Questa mattina presso l’Hotel Vittoria di Sondrio si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle candidature nella lista plurinominale di +Europa con Emma Bonino per l’elezione della Camera dei Deputati per la circoscrizione Lombardia 2 (collegio 2), che comprende anche l’intera provincia di Sondrio, e per le Regionali.

+Europa con Emma Bonino

A fare gli onori di casa il sottosegretario agli Esteri sen. Benedetto Della Vedova che ha condotto il dibattito insieme ai candidati nella lista provinciale di Sondrio di +Europa con Emma Bonino per l’elezione del Consiglio regionale della Lombardia, Giovanni Sansi e Anna Rapella e le candidate alla Camera Simona Briccola e Giulia Crivellini, insieme al capolista, l’on. Andrea Mazziotti, Presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera nella legislatura uscente.

Uscire dall’Europa è impensabile

“Uno dei nostri primi intenti è quello di promuovere un’europa come esempio positivo. E’ strano sentire parlare di uscita dall’euro da parte di Salvini qui al nord dove, ad esempio, in una circoscrizione come quella che va da Varese a Sondrio, nella quale l’export è molto forte, tutto si può pensare tranne che chiudersi al resto dell’Europa vanificando quanto fatto nell’ultimo decennio per favorire il commercio tra paesi stranieri” ha spiegato nel suo intervento Andrea Mazziotti

Serve più Europa

“+ Europa con Emma Bonino è una lista molto eterogenea, composta da uomini e donne di provenienza diversa, ciascuno con esperienze e origini diverse – ha voluto precisare Giulia Crivellini – il nostro è un progetto politico chiaro e comune che nel momento storico e culturale attuale nella quale in molti vogliono tornare indietro di decenni, noi proviamo a cambiare il racconto e convincere attraverso i dati e visione della realtà che serve più europa”.

Leggi anche:  A Sorico un'unica lista per le comunali

Rilanciare il Made in Italy

Anche secondo Simona Briccola rappresentate di quella italia cresciuta nell’export, per la sua azienda l’export rappresenta il 70%, tornare ai dazi commerciali è improponibile. “Il made in italy ci ha permesso di conquistare quote di mercato sempre più ampio, esso è sinonimo di qualità e passione, valore che sappiamo ben vendere all’estero ma non in casa nostra nella quale dobbiamo fargli recuperare terreno ma prima di fare slogan e promesse serve proporre soluzioni concrete. Occorre rendere il sistema Italia più efficiente, dal sistema sanitario alla formazione, così da prenderci quel ruolo da leader che ci spetta in europa”

Immigrazione specchietto per le allodole

La criticità dell’immigrazione non rappresentà la prima criticità per l’Italia, la Lega punta molto su questa questione ma è solo uno specchietto per le allodole – ha concluso Benedetto Della Vedova – un dato su tutti: il 2016 ha registrato il più alto numero di sbarchi ma anche quello più inferiore di omicidi e femminicidi”. Della Vedova ha poi ribadito: “l’immigrazione non è il problema dell’italia, il futuro dei giovani di Valtellina e Valchiavenna è completamente scollegato dal fatto che l’Hotel Bellevue ospiti esclusivamente migranti, al posto di lanciarsi contro di loro è bene pensare a strategie di integrazione efficaci e lungimiranti”.