Venerdì 22 e sabato 23 settembre

Il rally Coppa Valtellina fa 130 iscritti

Ripartizione equa ma con numeri importanti. Il 61° Coppa Valtellina ha fatto centro e le due gare in una che si svolgeranno nel prossimo fine settimana (si corre venerdì 22 e sabato 23 settembre) hanno suscitato grande interesse. Parlando con la corretta dicitura, il 61° Rally Coppa Valtellina sarà la gara internazionale che vanterà 138 chilometri di prove e sarà valida quale quarto ed ultimo appuntamento dell’IRC Cup “griffato” da Pirelli. Il 1° Coppa Valtellina – Nazionale invece, conterà 83 chilometri da percorrere sotto le pressioni dei cronometri e  figurerà come una corsa a parte. Sabato sera dunque, ci saranno due vincitori assoluti.

Gli organizzatori

La bontà del tracciato studiato degli organizzatori della Promo Sport Racing, in collaborazione con lo staff dell’Automobile Club Sondrio, ha fatto sì che alla chiusura delle iscrizioni, il numero delle adesioni fosse identico: 65 iscritti alla corsa internazionale e 65 per la nazionale: in totale 130 al via, se non un record poco ci manca. “E’ un successo che ci ripaga del grandissimo lavoro che il nostro gruppo ha messo in campo negli ultimi tre anni” spiega Danilo Colombini di Promo Sport Racing. Già perché la squadra sondriese, nata per pura passione una decina di anni fa, ha iniziato ad organizzare gare con cura, precisione, spirito di gruppo. “Abbiamo lavorato per molto tempo su alcuni dettagli sia sportivi che non – prosegue Colombini – coinvolgendo il territorio con operazioni di marketing importanti”.

Iscritti

Gli elenchi iscritti sono ricchi di piloti e vetture di assoluto livello e il pubblico di appassionati avrà di che soddisfare le proprie esigenze. Con il numero 1 prenderà il via il bresciano Luca Pedersoli (Citroen C4 Wrc) che precederà sulla pedana di partenza Luca Rossetti (Skoda Fabia R5), Andrea Crugnola (Ford Fiesta R5) e Alessandro Re (Ford Fiesta Wrc); con il numero 5 e sempre su Fiesta Wrc il detentore di vittorie del Coppa (6 a parimerito con Stagni) Andrea Perego. Seguiranno altre nove R5 pilotate da valenti driver quali Roncoroni, Marti, Scattolon, Pinzano, Rabaglia, Gianesini (altro plurivittorioso in Valle), Varisto e Guerra e Moretti. Da ammirare saranno le prove delle sempre competitive S2000 e le vetture a due ruote motrici.

Iscritti nazionale

Nella corsa da ottantatre chilometri le numerazioni partiranno dal 201. Ad aprire le danze ci penserà il pilota còrso Paul Alerini (Ford Fiesta R5), forte driver che nelle gare d’oltralpe ha già saputo cogliere più vittorie assolute. Col 202 ci sarà al via il camuno Ilario Bondioni (Skoda R5), vincitore della Lombardia Ronde Cup 2016 e del recente Camunia Rally mentre alle sue spalle partirà il lariano Tenca che dopo tanta esperienza in due ruote motrici si toglierà lo sfizio di una 4×4: per lui ci sarà una Citroen Ds3 R5. Attenzione a due locali in grado di dire la loro pur contando poca se non nulla- esperienza in R5: Matteo Colomberà userà una Skoda R5 mentre Omar Rainoldi una Fiesta R5. Loris Ghelfi competerà con una Peugeot 207 S2000 mentre Dino Lauro ha scelto per l’ennesimo rally di casa, una fiammante Fiat 124 Abarth di classe RGT. Onore agli aficionados della N2: saranno in 18 a lottare per lo scettro di classe di cui ben sedici Peugeot 106 e due Citroen Saxo. Saranno ben 5 gli equipaggi interamente femminili contando entrambe le competizioni.

Leggi anche:  Ladies Team sondaline seconde in Coppa Italia a Parabiago

 

Challenge Forze di Polizia

Il Coppa Valtellina potrà vantare altri contesti di riferimento per classifiche particolari. Uno su tutti è il Challenge Forze di Polizia che dopo tre gare vede al comando Lamonato con 110 punti tallonato da Giordano (98) e Giaquinto (86), tutti e tre possibili vincitori finali della classifica.

Programma

Venerdì mattina 22 settembre gli equipaggi effettueranno lo shake down sul primo tratto della prova di Albosaggia che nel pomeriggio, dopo la cerimonia di partenza delle ore 15.31 da piazza Bertacchi di Sondrio, affronteranno per due volte (15.50 e 21.22). Nel mezzo si terranno i due stage sulnla Mello (16.44 e 20.18). Le vetture verranno ricoverate a Berbenno di Valtellina. Sabato vedrà la disputa di due passaggi su Berbenno-Mossini (8.12 e 12.38), Santa Cristina (9.21 e 13.47) e Trivigno (9.47 e 14.13). Il Nazionale non effettuerà la Ps di Trivigno ma andrà subito a ripetere la Berbenno-Mossini e farà ritorno a Sondrio per la cerimonia di arrivo (ore 17.30). Gli equipaggi dell’IRC invece, dopo la Berbenno affronterano la Power Stage Giulio Oberti che sarà l’unione delle Santa Cristina e Trivigno. Chilometraggio impegnativo di 28 chilometri di speciale. L’arrivo dell’Internazionale previsto per le 19.21.

Partner

Il Rally Coppa Valtellina si potrà fregiare di aziende importanti nell’affiancamento di questa sfida sportiva. Colsam Energie e Gruppo Bonaldi sono i partner principali insieme a Valtnet, riferimento per la parte mediatica. Gli enti che hanno concesso il loro patrocinio sono la Provincia ed il Comune di Sondrio, i Comuni di Albosaggia, Berbenno di Valtellina, Castione Andevenno, Mello, Morbegno, Postalesio, Traona, Tirano, Villa di Tirano. Ad essi si aggiungono le Comunità Montane di Sondrio, Morbegno e Tirano.