Folta spedizione composta da runner dell’Atletica Alto Lario in gara domenica scorsa a New York

Prima esperienza

Per tutti i componenti della comitiva, partita venerdi 3 novembre dalla Malpensa. Tuttavia in passato, altri atleti della società neroverde presero parte alla Maratona più famosa del mondo. Giovedi 9 a mezzogiorno saranno di ritorno in Italia.

L’atmosfera della Grande Mela

Così la descrive, Francesco Gotti, 28enne domasino, il più veloce a terminare la gara in 2h59′. “Si correva in un bagno di folla costante dove ogni poche decine di metri la polizia era presente. E anche se controllava il tutto, lo faceva senza rovinare l’impatto del tifo e della coreografia. Il meteo è stato dalla nostra parte. C’erano quindi 12-13 gradi ed era nuvoloso, tempo ideale per correre. Ogni tanto soprattutto sui ponti  si sentiva aria e vento freddo. Ma solo dopo 4-5 ore di gara ha iniziato a piovigginare”. E sulla sua prestazione dice: “Sono veramente contentissimo. Sotto le 3 ore a New York vale come vincere per me. Un tempo che regala anche grandi soddisfazioni. Penso che non me lo scorderò mai più”.

Leggi anche:  Deluse le aspettative valtellinesi alle Olimpiadi

I nomi degli altri partecipanti e i loro tempi

Marco Dell’Era (3h12′), Paolo Pizzagalli (3h29′), Fausto Bonesi (3h29′), Flavia Bosisio (3h55′), Ugo Martinoni (4h06′), Bruno Galigani (4h07′), Mauro Orsini (4h23′), Luca Stefano Ferrario (4h24′), Claudia Ghislanzoni (4h29′), Giacomo Gotti (5h07′), Marco Ravelli (5h07′), Franco Caramazza (4h57′) e Giovanni Ghislanzoni (7h04′). Quest’ultimo 70enne, giunto alla sua settantesima maratona.