La Giunta regionale ha approvato oggi, su proposta del presidente, di concerto con l’assessore agli Enti locali, montagna e piccoli Comuni, una delibera mirata a consolidare la collaborazione tra ANCI Lombardia e Regione. Un provvedimento che riguarda tematiche rilevanti come il coordinamento della finanza pubblica locale, l’edilizia popolare e l’ottimizzazione dei servizi comunali e regionali erogati.

Intesa Anci-Regione

“Questo accordo permettera’, nel rispetto della diversità di ruoli e di funzioni – spiega il presidente Fontana – di rafforzare forme di collaborazione e di confronto leale per raggiungere obiettivi comuni, primo fra tutti il concretizzarsi del riconoscimento di maggiore autonomia alla Regione. Un’autonomia che dovra’ necessariamente garantire funzioni e risorse certe agli Enti locali e assicurare una burocrazia più snella ed efficace”.

Limitare l’abbandono dei territori marginali e dei piccoli comuni

“Anche in questo modo – ha rimarcato l’assessore regionale con delega agli Enti locali, Massimo Sertori – puntiamo a limitare l’abbandono dei territori marginali e dei piccoli comuni, soprattutto di montagna, e di proseguire il riordino del tessuto istituzionale con la necessaria riforma del Consiglio delle Autonomie Locali, che potra’ riconoscere autorevolezza anche a questo istituto costituzionale prevedendo una sua diversa gestione organizzativa”.

Leggi anche:  Regione e Provincia di Bolzano lavorano insieme per lo Stelvio

Il protocollo di Intesa tra Regione Lombardia e ANCI mira inoltre a implementare la cooperazione per la formazione della Pubblica Amministrazione locale e, in generale, a favorire le collaborazioni interistituzionali e a sostenere progetti di innovazione con ambienti di collaborazione (‘community’) nei quale concentrare le informazioni, gli strumenti e i servizi disupporto agli Enti locali. Per la realizzazione delle azioni previste nell’accordo verra’ istituita una cabina di regia che visionerà le proposte avanzate dal territorio.