c’è. Per cui quello è un elemento che ricordo con molto favore e che mi è servito a formarmi ed è anche un po’ il metro di misura del mio agire politico oggi, poiché anche nell’attività in Regione si guarda molto a Brescia. Senza dimenticare, soprattutto nella fase elettorale il fatto che penalizzi un po’ la famiglia, i momenti quotidiani da dedicare alla mia bambina. E credo che questo sia il sacrificio più pesante per chi si impegna nel pubblico. La mia fortuna è comunque avere una famiglia che supporta questa mia passione».

E qual è il suo bilancio, da amministratore, in questo fine mandato?
«Un bilancio personale che ritengo positivo per me e per la Giunta regionale, che ho avuto l’onore di supportare come consigliere. Questa è stata una stagione di grandi riforme. Ne possiamo citare tante: tra le prime quella che avrà i suoi frutti negli anni, coraggiosa ma necessaria, la sanità. Una riforma che porta la sanità ad essere più a contatto con i cittadini e meno ospedalocentrica, più attenta alle sfide emergenti come gli anziani, gli ammalati cronici. Con l’obiettivo di eliminare le lunghe liste d’attesa portando la tutela della salute pubblica lombarda ancora più in alto di quanto già non lo sia. E a questo proposito ho già avuto un colloquio con il candidato presidente Attilio Fontana, che si è subito mostrato sensibile a questo tema. E poi, ancora, la legge sulla ludopatia, di cui sono stato relatore, una vera e propria battaglia contro il gioco d’azzardo patologico. La fortuna e l’orgoglio di esserne appunto stato relatore, la prima legge regionale in Italia su un tema che ha spalancato le porte su questa grave patologia. Ricordo poi la legge contro il consumo del suolo, le normative per contenere la diffusione dei centri commerciali, la legge anti moschee, la battaglia contro il burka, i tanti investimenti per la sicurezza e per il sostegno alle imprese nel campo agricolo. Insomma, una grande stagione per la Lombardia».

E l’iniziativa di cui va in assoluto più orgoglioso?
«Se devo fare una scala di valori sottolineo ancora quella sulla ludopatia, perché mi ha consentito di approfondire e conoscere il dramma di migliaia di famiglie lombarde. Nel costruire la legge sono entrato in contatto con i gruppi di giocatori anonimi partecipando e vivendo le loro sensazioni emotive, i disastri finanziari causati da questa nuova droga immateriale, che è appunto il gioco d’azzardo, e quindi con orgoglio posso dire che in Lombardia oggi siamo arrivati a ridurre le sale gioco, grazie alle norme più restrittive che siamo riusciti a creare, anche col mio contributo. E il fatto che ci sia anche il mio nome su questa nuova “frontiera” mi rende molto felice».

E sulla sua città, Brescia, e tutto il suo territorio provinciale?
«Per il mio territorio massima attenzione al lavoro e all’ambiente, di cui poi credo che vada assolutamente valorizzato il lavoro svolto dall’assessore Terzi. E’ stata bloccata tutta una serie di discariche che venivano avanti, soprattutto nella zona di Montichiari, Calcinate e dintorni. Una rivoluzione normativa, banale se vogliamo, che ha introdotto un concetto molto semplice, oltre una certa soglia di rifiuti non bisogna andare con nuove autorizzazioni, proprio e soprattutto a tutela della salute dei residenti».

Roberto Maroni si è defilato, almeno negli annunci, da ulteriori impegni politici e in questo momento la Lega è in forte fibrillazione…
«Sono dispiaciuto per la scelta del presidente Maroni perché abbiamo lavorato bene e avremmo avuto grandi consensi, ma dobbiamo guardare al futuro. E il futuro è Attilio Fontana, un amministratore che ho avuto la fortuna di conoscere quando ero vicesindaco a Brescia di cui ho apprezzato serietà, competenza, intelligenza e anche la volontà di farsi carico dei problemi tipica dell’amministratore locale. Quindi sono convinto che ai lombardi offriamo un ottimo candidato e un ottimo programma che sarà nella logica della continuità».

Continua la lettura di Rolfi: “Mi ricandido al Pirellone per una stagione di grandi riforme” sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/politica/rolfi-mi-ricandido-al-pirellone-per-una-stagione-di-grandi-riforme/feed/ 0
Disagi treni Trenord La Cisl chiede più manutenzione http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-la-cisl-chiede-piu-manutenzione/ http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-la-cisl-chiede-piu-manutenzione/#respond Thu, 18 Jan 2018 06:43:30 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23659 Disagi treni Trenord: interviene la Cisl di Sondrio per chiedere all’azienda più manutenzione. Lo fa con una letta inviata ai vertici di Trenord. Disagi treni Trenord: Cisl in campo A seguito degli innumerevoli disagi che da  tempo caratterizzano la condizione dei viaggiatori sulle linee ferroviarie della nostra provincia anche a causa dei guasti sui treni, […]

Continua la lettura di Disagi treni Trenord La Cisl chiede più manutenzione sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Disagi treni Trenord: interviene la Cisl di Sondrio per chiedere all’azienda più manutenzione. Lo fa con una letta inviata ai vertici di Trenord.

Disagi treni Trenord: Cisl in campo

A seguito degli innumerevoli disagi che da  tempo caratterizzano la condizione dei viaggiatori sulle linee ferroviarie della nostra provincia anche a causa dei guasti sui treni, la Cisl di Sondrio ha inoltrato una nota a Trenord. Lo scopo è conoscere l’attuale condizione del sistema di manutenzione. La Cisl sondriese da sempre sostiene che è prioritario intervenire con un’adeguata manutenzione per scongiurare i sempre più frequenti guasti del materiale rotabile. Che sono determinati anche dalla evidente vetustà dei convogli che compongono la flotta di Trenord.

Treni vecchi e troppi guasti

Secondo quanto reso noto dalla Cisl poco meno della metà della flotta di Trenord (circa il 45%) è composta da treni che hanno un’età superiore ai 35 anni. E  in una tale condizione di vetustà che vede procedere molto lentamente la fase di innovazione con sostituzione dei vecchi treni con altri nuovi non si può prescindere dall’implementare la manutenzione facendo investimenti mirati su questo segmento. E’ da considerare che all’aumento dell’età dei convogli deve necessariamente corrispondere un’implementazione costante del sistema manutentivo. In pratica, se possiedo un’automobile datata sarò costretto a rivolgermi più frequentemente ad un meccanico e più l’età della mia automobile avanza più frequenti saranno le mie visite presso un’officina.

Servono interventi sul territorio

Sempre secondo la Cisl, il programma manutentivo di Trenord non può rimanere stabile nel tempo ma deve essere via via adeguato alla condizione dei treni. E soprattutto deve essere implementata la manutenzione di “deposito esteso”. Si tratta di quella che avviene al di fuori dei depositi strutturalmente adibiti alla manutenzione e che consiste negli interventi che si praticano presso le stazioni dove sosta il treno per la messa a punto quotidiana. Questo potrebbe evitare quei guasti, peraltro molto frequenti, quali ad esempio il malfunzionamento delle porte. Guasti
che non richiedono interventi complessi ma che, allorquando si verificano, possono determinare la soppressione della corsa.

 

Continua la lettura di Disagi treni Trenord La Cisl chiede più manutenzione sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/disagi-treni-trenord-la-cisl-chiede-piu-manutenzione/feed/ 0
La spesa che fa bene Iperal premia 500 scuole http://giornaledisondrio.it/economia/la-spesa-bene-iperal-premia-500-scuole/ http://giornaledisondrio.it/economia/la-spesa-bene-iperal-premia-500-scuole/#respond Thu, 18 Jan 2018 06:32:29 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23656 Per quasi 500 scuole di sette province della Lombardia arrivano i regali dell’iniziativa “La Spesa che fa bene – Iperal per la Scuola”. Riceveranno strumenti importanti per una didattica moderna, quali videoproiettori, televisori, notebook, computer, fotocamere, tablet e stampanti. La Spesa che fa bene – Iperal per la Scuola Con l’obiettivo di assicurare un sostegno […]

Continua la lettura di La spesa che fa bene Iperal premia 500 scuole sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Per quasi 500 scuole di sette province della Lombardia arrivano i regali dell’iniziativa “La Spesa che fa bene – Iperal per la Scuola”. Riceveranno strumenti importanti per una didattica moderna, quali videoproiettori, televisori, notebook, computer, fotocamere, tablet e stampanti.

La Spesa che fa bene – Iperal per la Scuola

Con l’obiettivo di assicurare un sostegno concreto alle scuole il Gruppo Iperal  ha promosso l’iniziativa coinvolgendo tutti i suoi clienti e mettendo a disposizione oltre 250mila euro in premi. Più di 100 gli istituti comprensivi coinvolti per un totale di quasi 500 scuole. Più del doppio della precedente edizione, tra primarie e secondarie di primo grado, pubbliche e paritarie. Anche l’adesione dei clienti è stata superiore all’edizione 2016: sono stati consegnati alle scuole oltre 730mila bollini.

Como e Sondrio sul podio

Como e Sondrio le province sul podio con l’istituto comprensivo di Gravedona e Uniti vincitore davanti a quelli di Porlezza e di Grosio, Grosotto e Sondalo. Tra i primi ancora Sondrio, con Delebio quarto, il Garibaldi di Chiavenna sesto, il Paesi Retici di Sondrio settimo e il Bertacchi di Chiavenna ottavo. E poi Lecco, con Calolziocorte quinto e Colico decimo. E Bergamo, con Costa Volpino al nono posto. Senza dimenticare Brescia, con Darfo Boario Terme all’undicesimo posto. Tra i partecipanti figurano 16 istituti scolastici della provincia di Como, 21 di quella di Sondrio, 23 di Lecco, 25 di Bergamo, 10 di Brescia, 15 di Monza e Brianza, 2 di Varese, a rappresentare tutte le province della Lombardia nelle quali il Gruppo Iperal è presente con i suoi 37 punti vendita. Al primo istituto classificato è stato assegnato un premio di 16mila euro, 12mila al secondo, 8mila al terzo, 5mila dal quarto al decimo, 3500 dall’undicesimo al trentesimo, 2500 fino al cinquantesimo e mille euro ai restanti. Soldi che si tramuteranno nei premi scelti da ciascun partecipante.

Il commento del presidente del gruppo Iperal

“La nostra più grande soddisfazione è quella di poter garantire un aiuto al sistema scolastico – sottolinea il presidente del Gruppo Iperal Antonio Tirelli -, di consentire agli insegnanti di proporre nuovi progetti e agli alunni di realizzarli per accrescere le loro conoscenze e di migliorare la loro preparazione. Il grande successo dell’iniziativa è merito della nostra clientela che, negli anni, attraverso la Spesa che fa bene, ha dato prova di grande sensibilità e di attenzione ai bisogni dei territori”.

Continua la lettura di La spesa che fa bene Iperal premia 500 scuole sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/economia/la-spesa-bene-iperal-premia-500-scuole/feed/ 0
Aprica, i 20 anni del coro Eco di Gambuer http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/aprica-20-anni-del-coro-eco-gambuer/ http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/aprica-20-anni-del-coro-eco-gambuer/#respond Thu, 18 Jan 2018 05:42:10 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23652 La comunità fa gli auguri al sodalizio. Aprica, i 20 anni del coro Eco di Gambuer Il 15 gennaio il coro Eco di Gambuer di Aprica ha compiuto 20 anni. E’ stato infatti fondato il 15 gennaio 1998 e per 20 anni ha accompagnato la vita quotidiana della comunità della stazione turistica orobica, facendo sentire […]

Continua la lettura di Aprica, i 20 anni del coro Eco di Gambuer sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
La comunità fa gli auguri al sodalizio.

Aprica, i 20 anni del coro Eco di Gambuer

Il 15 gennaio il coro Eco di Gambuer di Aprica ha compiuto 20 anni. E’ stato infatti fondato il 15 gennaio 1998 e per 20 anni ha accompagnato la vita quotidiana della comunità della stazione turistica orobica, facendo sentire la sua voce in ogni occasione importante e ufficiale. Attualmente è in cerca di nuovi membri e per questo lancia un appello all’adesione. Il ritrovo è ogni venerdì sera al centro direzionale di Aprica.

Continua la lettura di Aprica, i 20 anni del coro Eco di Gambuer sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/aprica-20-anni-del-coro-eco-gambuer/feed/ 0
Cai Valfurva alle Eolie http://giornaledisondrio.it/altro/cai-valfurva-alle-eolie/ http://giornaledisondrio.it/altro/cai-valfurva-alle-eolie/#respond Wed, 17 Jan 2018 18:48:10 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23647 Viaggio in autunno. Cai Valfurva alle Eolie Il Cai Valfurva in collaborazione con le Isole d’Italia T.O. propone un trekking alle isole Eolie dal 30 settembre al 7 ottobre 2018. La prenotazione è obbligatoria entro il 20 marzo prossimo e per questo il sodalizio invita gli interessati a prenotare al più presto. Informazioni per il […]

Continua la lettura di Cai Valfurva alle Eolie sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Viaggio in autunno.

Cai Valfurva alle Eolie

Il Cai Valfurva in collaborazione con le Isole d’Italia T.O. propone un trekking alle isole Eolie dal 30 settembre al 7 ottobre 2018. La prenotazione è obbligatoria entro il 20 marzo prossimo e per questo il sodalizio invita gli interessati a prenotare al più presto. Informazioni per il programma e la prenotazione chiamando il presidente Luciano Bertolina al 335 8044012.

Continua la lettura di Cai Valfurva alle Eolie sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/altro/cai-valfurva-alle-eolie/feed/ 0
Funivia chiusa per il vento 500 sciatori scortati a valle a piedi dal Soccorso Alpino http://giornaledisondrio.it/attualita/funivia-chiusa-vento-500-sciatori-scortati-valle-piedi-dal-soccorso-alpino/ http://giornaledisondrio.it/attualita/funivia-chiusa-vento-500-sciatori-scortati-valle-piedi-dal-soccorso-alpino/#respond Wed, 17 Jan 2018 16:55:16 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23641 Niente da fare. Non si sono presentate le sperate di condizioni di sicurezza per la riapertura della funivia chiusa per il vento. Accompagnati a valle dal Soccorso Alpino Il principale impianto di collegamento tra Barzio e i Piani di Bobbio è rimasto inattivo. Per questo gli uomini del Soccorso Alpino, in particolare quelli della Stazione […]

Continua la lettura di Funivia chiusa per il vento 500 sciatori scortati a valle a piedi dal Soccorso Alpino sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Niente da fare. Non si sono presentate le sperate di condizioni di sicurezza per la riapertura della funivia chiusa per il vento.

Accompagnati a valle dal Soccorso Alpino

Il principale impianto di collegamento tra Barzio e i Piani di Bobbio è rimasto inattivo. Per questo gli uomini del Soccorso Alpino, in particolare quelli della Stazione Valsassina Valvarrone, hanno “scortato” a valle circa 500 sciatori che questo pomeriggio si trovavano a Bobbio. Tantissimi i bambini degli sci club e delle scuole sci. Una ventina di volontari ha garantito la discesa di giovanissimi  e adulti in sicurezza. Diverse le jeap del soccorso Alpino e dei gestori dell’impianto che hanno fatto la spola. Non solo ma gli uomini in tuta gialla hanno posizionato in più punti anche delle corde fisse per evitare pericolose scivolate e incidenti.

Funivia chiusa per il vento

Il forte vento ha costretto gli operatori a chiudere il principale impianto di risalita  dei Piani di Bobbio. Al momento erano presenti circa 800 tra sciatori ed escursionisti.

Continua la lettura di Funivia chiusa per il vento 500 sciatori scortati a valle a piedi dal Soccorso Alpino sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/funivia-chiusa-vento-500-sciatori-scortati-valle-piedi-dal-soccorso-alpino/feed/ 0
Il presunto omicida della valtellinese sgozzata a Milano VIDEO http://giornaledisondrio.it/cronaca/il-presunto-omicida-di-marilena-negri-in-un-video/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/il-presunto-omicida-di-marilena-negri-in-un-video/#respond Wed, 17 Jan 2018 14:10:02 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23612 La trasmissione chi l’ha visto ha da poco diffuso il video del presunto assassino di Marilena Negri. La donna originaria di Aprica è stata sgozzata mentre si trovava a passeggio con il cane in un parco nel quartiere Affori di Milano. Omicidio Marilena Negri Marilena Negri, 67enne originaria di Aprica, è stata uccisa a Milano […]

Continua la lettura di Il presunto omicida della valtellinese sgozzata a Milano VIDEO sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
La trasmissione chi l’ha visto ha da poco diffuso il video del presunto assassino di Marilena Negri. La donna originaria di Aprica è stata sgozzata mentre si trovava a passeggio con il cane in un parco nel quartiere Affori di Milano.

Omicidio Marilena Negri

Marilena Negri, 67enne originaria di Aprica, è stata uccisa a Milano nel quartiere Affori mentre era fuori per far uscire il cane. Un omicidio efferato da parte del killer che ne ha ricavato solo una catenina d’oro che la vittima portava al collo. Ora però l’omicida potrebbe avere un volto grazie alle riprese fornite dalla Polizia di stato.

Appello di Chi l’ha visto

“Un giubbotto impermeabile blu e verde col cappuccio calzato e un paio di pantaloni neri. Così nel video integrale il sospetto assassino di Marilena Negri, uccisa nel parco Villa Litta di #Milano il 23 novembre. Qualcuno lo riconosce? La Squadra mobile ha fornito un numero di telefono per le segnalazioni: 3494566310 #chilhavisto 11:30″ questo l’appello di Chi l’ha visto sulla sua pagina Facebook che noi riproponiamo.

Continua la lettura di Il presunto omicida della valtellinese sgozzata a Milano VIDEO sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/il-presunto-omicida-di-marilena-negri-in-un-video/feed/ 0
Traforo del Mortirolo, arrivano i soldi per lo studio di prefattibilità http://giornaledisondrio.it/attualita/traforo-del-mortirolo-arrivano-soldi-lo-studio-prefattibilita/ http://giornaledisondrio.it/attualita/traforo-del-mortirolo-arrivano-soldi-lo-studio-prefattibilita/#respond Wed, 17 Jan 2018 16:32:25 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23632 “Rispettando gli impegni presi col territorio e grazie alla forte collaborazione coi Presidenti Mottinelli e Della Bitta, oggi abbiamo dato il via a un importante protocollo che consentirà la valorizzazione dell’area del Passo del Mortirolo oltre a finanziare uno studio di prefattibilità per valutare la realizzazione del traforo del Mortirolo”. A dichiararlo è Ugo Parolo, […]

Continua la lettura di Traforo del Mortirolo, arrivano i soldi per lo studio di prefattibilità sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
“Rispettando gli impegni presi col territorio e grazie alla forte collaborazione coi Presidenti Mottinelli e Della Bitta, oggi abbiamo dato il via a un importante protocollo che consentirà la valorizzazione dell’area del Passo del Mortirolo oltre a finanziare uno studio di prefattibilità per valutare la realizzazione del traforo del Mortirolo”. A dichiararlo è Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la Montagna, commentando l’approvazione, durante la seduta di Giunta odierna, del Protocollo tra Regione Lombardia e le Province di Brescia e di Sondrio per la valorizzazione dell’area del Mortirolo.

Mortirolo parte della storia della Lombardia

“Il Mortirolo rappresenta – prosegue il Sottosegretario –  un emblema per il territorio lombardo sia in termini sportivi che di qualità ambientale: oggi è una barriera tra i territori valtellinesi e bresciani ma può rappresentare una importante opportunità di sviluppo e di valorizzazione. Con quest’atto intendiamo prevedere azioni di valorizzazione in sinergia con quanto già previsto dal progetto “sistema dei Passi alpini lombardi”, sviluppato da Regione Lombardia, attraverso il Parco Nazionale dello Stelvio, che vuole coordinare azioni comuni tra lo Stelvio, il Gavia, e da oggi, anche il Mortirolo”

Studiare un collegamento

“Con quest’atto – chiosa Parolo – si dà inoltre avvio allo studio di perfattibilità, finanziato pariteticamente da Regione Lombardia e dalle due province, del collegamento ferroviario tra Edolo e Tirano, attraverso il traforo del Mortirolo: un’opera già inserita negli strumenti di programmazione territoriale e che si inquadra nel contesto di sviluppo della mobilità nell’area alpina, in una logica di miglioramento dei collegamenti con l’area centrale lombarda, mediante l’integrazione della Valtellina con la contigua Val Camonica e quindi con sbocco a sud verso Brescia ed a nord con il Cantone dei Grigioni, volta a integrare e favorire il ruolo strategico del sistema delle reti ferroviarie alpine ancora da completare, ad esempio la Edolo – Marileva e il collegamento Val Venosta / Valtellina/ Engadina”.

Collaborazione istituzionale

“Questa delibera è frutto di un importante percorso di collaborazione tra la Regione Lombardia e le province di Brescia e di Sondrio a seguito dell’accordo sottoscritto dal Presidente Maroni col Canton dei Grigioni, “Fondamentale e fattiva collaborazione tra istituzioni – conclude il Sottosegretario – che sicuramente proseguirà proprio in conformità a questo protocollo le cui attività e gli esiti dello studio saranno vagliate da una cabina di regia composta dalla Regione Lombardia e dalle Province di Sondrio e di Brescia”.

Continua la lettura di Traforo del Mortirolo, arrivano i soldi per lo studio di prefattibilità sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/traforo-del-mortirolo-arrivano-soldi-lo-studio-prefattibilita/feed/ 0
Tre milioni di euro a favore della Valmasino e della Valmalenco http://giornaledisondrio.it/economia/tre-milioni-euro-favore-valmasino-della-valmalenco/ http://giornaledisondrio.it/economia/tre-milioni-euro-favore-valmasino-della-valmalenco/#respond Wed, 17 Jan 2018 17:47:25 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23645 “Con la Deliberazione odierna la Giunta regionale recepisce gli esiti del Tavolo per l’Accordo Quadro di Sviluppo territoriale, svoltosi lo scorso venerdì 12 gennaio, confermando e formalizzando lo stanziamento di circa 3 milioni di euro a favore del rilancio della Valmasino e della Valmalenco. Regione Lombardia dimostra fino alla fine il suo sostegno al riconoscimento […]

Continua la lettura di Tre milioni di euro a favore della Valmasino e della Valmalenco sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
“Con la Deliberazione odierna la Giunta regionale recepisce gli esiti del Tavolo per l’Accordo Quadro di Sviluppo territoriale, svoltosi lo scorso venerdì 12 gennaio, confermando e formalizzando lo stanziamento di circa 3 milioni di euro a favore del rilancio della Valmasino e della Valmalenco. Regione Lombardia dimostra fino alla fine il suo sostegno al riconoscimento della caratteristiche peculiari dei territori montani e all’ascolto delle esigenze che emergono direttamente dal territorio”.
Lo dichiara Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la Montagna, commentando l’approvazione da parte della Giunta regionale della Deliberazione relativa all’Accordo Quadro di Sviluppo territoriale di Sondrio.

Interventi

“I provvedimenti integrati nell’AQST- spiega il sottosegretario – prevedono azioni che avranno ricaduta sui territori delle due vallate e, nello specifico, si tratta di infrastrutture pubbliche fruibili al pubblico andando, così, ad inserire due nuove schede progettuali che si prefiggono di valorizzare la sostenibilità ambientale e la fruibilità turistica della Valmalenco e della Valmasino”.

Le risorse

“Le nuove risorse messe a disposizione da Regione Lombardia – continua Parolo – sono pari a 2.090.000.000 finanziate dal “Fondo pluriennale per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale”, ripartiti nelle tre annualità dal 2018 al 2020, che aggiungendosi a quanto già previsto a valere sugli introiti dei canoni idrici, porta a realizzare un contributo complessivo di 3.290.000.000 euro”.

Vero motore di sviluppo

“Regione Lombardia ha così mantenuto fede agli impegni presi lo scorso mese di luglio dal Presidente Roberto Maroni, durante la visita in Valmasino, e a quanto proposto lo scorso venerdì durante il tavolo dell’accordo svoltosi a Sondrio, – conclude il Sottosegretario – l’Accordo Quadro di Sviluppo territoriale rappresenta un fondamentale strumento per l’intero territorio provinciale per fornire chiare risposte ai territori, attraverso la sinergica collaborazione delle istituzioni: mi auguro che questo Accordo possa costituire sempre più il principale strumento di programmazione negoziata per ogni ambito provinciale”

Continua la lettura di Tre milioni di euro a favore della Valmasino e della Valmalenco sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/economia/tre-milioni-euro-favore-valmasino-della-valmalenco/feed/ 0
La Regione investe per il rilancio del comprensorio sciistico di Aprica-Corteno http://giornaledisondrio.it/economia/la-regione-investe-rilancio-del-comprensorio-sciistico-aprica-corteno/ http://giornaledisondrio.it/economia/la-regione-investe-rilancio-del-comprensorio-sciistico-aprica-corteno/#respond Wed, 17 Jan 2018 17:40:38 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23643 “Con questi provvedimenti Regione Lombardia dimostra grande attenzione allo sviluppo del comprensorio sciistico di ‘Aprica-Corteno’, a cavallo tra le provincia di Brescia e di Sondrio”. A dichiararlo è Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la montagna, commentando l’approvazione, durante la seduta di Giunta odierna, di due importanti atti a favore dei due Comuni: un protocollo […]

Continua la lettura di La Regione investe per il rilancio del comprensorio sciistico di Aprica-Corteno sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
“Con questi provvedimenti Regione Lombardia dimostra grande attenzione allo sviluppo del comprensorio sciistico di ‘Aprica-Corteno’, a cavallo tra le provincia di Brescia e di Sondrio”. A dichiararlo è Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la montagna, commentando l’approvazione, durante la seduta di Giunta odierna, di due importanti atti a favore dei due Comuni: un protocollo di studio per supportare la tematica dell’innevamento e l’adesione all’Accordo di programma finalizzato alla realizzazione del ‘Centro servizi Baradello’ nel Comune di Corteno Golgi (Brescia).

Sviluppo economico del comprensorio

“Oggi – spiega Parolo – sono state approvate due deliberazioni che interessano i territori di Aprica (Sondrio) e di Corteno Golgi (Brescia): la prima riguarda il supporto di Regione Lombardia alla realizzazione di uno studio di fattibilità con l’obiettivo di risolvere il problema dell’innevamento sulle piste da sci,avviando una fase di studio per verificare le modalità più
opportune per la risoluzione della criticità e prospettando uno scenario di sviluppo in attuazione della legge regionale 40/2017, recentemente approvata, sugli impianti di risalita, definendo azioni integrate di sostegno per il comprensorio sciistico”.

Supporto agli investimenti sul territorio

“La seconda deliberazione – prosegue Parolo – è relativa all’adesione alla proposta di Accordo di programma promosso dal Comune di Corteno Golgi (Brescia) per la realizzazione di un Centro servizi presso il Baradello, a supporto allo sviluppo turistico ed economico del comprensorio Aprica-Corteno, attraverso una compartecipazione della Regione Lombardia di circa 850.000 euro”.

Sostegno agli enti locali

“Regione Lombardia – conclude il sottosegretario – anche grazie alla nuova legge sugli impianti di risalita, intende dimostrare grande attenzione ai territori montani, cercando di supportare gli enti locali sia nella fase di pianificazione e di studio che nella fase di realizzazione degli investimenti necessari al rilancio delle località turistiche”.

Non solo promozione turistica

“Questi provvedimenti – ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini – non costituiscono solo un’occasione concreta per valorizzare l’offerta turistica ed aumentare l’attrattività di uno dei comprensori più importanti dell’arco alpino lombardo, ma rappresentano anche la grande attenzione che Regione Lombardia ha dedicato durate questa legislatura al turismo. Un impegno – ha concluso – che abbiamo portato avanti in modo integrato e sempre insieme al territorio, coinvolgendo istituzioni e operatori, in modo da valorizzare realmente le potenzialità delle destinazioni turistiche senza disperdere energie”.

Continua la lettura di La Regione investe per il rilancio del comprensorio sciistico di Aprica-Corteno sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/economia/la-regione-investe-rilancio-del-comprensorio-sciistico-aprica-corteno/feed/ 0
Vento forte funivia chiusa, 800 sciatori “bloccati” http://giornaledisondrio.it/cronaca/vento-forte-funivia-chiusa-800-sciatori-bloccati/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/vento-forte-funivia-chiusa-800-sciatori-bloccati/#respond Wed, 17 Jan 2018 15:04:25 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23625 Vento forte funivia chiusa. Il forte vento ha costretto gli operatori a chiudere il principale impianto di risalita  dei Piani di Bobbio. Al momento a  Bobbio  sono presenti circa 800 tra sciatori ed escursionisti. Secondo le previsioni il vento dovrebbe dimunuire intorno alle 15.30. Diversamente gli uomini del soccorso alpino scenderanno in campo per coidiuvare […]

Continua la lettura di Vento forte funivia chiusa, 800 sciatori “bloccati” sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Vento forte funivia chiusa. Il forte vento ha costretto gli operatori a chiudere il principale impianto di risalita  dei Piani di Bobbio. Al momento a  Bobbio  sono presenti circa 800 tra sciatori ed escursionisti. Secondo le previsioni il vento dovrebbe dimunuire intorno alle 15.30. Diversamente gli uomini del soccorso alpino scenderanno in campo per coidiuvare gli sciatori nella discesa a valle a piedi.

In azione gli uomini della XIX Delegazione lariana

Il forte vento di oggi, mercoledì 17 gennaio, ha provocato il rallentamento della funivia di Barzio diretta ai piani di Bobbio. In questo momento sul posto sta intervenendo una squadra composta dagli uomini della XIX Delegazione lariana del soccorso alpino. Il timore è che l’impianto di risalita possa fermarsi e quindi intrappolare gli sciatori nelle cabine. Seguiranno aggiornamenti

Continua la lettura di Vento forte funivia chiusa, 800 sciatori “bloccati” sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/vento-forte-funivia-chiusa-800-sciatori-bloccati/feed/ 0
Poschiavo, incontro con lo scrittore romancio Göri Klainguti http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/poschiavo-scrittore-romancio-gori-klainguti/ http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/poschiavo-scrittore-romancio-gori-klainguti/#respond Wed, 17 Jan 2018 14:41:51 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23622 Appuntamento venerdì 2 febbraio 2018. Poschiavo, incontro con lo scrittore romancio Göri Klainguti Venerdì 2 febbraio, ore 20.30, presso l’Aula evangelica di Poschiavo, la Pro Grigioni Italiano organizza una serata di lettura e presentazione dei romanzi e dei racconti di Göri Klainguti. Si tratta di uno dei massimi scrittori romanci viventi. Ad affiancarlo ci sarà […]

Continua la lettura di Poschiavo, incontro con lo scrittore romancio Göri Klainguti sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Appuntamento venerdì 2 febbraio 2018.

Poschiavo, incontro con lo scrittore romancio Göri Klainguti

Venerdì 2 febbraio, ore 20.30, presso l’Aula evangelica di Poschiavo, la Pro Grigioni Italiano organizza una serata di lettura e presentazione dei romanzi e dei racconti di Göri Klainguti. Si tratta di uno dei massimi scrittori romanci viventi. Ad affiancarlo ci sarà il traduttore in lingua italiana delle sue opere, Walter Rosselli. Lui è nato a Pontresina, abitante a Samedan, ed è premio Schiller per la letteratura romancia nel 2005. E’ oltre che scrittore anche poeta, artista, videomaker, e nella vita contadino, ora in pensione. Göri Klainguti è un autore inafferrabile, nel senso che è difficile definirlo nella sua interezza artistica, letteraria e professionale.

La scrittura

La sua scrittura permanentemente intrisa di umorismo è una continua sorpresa per il lettore perchè ha effetti da prestigiatore della narrazione. Oppure da scanzonato saltimbanco della letteratura. Si diverte anche a prendere in giro i suoi personaggi. Le scene di caccia, le avventure nei paesaggi alpini dell’Engadina, le relazioni con i diversi uffici pubblici, il plurilinguismo grigionese. Questi sono alcuni temi ricorrenti della sua produzione letteraria che ritroviamo nella raccolta di racconti Storie brevi.

Continua la lettura di Poschiavo, incontro con lo scrittore romancio Göri Klainguti sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/poschiavo-scrittore-romancio-gori-klainguti/feed/ 0
Vent’anni fa l’orrore delle Bestie di Satana http://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-lorrore-delle-bestie-satana/ http://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-lorrore-delle-bestie-satana/#respond Wed, 17 Jan 2018 16:44:03 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23638 Una data che resterà scritta nella storia della nostra cronaca. Il 17 gennaio 1998, il primo, duplice, omicidio delle Bestie di Satana. A ricordarlo sono i colleghi de LaMartesana.it, ma lo shock aveva colpito tutta Italia. Bestie di Satana, vent’anni fa l’inizio dell’orrore Sono passati esattamente vent’anni dall’omicidio di Fabio Tollis e Chiara  Marino, le prime vittime della setta […]

Continua la lettura di Vent’anni fa l’orrore delle Bestie di Satana sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Una data che resterà scritta nella storia della nostra cronaca. Il 17 gennaio 1998, il primo, duplice, omicidio delle Bestie di Satana. A ricordarlo sono i colleghi de LaMartesana.it, ma lo shock aveva colpito tutta Italia.

Bestie di Satana, vent’anni fa l’inizio dell’orrore

Sono passati esattamente vent’anni dall’omicidio di Fabio Tollis e Chiara  Marino, le prime vittime della setta delle Bestie di Satana. Una vicenda che aveva sconvolto l’Italia e che era arrivata perfino negli Usa, dove la Cnn non aveva esitato a definirla una delle storie più scioccanti del nostro Paese del dopoguerra.

La setta

I più noti erano Andrea Volpe, l’esecutore, e Nicola Sapone, il leader. Poi c’erano il capo carismatico Paolo Leoni, detto «Ozzy», Elisabetta Ballarin, la donna di Volpe, il «medium» Mario Maccione, i brugheresi Marco Zampollo e Pietro Guerrieri, e Eros Monterosso.

Lo chalet degli orrori

I crimini della setta vennero alla luce il 25 gennaio 2004. Quando Volpe e Ballarin uccisero Mariangela Pezzotta, ex fidanzata che sapeva troppo delle loro attività. Così con una scusa la invitò a cena nello chalet di Golasecca, nel Varesotto. Mentre Elisabetta Ballarin, la sua nuova compagna, era in cucina a preparare due dosi di speedball (cocaina ed eroina), Volpe, al termine una violenta discussione con la sua ex , esplose con una pistola Smith&Wesson due colpi al volto della donna, che però non morì sul colpo. Fu Sapone, chiamato dalla coppia, a finirla a colpi di badile, per poi ordinare ai due, accusati di «non saper nemmeno ammazzare una ragazza», di seppellire la vittima (ancora agonizzante) nel giardino e far sparire la sua auto a nel Ticino. Il tutto dopo che l’ex fidanzato, come in un macabro rito d’iniziazione, aveva bevuto il suo sangue.

L’incidente

Ballarin si mise alla guida, seguita da Volpe, sulla sua vettura. Ma le condizioni alterate per l’abuso di droga, la fecero finire contro un muro. Il fidanzato la fece salire sul suo mezzo, la portò poco distante e chiamò i soccorsi. Ai carabinieri raccontò di essere stato aggredito insieme alla donna da dei balordi, ma la versione dei due non convinse. Ballarin, peraltro, in ospedale, in preda agli effetti degli stupefacenti, parlò della morte di Mariangela. Il giorno dopo il corpo di Pezzotta fu ritrovato, dando il via alle indagini.

A Cologno

A Cologno Monzese, intanto, da sei anni un papà non aveva notizie del figlio. Era Michele Tollis, che il 17 gennaio 1998 aveva visto sparire Fabio, 16 anni, con l’amica Chiara Marino. Da allora aveva iniziato a frequentare i suoi «giri», e non si era mai fidato di Volpe. Quando lo vide in televisione protagonista del delitto di Golasecca collegò immediatamente le due situazioni. E l’intuizione fu giusta. Volpe, incalzato negli interrogatori, crollò, e confessò i tre omicidi.

L’uccisione dei due

Chiara pagò la volontà di uscire dalla setta, e Fabio la titubanza nella decisione di ucciderla. Furono ammazzati vent’anni fa, dopo una serata al Midnight, il locale di Milano che la setta era abituata a frequentare.

17 gennaio 1998

Quella sera Fabio  chiama papà Michele e gli dice che non tornerà a casa. Poi non risponde alle domande dell’uomo e mette giù. Il colognese prende l’auto e raggiunge il locale, ma del figlio non c’è traccia. Fabio e Chiara spariscono per 6 anni. Sino a quando Volpe confessa e conduce gli inquirenti nei boschi di Somma Lombardo. Dove quella sera Volpe, Sapone e Maccione li avevano condotti. Prima la violenza sulla ragazza, poi le coltellate e le martellate in testa a entrambi. Sino alla sepoltura in una buca fatta scavare il giorno prima a Guerrieri. I tre orinano sui due corpi ancora agonizzanti e il leader, dopo aver intinto una sigaretta nel loro sangue, la accese e se la fumò. Ma c’è di più. Imitando il passo di uno zombie insultò e schernì i due, moribondi, cui aveva infilato dei ricci di castagna in bocca per non sentire i loro rantolii.

Andrea Bontade

La quarta vittima acclarata del gruppo è Andrea Bontade.   Il giovane, 20 anni, era uno dei membri storici del gruppo, ma si era macchiato del crimine di non aver partecipato al delitto di Fabio e Chiara. E per questo doveva morire. Stando a quanto ricostruito, Bontade andò a sbattere con la sua auto a 180 chilometri orari contro un muro subito dopo un incontro con Sapone. «O lo fai tu o lo facciamo noi», gli avrebbe detto il leader della setta. E che quello del ventenne sia stato un suicidio è dimostrato dalla totale assenza di segni di frenata sull’asfalto. Era il 21 settembre 1999.

Il processo e le condanne

Le «Bestie di Satana» sono tutte finite in carcere con condanne dai 12 anni al doppio ergastolo, confermate il 25 ottobre 2007 dalla Corte di Cassazione.  Guerrieri, l’unico a pentirsi pubblicamente (piangendo al processo) e a risarcire le vittime, è uscito dal carcere nel 2012, mentre Maccione, all’epoca dei fatti minorenne, è libero da ottobre. Ballarin nel frattempo si è laureata e ha chiesto la grazia al presidente della Repubblica (firmata anche dal papà di Mariangela Pezzotta). E’ uscita di prigione a maggio 2017 saldando il proprio debito con la giustizia. Per gli altri le porte del carcere restano ancora chiuse.

Tanti casi ancora aperti

Ma la storia delle Bestie di Satana non finisce qui. Tanti i casi ancora senza soluzione. Come la sparizione del carugatese Cristian Frigerio, sparito da casa nel 1996 e mai più ritrovato. Intanto, a vent’anni di distanza, Michele Tollis ha denunciato di non aver ancora ricevuto neppure il risarcimento.

Continua la lettura di Vent’anni fa l’orrore delle Bestie di Satana sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/ventanni-lorrore-delle-bestie-satana/feed/ 0
I risultati dello Sci Alpino sulle nevi di Santa Caterina Valfurva http://giornaledisondrio.it/sport/risultati-dello-sci-alpino-sulle-nevi-santa-caterina-valfurva/ http://giornaledisondrio.it/sport/risultati-dello-sci-alpino-sulle-nevi-santa-caterina-valfurva/#respond Wed, 17 Jan 2018 16:40:57 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23635 Secondo appuntamento quest’oggi sulle nevi valtellinesi di Santa Caterina e sulla pista Deborah Compagnoni con le prove indicative per la categoria Allievi del Comitato FISI Alpi Centrali. Quest’oggi di scena lo slalom speciale. Prova maschile Nella prova maschile si impone, con il crono di 1’29.13 il bresciano dello sci club Collio Emilio Bellardini. Alle sue […]

Continua la lettura di I risultati dello Sci Alpino sulle nevi di Santa Caterina Valfurva sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Secondo appuntamento quest’oggi sulle nevi valtellinesi di Santa Caterina e sulla pista Deborah Compagnoni con le prove indicative per la categoria Allievi del Comitato FISI Alpi Centrali. Quest’oggi di scena lo slalom speciale.

Prova maschile

Nella prova maschile si impone, con il crono di 1’29.13 il bresciano dello sci club Collio Emilio Bellardini. Alle sue spalle l’ossolano “griffato” Centro Agonistico Domobianca Alessandro Anzani che chiude con un gap di 56 centesimi. Terza piazza per il bormino Riccardo Sala che ha chiuso con il tempo di 1’31.94 Nella top five entrano anche il bergamasco dello sci club Orobie Ski Gabriel Masneri, quarto e Filippo Fenice che difende i colori dello sci club Radici Group che conclude al quinto posto.

Gara femminile

La prova rosa, invece, ha visto primeggiare la bergamasca “targata” sci club UBI Banca Goggi Aleissa Guerinoni che conclude la sua performance con il tempo di 1’31.57. Un tempo monster per la bergamasca che rifila oltre 4 secondi alla lecchese Vittoria Fusoni che termina con il crono di 1’35.28. Terza piazza per Martina Resinelli dello Reit Ski Team. Quarto posto per Cecilia Fantoli dello sci club Bormio e quinta posizione per la bergamasca dello sci club Clusone 13 Giorgia Manini. Rimanendo sempre a parlare di sci alpino l’appuntamento odierno FIS a Monte Pora è stato annullato a causa delle avverse condizioni meteo.

Continua la lettura di I risultati dello Sci Alpino sulle nevi di Santa Caterina Valfurva sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/sport/risultati-dello-sci-alpino-sulle-nevi-santa-caterina-valfurva/feed/ 0
Riprendono le lezioni per i viticoltori http://giornaledisondrio.it/attualita/riprendono-gli-incontri-viticoltori/ http://giornaledisondrio.it/attualita/riprendono-gli-incontri-viticoltori/#respond Wed, 17 Jan 2018 14:17:46 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23613 Riprendono gli incontri per i viticoltori Riprendono le lezioni per i viticoltori Archiviata una vendemmia completamente positiva, è già tempo di tornare in vigna per i primi interventi della nuova annata. In Bassa Valtellina, dove da alcuni anni crescono interesse dei viticoltori e qualità del vino prodotto, è la Comunità Montana di Morbegno a promuovere […]

Continua la lettura di Riprendono le lezioni per i viticoltori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Riprendono gli incontri per i viticoltori

Riprendono le lezioni per i viticoltori

Archiviata una vendemmia completamente positiva, è già tempo di tornare in vigna per i primi interventi della nuova annata. In Bassa Valtellina, dove da alcuni anni crescono interesse dei viticoltori e qualità del vino prodotto, è la Comunità Montana di Morbegno a promuovere iniziative per la formazione e l’assistenza tecnica in collaborazione con la Fondazione Fojanini di Sondrio. Tutte le fasi della vite, dall’inverno all’autunno, sono contrassegnate dall’organizzazione di incontri formativi e da lezioni sul campo per affinare le tecniche dei viticoltori e migliorare ulteriormente la qualità dell’uva.

Il programma

Nelle giornate di giovedì 25 e venerdì 26 gennaio si svolgeranno due lezioni di potatura invernale della vite a cura del tecnico della Fondazione Fojanini Nello Bongiolatti. L’appuntamento per tutti gli interessati è per le ore 9: giovedì 25 nel piazzale della chiesa di Santa Croce, a Civo, da dove ci si sposterà verso la vigna di Pietro Brunoli, venerdì 26 a Traona, in via del Santo, presso la vigna Cà Bianchi di Giorgio Piccapietra. In caso di maltempo, le lezioni saranno annullate e rinviate alle settimane successive. Per informazioni ci si può rivolgere alla Comunità Montana di Morbegno e alla Fondazione Fojanini di Sondrio.

Continua la lettura di Riprendono le lezioni per i viticoltori sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/riprendono-gli-incontri-viticoltori/feed/ 0
Scossa di terremoto avvertita nel Nord est http://giornaledisondrio.it/attualita/scossa-terremoto-avvertita-nel-nord-est/ http://giornaledisondrio.it/attualita/scossa-terremoto-avvertita-nel-nord-est/#respond Wed, 17 Jan 2018 16:24:55 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23629 Scossa di terremoto di magnitudo 3.9 avvertita soprattutto in Friuli. Scossa di terremoto niente strascichi in Lombardia Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 ad appena 5 km di profondità ha scosso le Alpi orientali alle 11.22 di questa mattina. L’epicentro in Slovenia, molto vicino al confine con l’Italia, nel Parco Nazionale di Triglav. Avvertita […]

Continua la lettura di Scossa di terremoto avvertita nel Nord est sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Scossa di terremoto di magnitudo 3.9 avvertita soprattutto in Friuli.

Scossa di terremoto niente strascichi in Lombardia

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 ad appena 5 km di profondità ha scosso le Alpi orientali alle 11.22 di questa mattina. L’epicentro in Slovenia, molto vicino al confine con l’Italia, nel Parco Nazionale di Triglav.

Avvertita anche in diverse città italiane

La scossa è stata distintamente avvertita in tutto il Friuli, in particolare nella zona di Cividale e Tarvisio, ma anche a Udine e Gorizia. Infine Trieste e Pordenone. Non si sono verificati danni.

Continua la lettura di Scossa di terremoto avvertita nel Nord est sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/scossa-terremoto-avvertita-nel-nord-est/feed/ 0
Camion perde il carico sulla Statale 36 http://giornaledisondrio.it/attualita/camion-perde-carico-sulla-statale-36/ http://giornaledisondrio.it/attualita/camion-perde-carico-sulla-statale-36/#respond Wed, 17 Jan 2018 14:15:04 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23617 Camion perde il carico sulla Statale 36,  traffico rallentato. E’ successo poco fa lungo la Valsassina. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Seregno. Camion perde il carico in Valassina Il grosso mezzo ha perso parte della merce che trasportava mentre percorreva l’importante arteria  nella carreggiata sud, ovvero da Lecco in direzione […]

Continua la lettura di Camion perde il carico sulla Statale 36 sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Camion perde il carico sulla Statale 36,  traffico rallentato. E’ successo poco fa lungo la Valsassina. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Seregno.

Camion perde il carico in Valassina

Il grosso mezzo ha perso parte della merce che trasportava mentre percorreva l’importante arteria  nella carreggiata sud, ovvero da Lecco in direzione Milano. L’incidente, è avvenuto all’altezza di Nibionno. Sul posto soccorritori e forze dell’ordine. E’ stata quindi  temporaneamente disposta l’uscita obbligatoria proprio a Nibionno. Sul posto sono intervenuti anche i soccorritori ma fortunatamente sembra che nessuno sia rimasto ferito.

Code e rallentamenti

L’incidente come detto ha provocato code e rallentamenti in direzione  Milano.

Continua la lettura di Camion perde il carico sulla Statale 36 sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/camion-perde-carico-sulla-statale-36/feed/ 0
Sondrio, la Vivaldi diventa jazz band http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/sondrio-la-vivaldi-diventa-jazz-band/ http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/sondrio-la-vivaldi-diventa-jazz-band/#respond Wed, 17 Jan 2018 13:03:15 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23599 Straordinario appuntamento degli Amici della Musica. Sondrio, la Vivaldi diventa jazz band Un numeroso pubblico ha accolto al Teatro Sociale di Sondrio nel pomeriggio di domenica l’Orchestra Antonio Vivaldi in versione jazz band. Era il nono concerto della stagione degli Amici della Musica di Sondalo. L’appuntamento era di quelli da non mancare per la fortuna […]

Continua la lettura di Sondrio, la Vivaldi diventa jazz band sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Straordinario appuntamento degli Amici della Musica.

Sondrio, la Vivaldi diventa jazz band

Un numeroso pubblico ha accolto al Teatro Sociale di Sondrio nel pomeriggio di domenica l’Orchestra Antonio Vivaldi in versione jazz band. Era il nono concerto della stagione degli Amici della Musica di Sondalo. L’appuntamento era di quelli da non mancare per la fortuna di poter ascoltare dal vivo uno straordinario artista che suona in tutto il mondo. Parliamo del quarantenne pianista londinese Freddy Kempf, vera stella del pianismo internazionale che ha suonato con i più grandi direttori d’orchestra a partire dal 1992. Altro solista del concerto il clarinettista spagnolo Marino Delgado Rivilla. Approfondimento su Centro Valle in edicola sabato.

Continua la lettura di Sondrio, la Vivaldi diventa jazz band sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/sondrio-la-vivaldi-diventa-jazz-band/feed/ 0
Casa bruciata a Tartano, carabinieri indagano sul rogo http://giornaledisondrio.it/cronaca/tartanocasa-bruciata-nella-notte-carabinieri-indagano-sul-rogo/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/tartanocasa-bruciata-nella-notte-carabinieri-indagano-sul-rogo/#respond Wed, 17 Jan 2018 12:44:24 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23603 Un’abitazione è bruciata questa notte a Tartano Incendio a Tartano I Vigili del Fuoco delle sedi di Sondrio e Morbegno, sono intervenuti alle ore 03:10 circa nel Comune di Tartano, in via Giuseppe Garibaldi al civico 11, per l’incendio divampato dal tetto di un’abitazione. Ingente dispiegamento di forze Sul posto sono sopraggiunte un’autopompaserbatoio, un’autobotte e […]

Continua la lettura di Casa bruciata a Tartano, carabinieri indagano sul rogo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Un’abitazione è bruciata questa notte a Tartano

Incendio a Tartano

I Vigili del Fuoco delle sedi di Sondrio e Morbegno, sono intervenuti alle ore 03:10 circa nel Comune di Tartano, in via Giuseppe Garibaldi al civico 11, per l’incendio divampato dal tetto di un’abitazione.

Ingente dispiegamento di forze

Sul posto sono sopraggiunte un’autopompaserbatoio, un’autobotte e un’autoscala, con circa 10 uomini. Sul posto anche i Carabinieri e personale del Comune per le relative indagini e per stabilire l’effettiva agibilità dell’edificio.

Danni

Nell’incendio è stato coinvolto l’intero tetto e relativo sottotetto per circa 180/200 mq. con deposito di legna di circa 25 quintali. Le operazioni di bonifica del materiale interessato dall’incendio sono tuttora in corso.

Continua la lettura di Casa bruciata a Tartano, carabinieri indagano sul rogo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/tartanocasa-bruciata-nella-notte-carabinieri-indagano-sul-rogo/feed/ 0
Scuola di via Bosatta: i lavori partono ad aprile http://giornaledisondrio.it/economia/scuola-via-bosatta-lavori-partono-ad-aprile/ http://giornaledisondrio.it/economia/scuola-via-bosatta-lavori-partono-ad-aprile/#respond Wed, 17 Jan 2018 11:30:55 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23596 Partiranno ad aprile i lavori di riqualifica della scuola di via Bosatta e della mensa dell’ex scuola di via Bernina. L’annuncio questa mattina. Scuola di via Bosatta e mensa di via Bernina: ecco cosa cambia Il progetto esecutivo è stato redatto dai tecnici dell’ufficio comunale. Prevede una serie di migliorie in particolare all’interno dei due […]

Continua la lettura di Scuola di via Bosatta: i lavori partono ad aprile sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Partiranno ad aprile i lavori di riqualifica della scuola di via Bosatta e della mensa dell’ex scuola di via Bernina. L’annuncio questa mattina.

Scuola di via Bosatta e mensa di via Bernina: ecco cosa cambia

Il progetto esecutivo è stato redatto dai tecnici dell’ufficio comunale. Prevede una serie di migliorie in particolare all’interno dei due stabili. Saranno rinnovati tutti gli impianti e rifatti i bagni. Inoltre dal tetto della mensa sparirà la copertura in amianto. Inoltre saranno sostituite le vecchie caldaie a gasolio con una nuova a metano. Questo porterà anche a un risparmio sulle spese per il riscaldamento.

L’assessore Iannotti rassicura i genitori

L’assessore ai Lavori pubblici Michele Iannotti rassicura i genitori sull’esecuzione delle opere. “Abbiamo già avuto un incontro con il dirigente scolastico e presto vedremo anche i rappresentanti dei genitori – spiega – La nostra intenzione è quella di cominciare i lavori ad aprile e di svolgerli senza intralciare le normali attività didattiche. Gli interventi maggiormente invasivi saranno comunque realizzati in estate, quando la scuola è chiusa. A cominciare dalla sostituzione del tetto in amianto”.

L’investimento

L’investimento per questa riqualifica è di 650mila euro. “E’ un altro degli interventi che in questi anni facciamo a favore delle scuole – prosegue Iannotti – Vorrei sottolineare come questa amministrazione abbia speso in 9 anni circa 8 milioni di euro a dimostrazione dell’attenzione che riserviamo proprio agli edifici scolastici. Interventi che, sul fronte del riscaldamento con le nuove caldaie, ci fanno comunque risparmiare circa 150mila euro all’anno. Senza contare i benefici per l’ambiente con minori emissioni dannose”.

Continua la lettura di Scuola di via Bosatta: i lavori partono ad aprile sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/economia/scuola-via-bosatta-lavori-partono-ad-aprile/feed/ 0
Giovane precipita dalle scale di sicurezza della Meridiana, gravissimo http://giornaledisondrio.it/cronaca/giovane-precipita-dalle-scale-sicurezza-della-meridiana-gravissimo/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/giovane-precipita-dalle-scale-sicurezza-della-meridiana-gravissimo/#respond Wed, 17 Jan 2018 11:06:24 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23593 Giovane precipita dalle scale di sicurezza della Meridiana. La tragedia, di cui non sono ancora chiari i contorni, è avvenuta stanotte pochi minuti prima di mezzanotte e mezza. Ora il ragazzo, un 23enne di origini straniere, è ricoverato in gravi condizioni al Manzoni. Per lui diversi traumi, policontusioni, e la sospetta frattura delle gambe. Precipita […]

Continua la lettura di Giovane precipita dalle scale di sicurezza della Meridiana, gravissimo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Giovane precipita dalle scale di sicurezza della Meridiana. La tragedia, di cui non sono ancora chiari i contorni, è avvenuta stanotte pochi minuti prima di mezzanotte e mezza. Ora il ragazzo, un 23enne di origini straniere, è ricoverato in gravi condizioni al Manzoni. Per lui diversi traumi, policontusioni, e la sospetta frattura delle gambe.

Precipita dalle scale di sicurezza

Come detto è ancora da chiarire come il giovane sia caduto. Quel che è certo è che è precipitatao da un’altezza di circa sette metri. Sul posto, in codice rosso, sono intervenuti gli uomini del 118 di Lecco e i volontari della Croce Rossa di Lecco. Non solo ma sono stati allertati e sono arrivati a sirene spiegate, con due mezzi, anche i Vigili del Fuoco lecchesi. Il giovane è stato trasportato sull’ambulanza che si è diretta velocemente al Manzoni di Lecco, in codice rosso.

Forze dell’ordine

Saranno gli uomini della Questura cittadina, che stanotte sono intervenuti sul posto, a tentare di ricostruire esattamente cosa sia successo.

Continua la lettura di Giovane precipita dalle scale di sicurezza della Meridiana, gravissimo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/giovane-precipita-dalle-scale-sicurezza-della-meridiana-gravissimo/feed/ 0
Spaventoso incidente sotto la Statale 38, auto ribaltata http://giornaledisondrio.it/attualita/spaventoso-incidente-sotto-la-statale-38-auto-ribaltata/ http://giornaledisondrio.it/attualita/spaventoso-incidente-sotto-la-statale-38-auto-ribaltata/#respond Tue, 16 Jan 2018 18:11:14 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23541 Grande spavento questo pomeriggio poco prima delle 18 a Rogolo, in prossimità del cavalcavia della Statale 38. Un’auto si è ribaltata mentre si trovava lungo la via per Mantello. Incidente a Rogolo A bordo si trovava un uomo di 40 anni che per motivi ancora da accertare ha perso il controllo del mezzo uscendo fuori […]

Continua la lettura di Spaventoso incidente sotto la Statale 38, auto ribaltata sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Grande spavento questo pomeriggio poco prima delle 18 a Rogolo, in prossimità del cavalcavia della Statale 38. Un’auto si è ribaltata mentre si trovava lungo la via per Mantello.

Incidente a Rogolo

A bordo si trovava un uomo di 40 anni che per motivi ancora da accertare ha perso il controllo del mezzo uscendo fuori strada e finendo nel campo a bordo della carreggiata. Immediata la chiamata al numero di emergenza da parte di alcune persone che hanno visto l’auto incidentata. Fortunatamente per l’autista l’incidente non ha avuto gravi conseguenze, l’uomo dopo essere stato visitato dal personale medico non è stato trasportato in ospedale e se l’è cavata solo con un grande spavento. Sul posto l’auto medica da Nuova Olonio, l’ambulanza della Crocerossa, la Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco.

Continua la lettura di Spaventoso incidente sotto la Statale 38, auto ribaltata sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/spaventoso-incidente-sotto-la-statale-38-auto-ribaltata/feed/ 0
Sicurezza treni Trenord I NUMERI DELLE AGGRESSIONI http://giornaledisondrio.it/attualita/sicurezza-treni-trenord-numeri-delle-aggressioni/ http://giornaledisondrio.it/attualita/sicurezza-treni-trenord-numeri-delle-aggressioni/#respond Wed, 17 Jan 2018 11:01:56 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23590 “Per un servizio ferroviario di qualità che sia sicuro per tutti, ho chiesto all’assessore Sorte quali interventi di presidio e di videosorveglianza Regione Lombardia, in coordinamento con RFI, intenda programmare e mettere in atto per garantire non solo la sicurezza del personale di Trenord. Ma anche quella di tutti i cittadini utenti del servizio”. A […]

Continua la lettura di Sicurezza treni Trenord I NUMERI DELLE AGGRESSIONI sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
“Per un servizio ferroviario di qualità che sia sicuro per tutti, ho chiesto all’assessore Sorte quali interventi di presidio e di videosorveglianza Regione Lombardia, in coordinamento con RFI, intenda programmare e mettere in atto per garantire non solo la sicurezza del personale di Trenord. Ma anche quella di tutti i cittadini utenti del servizio”. A scendere in campo, ancora una volta, sul tema della Sicurezza treni è il consgliere regionale  Raffaele Straniero.

Sicurezza treni Straniero scrive all’assessore Sorte

Con una lettera che oggi ha inviato all’assessore ai Trasporti, il consigliere dem ha manifestato tutta la sua preoccupazione. Timori in particolare riferiti ai  i numerosi episodi che ogni giorno mettono a repentaglio la sicurezza di personale e utenti sulla direttrice Lecco-Milano. Qui infatti  negli ultimi mesi si sono verificati diversi episodi di violenza e di rapina,messi in atto sia sui treni che nelle stazioni ferroviarie.

2101 segnalazioni

“La Relazione annuale al Consiglio Regionale sullo stato della rete e sul servizio ferroviario regionale rileva ben 2101 segnalazioni relative alla sicurezza pervenute nel corso del 2016,” sittolinea Straniero. “Di queste  105 di aggressione al personale, 172 di minaccia al personale, 80 di aggressione ai viaggiatori e 144 di rapine”.

“La sicurezza va garantita, sempre”

“Un quadro preoccupante che purtroppo non accenna a migliorare” aggiunge  il consigliere dem. “Dal momento che quello della sicurezza è stato sempre il cavallo di battaglia di questa maggioranza, vorrei proprio capire cosa intendano fare concretamente. Ciò  anche se siamo agli sgoccioli di questa legislatura. La sicurezza va garantita, sempre”

I servizi straordinari

Nel perido festivo Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Lombardia ha intensificato i controlli per contrastare i reati in ambito ferroviario. 13 le persone arrestate nel periodo di controlli straordinari e ben 76 le persone denunciate a piede libero.

Il seminario a Lecco

Recentemente  invece si è svolto a Lecco, promosso dall’onorevole Gian Mario Fragomeli un seminario sull sicurezza ferroviaria. L’incontro era stato il  proseguimento ideale dell’interrogazione parlamentare presentata la scorsa estate dallo stesso Fragomeli. Ciò a seguito di episodi violenti che si erano verificati sulle linee ferroviarie utilizzate dai pendolari lecchesi.

I numeri lecchesi snocciolati durante l’incontro

Alla tavola rotonda avevano partecipato anche i dirigenti della Questura e della Polfer lecchese a partire dal dottor Costanzo.  Quest’ultimo, dati alla mano, aveva  sottolineato che la situazione lecchese, sino al 30 novembre scorso, non aveva fatto registrare un tasso di criminalità tale da giustificare la percezione di insicurezza che c’è tra la popolazione. 79 le persone denunciate, una sola arrestata. Oltre 1900 i treni scortati e 2500 i servizi effettuati.  A questi vanno aggiunti poi 15 pattugliamenti. Tutto ciò a fronte di un organico di 12 agenti.

Continua la lettura di Sicurezza treni Trenord I NUMERI DELLE AGGRESSIONI sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/sicurezza-treni-trenord-numeri-delle-aggressioni/feed/ 0
Cane senza guinzaglio morde pensionato, i padroni condannati per omicidio colposo http://giornaledisondrio.it/cronaca/cane-morde-pensionato-i-padroni-condannati-per-omicidio-colposo-valtellina/ Wed, 17 Jan 2018 00:34:47 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23547 Nel 2011 il cane che avevano in custodia causò la morte di un uomo, per questo una coppia di comaschi in ferie in Valtellina è stata condannata per omicidio colposo. Cane in custodia La figlia aveva lasciato ai genitori in vacanza a Castello dell’Acqua il proprio pastore bovaro bernese. Il cane in una giornata di […]

Continua la lettura di Cane senza guinzaglio morde pensionato, i padroni condannati per omicidio colposo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Nel 2011 il cane che avevano in custodia causò la morte di un uomo, per questo una coppia di comaschi in ferie in Valtellina è stata condannata per omicidio colposo.

Cane in custodia

La figlia aveva lasciato ai genitori in vacanza a Castello dell’Acqua il proprio pastore bovaro bernese. Il cane in una giornata di giugno di sette anni fa uscì dal terreno nella quale era tenuto. Una volta in strada il pastore incrociò e morse ad un polpaccio Elia Cattaneo, 78 anni di Bresso (Mi). Il pensionato per sfuggirgli salì su di un muretto dalla quale però precipitò. La caduta gli fu fatale e l’anziano morì.

Condannati per omicidio colposo

Il giudice del Tribunale di Sondrio, su richiesta del Pubblico Ministero, ha condannato a 4 mesi di reclusione per omicidio colposo marito, U. A. 69enne, e moglie, E. C. 69enne, riconoscendo il nesso di causalità fra il decesso del pensionato e il fatto che il cane fosse in giro libero senza guinzaglio dopo essere uscito dal giardino della villetta dei coniugi di Como in ferie.

Continua la lettura di Cane senza guinzaglio morde pensionato, i padroni condannati per omicidio colposo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Guasto all’inceneritore, anomala fuoriuscita di vapore http://giornaledisondrio.it/attualita/valmadrera-guasto-allinceneritore-anomala-fuoriuscita-vapore/ http://giornaledisondrio.it/attualita/valmadrera-guasto-allinceneritore-anomala-fuoriuscita-vapore/#respond Wed, 17 Jan 2018 10:57:12 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23587 Un guasto all’inceneritore di Valmadrera ha provocato questa notte una anomala uscita di vapore. A comunicarlo, con una nota ufficiale,  è Silea, ovvero l’azienda che gestisce l’impianto dove vengono smaltiti i rifiuti della provincia di Lecco. Guasto all’inceneritore di Valmadrera “Alle ore 23.30 circa della serata di ieri, 16 gennaio,  si è verificato presso il termoutilizzatore […]

Continua la lettura di Guasto all’inceneritore, anomala fuoriuscita di vapore sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Un guasto all’inceneritore di Valmadrera ha provocato questa notte una anomala uscita di vapore. A comunicarlo, con una nota ufficiale,  è Silea, ovvero l’azienda che gestisce l’impianto dove vengono smaltiti i rifiuti della provincia di Lecco.

Guasto all’inceneritore di Valmadrera

“Alle ore 23.30 circa della serata di ieri, 16 gennaio,  si è verificato presso il termoutilizzatore di Valmadrera un malfunzionamento alla valvola di sicurezza” si legge nella nota di Silea. Si tratta in particolare della valvola di sicurezza recentemente sostituita durante la fermata di dicembre. “E’ posta a presidio della tubazione del vapore alta pressione proveniente dalla Linea 1 e destinato alla produzione di energia elettrica”.

Le conseguenze

Il malfunzionamento della valvola ha quindi causato una “fuoriuscita di vapore visibile dall’esterno dell’azienda e una emissione di rumore”. La Linea 1 a quel punto è stata fermata “per poter procedere al ripristino del ciclo termico dell’impianto”.  Silea da canto suo assicura che “si procederà con la ripartenza della linea una volta effettuati i necessari interventi”.

Le emissioni

Al di là dell’incidente di questa notte da tempo i residenti di Valmadrera immortalano le  fuoriuscite di vapore dalla ciminiera dell’inceneritore. Alcune immagini, come quella che pubblichiamo, sono state postate sul gruppo facebook del comitato “Spegniamo il forno inceneritore di Valmadrera”.

Continua la lettura di Guasto all’inceneritore, anomala fuoriuscita di vapore sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/valmadrera-guasto-allinceneritore-anomala-fuoriuscita-vapore/feed/ 0
Chiusa la statale 36 dopo Madesimo http://giornaledisondrio.it/attualita/chiusa-la-statale-36-madesimo/ http://giornaledisondrio.it/attualita/chiusa-la-statale-36-madesimo/#respond Wed, 17 Jan 2018 08:15:09 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23569 Chiusa la statale 36 dopo Madesimo Bufera di neve Anas comunica che sulla strada statale 36 “Del Lago di Como e dello Spluga” è chiuso, in entrambe le direzioni, il tratto fra il km 140,500 e il 149,500, fra Madesimo e Teggiate, in provincia di Sondrio, a causa di una bufera di neve e di […]

Continua la lettura di Chiusa la statale 36 dopo Madesimo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Chiusa la statale 36 dopo Madesimo

Bufera di neve

Anas comunica che sulla strada statale 36 “Del Lago di Como e dello Spluga” è chiuso, in entrambe le direzioni, il tratto fra il km 140,500 e il 149,500, fra Madesimo e Teggiate, in provincia di Sondrio, a causa di una bufera di neve e di forte vento. La località sciistica è raggiungibile in quanto la chuusura è su un tratto più a monte. Sul posto sono presenti il personale di Anas con i mezzi spazzaneve per ripristinare al più presto la normale circolazione.

Informazioni in tempo reale

Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il nuovo numero verde gratuito, 800 841 148.

Continua la lettura di Chiusa la statale 36 dopo Madesimo sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/chiusa-la-statale-36-madesimo/feed/ 0
Michele Bordoni vuole tornare a Sondrio http://giornaledisondrio.it/attualita/michele-bordoni-vuole-tornare-sondrio/ http://giornaledisondrio.it/attualita/michele-bordoni-vuole-tornare-sondrio/#respond Wed, 17 Jan 2018 06:53:08 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23564 La Procura di Sondrio si è opposta al trasferimento di Michele Bordoni dal carcere di Monza a quello di via Caimi. In Tribunale a Sondrio Il 27enne è accusato di strage, lesioni e danneggiamento dopo essere entrato nel pomeriggio del 9 dicembre con la sua auto in Piazza Garibaldi ferendo tre persone. Michele Bordoni ieri […]

Continua la lettura di Michele Bordoni vuole tornare a Sondrio sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
La Procura di Sondrio si è opposta al trasferimento di Michele Bordoni dal carcere di Monza a quello di via Caimi.

In Tribunale a Sondrio

Il 27enne è accusato di strage, lesioni e danneggiamento dopo essere entrato nel pomeriggio del 9 dicembre con la sua auto in Piazza Garibaldi ferendo tre persone. Michele Bordoni ieri è comparso davanti al giudice Carlo Camnasio per l’incidente probatorio.

Trasferimento a Sondrio negato

In questa occasione il valtellinese con il suo avvocato avrebbe chiesto più volte di essere trasferito a Sondrio perché a Monza non si trova bene. Il giudice però gli ha negato la richiesta ed ha affidato la perizia psichiatrica al dottor Marco Lanfranconi. Ora il medico dovrà stabilire se giovane sia in grado di seguire il processo e se al momento dei fatti fosse in grado di intendere e di volere e se nei suoi confronti bisogno di una misura di sicurezza.

Continua la lettura di Michele Bordoni vuole tornare a Sondrio sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/michele-bordoni-vuole-tornare-sondrio/feed/ 0
Troppo alcol a Livigno, due persone in ospedale SIRENE DI NOTTE http://giornaledisondrio.it/attualita/troppo-alcol-a-livigno-due-persone-in-ospedale/ http://giornaledisondrio.it/attualita/troppo-alcol-a-livigno-due-persone-in-ospedale/#respond Wed, 17 Jan 2018 06:30:11 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23560 Nottata tranquilla per i soccorritori a parte due intossicazioni etiliche a Livigno. Due uomini si sono sentiti male dopo aver alzato troppo il gomito Troppo alcol a Livigno in due all’ospedale In Provincia di Sondrio non si segnalano interventi dalla mezzanotte fino all’1:15 quando si è verificata la prima intossicazione etilica. In via Teola a […]

Continua la lettura di Troppo alcol a Livigno, due persone in ospedale SIRENE DI NOTTE sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Nottata tranquilla per i soccorritori a parte due intossicazioni etiliche a Livigno. Due uomini si sono sentiti male dopo aver alzato troppo il gomito

Troppo alcol a Livigno in due all’ospedale

In Provincia di Sondrio non si segnalano interventi dalla mezzanotte fino all’1:15 quando si è verificata la prima intossicazione etilica. In via Teola a Livigno un uomo di 43 anni ha avuto bisogno di assistenza medica dopo qualche bicchiere di troppo. Giunti sul posto il personale della Croce Rossa hanno prestato le prime cure all’uomo per poi trasferirlo in codice verde all’Ospedale. Alle 5.33 la seconda chiamata al numero di emergenza. I sanitari sono intervenuti sempre nel Piccolo Tibet ma in via Ostaria. Anche in questo caso un trentenne ha abusato di alcol ed ha avuto bisogno di cure mediche. Dopo averlo raggiunto l’ambulanza ha lo trasportato in ospedale

Continua la lettura di Troppo alcol a Livigno, due persone in ospedale SIRENE DI NOTTE sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/troppo-alcol-a-livigno-due-persone-in-ospedale/feed/ 0
Il Trail del Viandante torna con tante novità http://giornaledisondrio.it/sport/trail-del-viandante-torna-tante-novita/ http://giornaledisondrio.it/sport/trail-del-viandante-torna-tante-novita/#respond Wed, 17 Jan 2018 09:12:32 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23578 Tante novità per la quinta edizione del Trail del Viandante Iscrizioni Sabato 27 gennaio, a quattro mesi dalla 5ª edizione, apriranno ufficialmente le iscrizioni alla mitica kermesse disegnata sul Sentiero del Viandante. Tante le novità 2018, a partire dalla location che vedrà come quartiere generale la bellissima piazza di lungolago a Colico. Una scelta questa […]

Continua la lettura di Il Trail del Viandante torna con tante novità sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Tante novità per la quinta edizione del Trail del Viandante

Iscrizioni

Sabato 27 gennaio, a quattro mesi dalla 5ª edizione, apriranno ufficialmente le iscrizioni alla mitica kermesse disegnata sul Sentiero del Viandante. Tante le novità 2018, a partire dalla location che vedrà come quartiere generale la bellissima piazza di lungolago a Colico. Una scelta questa che lega doppia mandata il bel trail lecchese di inizio stagione al Lago di Como, o per meglio dire al “Como Lake” vista l’internazionalità di un evento che nelle ultime edizioni ha richiamato concorrenti anche da oltre oceano. Con partenza da Bellano, ora la gara avrà uno sviluppo di 28km e un dislivello positivo che si aggira intorno ai 1400m.

Scenari da cartolina

Insomma, una distanza alla portata di moltissimi trailer che, sfruttando la sostanziale miglioria 2018, regalerà ai corridori scenari da cartolina. «Salutiamo Piantedo con un pizzico di malinconia e con la consapevolezza che il successo della manifestazione è arrivato anche grazie al supporto ottenuto da parte di amministrazione comunale e delle varie associazioni attive sul territorio – ha esordito Gianluca Giambelli del team Santi -. In questi anni abbiamo portato sul sentiero 5000 persone e fatto conoscere loro scorci di Lombardia che meritano di essere visitati e valorizzati. Queste cinque edizioni ci hanno permesso di crescere e migliorare. La voglia di proseguire questo percorso, di fare nuove esperienze, ma soprattutto questioni logistiche, ci hanno portato a scegliere come sede e punto d’arrivo Colico».

Crescere di livello e nei numeri

Una location famosa in tutto il mondo, un finale di gara da urlo e il pieno supporto ottenuto sia dalla città, sia dal suo primo cittadino Monica Gilardi hanno creato le premesse per  cambiare nuovamente marcia: «Vogliamo crescere ancora nei numeri e nel livello – ha proseguito Giambelli -. Per questo abbiamo pensato di modificare il format dell’evento, ottimizzando gli sforzi a livello organizzativo. Da tre gare passeremo a due così da garantire massima attenzione a ogni singolo concorrente. Oltre alla prova principe da 28, proporremo un mini trail da 7 km con partenza e arrivo dal lungo lago che sarà rivolto ai neofiti della specialità, ai runner più giovani, ma anche alle famiglie».

Appuntamenti con il Trail del Viandante

Tornando agli aspetti logistici, la prima data da segnarsi in agenda è quella di sabato 27 gennaio: «In molti ci hanno scritto chiedendo informazioni – ha concluso Giambelli -. Per il momento confermo che il Trail del Viandante si correrà domenica 27 maggio e sarà ancora più bello di prima. Sabato 27 apriremo le iscrizioni con un’offerta lancio da non perdere. Iscrivetevi numerosi, non ve ne pentirete».

Per maggiori informazioni si può visitare il portale della gara: www.traildelviandante.it

Continua la lettura di Il Trail del Viandante torna con tante novità sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/sport/trail-del-viandante-torna-tante-novita/feed/ 0
Il ritorno del violoncellista di fama internazionale http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/ritorno-del-violoncellista-fama-internazionale/ http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/ritorno-del-violoncellista-fama-internazionale/#respond Wed, 17 Jan 2018 08:27:44 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23572 Ritorna a Morbegno il violoncellista Mario Brunello Il ritorno del violoncellista Ritorna a Morbegno il violoncellista di fama internazionale Mario Brunello per un concerto bachiano domenica 28 gennaio alle 21 nella Chiesa di San Pietro. Il concerto rientra nella rassegna «Grandi Interpreti» organizzato da Ama-Musica (Associazione Morbegnese Arte e Musica) al suo terzo ciclo di […]

Continua la lettura di Il ritorno del violoncellista di fama internazionale sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Ritorna a Morbegno il violoncellista Mario Brunello

Il ritorno del violoncellista

Ritorna a Morbegno il violoncellista di fama internazionale Mario Brunello per un concerto bachiano domenica 28 gennaio alle 21 nella Chiesa di San Pietro. Il concerto rientra nella rassegna «Grandi Interpreti» organizzato da Ama-Musica (Associazione Morbegnese Arte e Musica) al suo terzo ciclo di concerti inaugurato dallo stesso Brunello nel 2016 in un concerto indimenticabile presso il Santuario dell’Assunta di Morbegno con il sostegno della Fondazione Enea Mattei e l’ospitalitá della Parrocchia di San Giovanni.

Mario Brunello

Brunello è uno dei nomi più significativi dell’attuale panorama italiano ed internazionale, primo italiano a vincere il Concorso Internazionale Ciajkovskij nel 1986. Lungo la sua carriera ha collaborato con i più importanti direttori al mondo: Mehta, Giulini, Ozawa, Muti, Gergiev, Chung e soprattutto Abbado.

Il programma

All’appuntamento di domenica 28 gennaio l’artista veneto si cimenterà oltre che con il prezioso violoncello Maggini del 1600 nelle Suites di Bach per violoncello solo, capolavoro assoluto per questo strumento, anche con il «violoncello piccolo» o «violoncino» nelle Partite originali per violino solo di J.S.Bach trascritte da Brunello per questo strumento di transizione che trae origine dalla famiglia dei violoni per poi portare al violoncello nella forma che tutti conosciamo. Per gli adulti l’ingresso è di 15 euro, per i minorenni di 8. Per informazioni e prenotazioni contattare vignatofrancesca@gmail.com o 0342 610212.

Continua la lettura di Il ritorno del violoncellista di fama internazionale sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cultura-e-turismo/ritorno-del-violoncellista-fama-internazionale/feed/ 0
Valtellinesi protagonisti ai nazionali di sci di Protezione civile http://giornaledisondrio.it/sport/valtellinesi-protagonisti-ai-nazionali-sci-protezione-civile/ http://giornaledisondrio.it/sport/valtellinesi-protagonisti-ai-nazionali-sci-protezione-civile/#respond Wed, 17 Jan 2018 08:53:02 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23575 Valtellinesi protagonisti ai nazionali di sci di Protezione civile I campionati nazionali di sci di Protezione civile Il gruppo della Comunità Montana di Morbegno ha difeso i colori della Lombardia nel 15° campionato nazionale di sci volontari di Protezione Civile, piazzandosi al 5° posto a livello nazionale. Sono ben 1.102 su un totale di 1.232 […]

Continua la lettura di Valtellinesi protagonisti ai nazionali di sci di Protezione civile sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Valtellinesi protagonisti ai nazionali di sci di Protezione civile

I campionati nazionali di sci di Protezione civile

Il gruppo della Comunità Montana di Morbegno ha difeso i colori della Lombardia nel 15° campionato nazionale di sci volontari di Protezione Civile, piazzandosi al 5° posto a livello nazionale. Sono ben 1.102 su un totale di 1.232 i punti raccolti dalla delegazione della Cm di Morbegno.

I volontari coinvolti

La 15^ edizione dei Campionati nazionali di sci della Protezione Civile si è svolta dal 10 al 13 gennaio in Val di Pejo (TN). Vi hanno partecipato oltre 300 volontari di tutt’Italia, tra i quali 21 provenienti dalla Lombardia: 4 dalla provincia di Lecco e 17 i volontari del Gruppo Intercomunale della Comunità Montana di Morbegno. Pochi rispetto agli scorsi anni perchè la manifestazione 2018 è stata anticipata e questo ha creato molte difficoltà ai volontari che vi volevano partecipare. La delegazione valtellinese era composta da 4 volontari di Gerola, 2 di Rasura, 1 di Talamona, 2 di Delebio, 3 della Cm di Morbegno, 1 del Soccorso Alpino e 5 dei Vigili del Fuoco.

I risultati

Numerosi i podi valtellinesi: Gianni Sassella (Cnsas) secondo classificato slalom gigante cat E; Fabio Donati (Gerola) terzo classificato slalom gigante cat B; Luca Schenatti (Vigili del Fuoco) sci alpinismo cat. over 40; Pietro Vaninetti (Gerola) secondo classificato combinata (slalom/fondo) cat. C; Valerio Quaini (Gerola) terzo classificato combinata (slalom/fondo) cat. A; e Livio Zugnoni (Gerola) con tre podi: terzo classificato slalom gigante Cat E; primo classificato snowboard cat. A e secondo classificato combinata (slalom/fondo) cat. E.

Continua la lettura di Valtellinesi protagonisti ai nazionali di sci di Protezione civile sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/sport/valtellinesi-protagonisti-ai-nazionali-sci-protezione-civile/feed/ 0
Morbegno, le scuole a teatro con Regina Zimet nel Giorno della Memoria http://giornaledisondrio.it/attualita/morbegno-le-scuole-teatro-regina-zimet-nel-giorno-della-memoria/ http://giornaledisondrio.it/attualita/morbegno-le-scuole-teatro-regina-zimet-nel-giorno-della-memoria/#respond Wed, 17 Jan 2018 07:07:34 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23559 Organizzazione del Comune con AmbriaJazz. Morbegno, le scuole a teatro con Regina Zimet nel Giorno della Memoria Per celebrare la Giornata della Memoria l’assessorato alla Cultura di Morbegno, in collaborazione con l’Associazione AmbriaJazz, propone un progetto innovativo. In pratica si invitano gli allievi delle scuole medie allo spettacolo sulla Seconda guerra mondiale in Valtellina dal […]

Continua la lettura di Morbegno, le scuole a teatro con Regina Zimet nel Giorno della Memoria sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Organizzazione del Comune con AmbriaJazz.

Morbegno, le scuole a teatro con Regina Zimet nel Giorno della Memoria

Per celebrare la Giornata della Memoria l’assessorato alla Cultura di Morbegno, in collaborazione con l’Associazione AmbriaJazz, propone un progetto innovativo. In pratica si invitano gli allievi delle scuole medie allo spettacolo sulla Seconda guerra mondiale in Valtellina dal titolo “Regina Zimet – SediciMesi a San Bello” sabato 27 gennaio alle 11.30 presso l’Aula Ipogea di San Giuseppe a Morbegno. Lo spettacolo è riservato ai soli studenti delle scuole medie accompagnati dagli insegnanti.

L’attore

L’attore Carlo La Manna, dopo varie ricerche sui testi e sui luoghi descritti nel libro autobiografico di Regina Zimet “Al di là del Ponte” e in “Regina Zimet” di Marco Frigg, ha adattato il testo per la rappresentazione teatrale rivolta ai ragazzi e la porterà in scena. E’ accompagnato dai musicisti Gianlorenzo Imbriaco alla batteria e Giuliano Cramerotti alla chitarra che eseguiranno musiche originali appositamente create. Lo spettacolo è parte integrante di un progetto che si svilupperà su più annualità con alcune classi della scuola media Damiani. Titolo Percorsi di memoria, storie raccontate in famiglia”.

Progetto

Il progetto trae spunto dalla testimonianza scritta dalla bambina ebrea in fuga con la sua famiglia e che ha trovato rifugio nella frazione di San Bello a Morbegno durante la guerra. Il racconto in prima persona di una bimba della stessa età dei ragazzi spettatori, pur se in un periodo storico molto diverso, passa attraverso le maglie della preadolescenza penetrando direttamente nella tragedia dell’olocausto. E’ una storia di accoglienza che permette di sensibilizzare i ragazzi attraverso il lavoro di laboratorio teatrale. Lavoro basato sul testo ma anche sulle sensazioni fisiche provate dalla bambina. Il tutto valorizzando l’alto senso umano mostrato dalla famiglia Della Nave e rendendo i ragazzi stessi protagonisti della vicenda.

Continua la lettura di Morbegno, le scuole a teatro con Regina Zimet nel Giorno della Memoria sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/attualita/morbegno-le-scuole-teatro-regina-zimet-nel-giorno-della-memoria/feed/ 0
Grave incidente tra Lainate e la barriera di Milano Nord http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-lainate-la-barriera-milano-nord/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-lainate-la-barriera-milano-nord/#respond Tue, 16 Jan 2018 22:01:05 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23556 Incidente tra pullman e auto intorno alle 20.15 tra Lainate e la barriera di Milano Nord. Gravissimo incidente Un gravissimo incidente è successo pochi minuti fa, intorno alle 20.15, lungo l’autostrada A8 tra Lainate e la barriera di Milano nord in direzione Milano. Sono ancora in corso gli accertamenti da parte della Polizia Stradale. Coinvolto […]

Continua la lettura di Grave incidente tra Lainate e la barriera di Milano Nord sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Incidente tra pullman e auto intorno alle 20.15 tra Lainate e la barriera di Milano Nord.

Gravissimo incidente

Un gravissimo incidente è successo pochi minuti fa, intorno alle 20.15, lungo l’autostrada A8 tra Lainate e la barriera di Milano nord in direzione Milano. Sono ancora in corso gli accertamenti da parte della Polizia Stradale. Coinvolto un pullman con 33 passeggeri e un’ auto. Codice giallo per l’autista del mezzo pesante, mentre le persone a bordo sono in codice verde. Sul posto le ambulanze di Pero, Rho ed Arese, due automediche e un mezzo di coordinamento.

Continua la lettura di Grave incidente tra Lainate e la barriera di Milano Nord sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-lainate-la-barriera-milano-nord/feed/ 0
Incidente Milano morti intossicati tre operai http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-milano-morti-intossicati-tre-operai/ http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-milano-morti-intossicati-tre-operai/#respond Tue, 16 Jan 2018 21:33:43 +0000 http://giornaledisondrio.it/?p=23544 Incidente Milano: tragedia poco prima delle 17, fatale inalazione di sostanze tossiche. Incidente Milano: trovati incoscienti Tre operai sono morti questo pomeriggio alla Lamina Spa, ditta nel quartiere milanese di Greco, a due passi da Sesto. All’interno dello stabilimento di via Rho, che produce lamine d’acciaio, sei operai sono stati trovati incoscienti sul fondo di […]

Continua la lettura di Incidente Milano morti intossicati tre operai sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
Incidente Milano: tragedia poco prima delle 17, fatale inalazione di sostanze tossiche.

Incidente Milano: trovati incoscienti

Tre operai sono morti questo pomeriggio alla Lamina Spa, ditta nel quartiere milanese di Greco, a due passi da Sesto. All’interno dello stabilimento di via Rho, che produce lamine d’acciaio, sei operai sono stati trovati incoscienti sul fondo di un impianto di lavorazione.

QUI GLI AGGIORNAMENTI

Bilancio gravissimo

Tre morti e uno in gravissimo in pericolo di vita per via dell’inalazione di un gas durante operazioni di pulizia di un forno interrato.

Deceduto un lavoratore all’ospedale di Monza: si tratta di Arrigo Barbieri, nato a Monza nel 1960.

Un altro all’ospedale Sacco: è Giuseppe Setzu, nato a Milano nel 1969.

Al San Raffaele non ce l’ha fatta Marco Santamaria, nato a Monza nel 1975.

Gravissimo al San Raffaele anche Giancarlo Barbieri, nato a Muggiò nel 1956, fratello di Arrigo.

Fuori pericolo alla clinica Santa Rita Alfonso Giocondo, nato a Torre Annunziata nel 1970 e Giampiero Costantino, nato a Legnano nel 1973.

Moltissimi mezzi di soccorso

Sul posto 118, Vigili del fuoco, Carabinieri e Polizia locale. Anche un’unità mobile per la protezione delle vie respiratorie. Intossicato anche il capo squadra dei pompieri, ora in osservazione al Niguarda.

Continua la lettura di Incidente Milano morti intossicati tre operai sul portale Giornale di Sondrio.

]]>
http://giornaledisondrio.it/cronaca/incidente-milano-morti-intossicati-tre-operai/feed/ 0