“Nulla per Sondrio e troppo a Trento e Bolzano”. E’ duro l’attacco del senatore leghista Jonny Crosio al governo e al Partito Democratico.

“Nulla per Sondrio: specificità negata nei fatti”

“A Trento e Bolzano, Province autonome speciali di nome e di fatto, il governo ha fatto l’ennesimo regalo assegnando le competenze in materia di energia elettrica. A Sondrio, la specificità montana tanto sbandierata dal Pd non ha portato nulla, se non i cinque milioni di sconto benzina, tolti e poi ridati al termine di un irritante teatrino. Un fiume di denaro e energia elettrica gratis per le due Province autonome. A Sondrio un finto riconoscimento. Tante parole e zero fatti”. Così il senatore Jonny Crosio riapre la questione delle concessioni idroelettriche e dei benefici per le Province autonome.

“Cambieremo tutto dopo le elezioni”

Crosio attacca: “Una situazione destinata a cambiare nel 2018, con noi al governo del Paese. Da subito ci assumiamo un impegno: Valtellina e Valchiavenna torneranno a essere protagoniste a Roma. La voce della montagna sarà ascoltata. Non saremo più il bancomat del Pd come accaduto in questi anni. Finalmente otterremo ciò che ci spetta di diritto. Anche nella trattativa per l’autonomia, la Regione Lombardia avrà l’attenzione che finora gli è stata soltanto promessa e che non si è concretizzata in atti ufficiali”.

Leggi anche:  Energie per l'Italia presenta il programma

“Sara tutta un’altra storia”

Il leghista conclude: “Sarà tutta un’altra storia. Basta al governo della sinistra che non pensa ai problemi degli italiani. Che discute di ius soli anziché di disoccupazione. Che mantiene i clandestini e non aiuta le famiglie in difficoltà. L’Italia agli italiani. Riprendiamoci il nostro Paese!»