A Sondrio si è svolto oggi un presidio fuori dalla prefettura per protestare dopo il Caso Aquarius. Una cinquantina le persone presenti all’iniziativa lanciata ieri contro le politiche di chiusura dei porti.

Caso Aquarius: non si possono chiudere i porti

La parola d’ordine dei manifestanti è accoglienza. E la richiesta di non chiudere i porti come accaduto alla nave che è stata rifiutata dall’Italia per volontà del ministro Salvini e del governo. Sulla vicenda proprio questa mattina era intervenuta anche la Cgil. Tra i presenti molti esponenti della sinistra valtellinese, quelli di +Europa e spicca lo striscione di Emergency. I presenti hanno anche ribadito la solidarietà ai migranti in fuga da fame e guerre. E il sostegno alle organizzazioni internazionali che prestano loro soccorso in mare.

 

GUARDA IL VIDEO