L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha approvato oggi la proposta istitutiva delle Commissioni permanenti e speciali dell’XI legislatura. Ci sarà quella per la Montagna.

Consiglio regionale: il 24 aprile il via libera

Il provvedimento sarà sottoposto martedì 24 aprile all’approvazione definitiva del Consiglio regionale.  La delibera istitutiva prevede il mantenimento delle otto Commissioni permanenti già esistenti nella precedente legislatura, con la modifica di alcune competenze: la Commissione Bilancio si occuperà  anche del tema del riordino e della vigilanza delle società partecipate regionali, mentre alla Commissione Attività produttive saranno attribuite anche le competenze in materia di formazione professionale e istruzione prima attribuite alla settima Commissione, che mantiene le competenze su Cultura, Sport e Informazione. Confermate lequattro Commissioni speciali precedenti: la Antimafia, quella sulla situazione carceraria lombarda, quella che si occuperà di autonomia e riordino delle autonomie locali e quella per i rapporti con la Confederazione elvetica a cui si aggiungeranno anche i rapporti con l’Europa e le regioni autonome. Viene infine istituita una quinta, nuova Commissione speciale dedicata alla Montagna.

Il commento di Fermi

“Lo schema  di delibera istitutivo delle Commissioni consiliari permanenti e speciali è stato condiviso all’unanimità in Ufficio di Presidenza–ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi- e mi auguro pertanto che anche il voto previsto nella seduta di martedì 24 possa registrare l’unanimità di tutte le forze politiche. Nella stessa giornata di martedì 24 riunirò la Conferenza dei Capigruppo consiliari per stabilire le modalità di composizione numerica delle stesse Commissioni, invitandoli a fornire entro la prima settimana di maggio i nominativi dei Consiglieri che comporranno le Commissioni, così da poterle insediare indicativamente a partire da martedì 8 maggio”.