Gigliola Spelzini è stata nominata presidente della nuova Commissione speciale Montagna di Regione Lombardia.

Un nuovo gruppo di lavoro

“E’ una commissione nuova – ha commentato la consigliera della Lega – nata dalla sensibilità di questa legislatura, così come l’Assessorato di Massimo Sertori alla montagna. D’altronde il 42% del territorio lombardo è montano, da qui l’importanza di valorizzare questa grande risorsa, potenziandone le specificità, peculiarità, sia da un punto di vista economico che turistico, culturale e sociale. Sono orgogliosa di essere stata eletta Presidente di questa Commissione, perché chi, come me, ama e vive la montagna ne conosce il grande valore”.

I compiti

“Rilanciare e valorizzare il territorio montano sarà il fine di questa commissione – prosegue Spelzini – con i seguenti ambiti di competenza: Tutela e sviluppo delle aree montane sotto il profilo sociale, economico e culturale ( sviluppo turistico, sistema dei rifugi, sentieristica..); valorizzazione della montagna nelle sue diverse accezioni ed accrescimento della sua attrattività e competitività; valutazione delle criticità emergenti, non solo a livello amministrativo, ma anche relative agi aspetti sociali, occupazionali e ambientali tipici delle aree montane; definizione di indirizzi e criteri cui ispirare l’azione politica regionale nell’ambito dei rapporti con gli Enti Montani, innanzitutto con la finalità di contrastare lo spopolamento e la delocalizzazione delle attività produttive; comprensori sciistici, impianti di risalita e infrastrutture connesse; Comunità montane”.