I Master Old Stars tornano all’Aprica a distanza di due settimane ma chi comanda sono  sempre Marco Plona ed il Cernobbio che offrono un bis alla concorrenza.  A livello individuale stavolta Plona si è difeso per sette decimi dal nuovo arrivato Mariano Galas che ha preceduto a sua volta uno dei favoriti all’Aprica, Sergio Orio. Mentre  tra le società i lariani colgono il sesto successo consecutivo e cominciano a credere in quel successo finale che significherebbe riportare a casa quel trofeo che giace nella bacheca de La Recastello. Ma le prossime due  gare a Lizzola (gigante in due manches) e Colere  (superG) potrebbero riequilibrare la classifica in favore dei bergamaschi.

Master Old Star all’Aprica

La gara all’Aprica è vissuta un po sull’incertezza della vigilia a causa delle nevicate dei giorni scorsi che avevano aumentato il fondo di almeno mezzo metro, ma la pista Benedetti sulla quale si svolgono gran parte della gare, ha mantenuto uno  zoccolo duro che non si è deteriorato piu di tanto al passaggio dei 100 concorrenti. Ciò ha permesso di confermare i reali valori in gara, alla quale si sono approcciati per la prima volta alcuni nuovi iscritti, un po una piacevole costante di questa edizione e soprattutto un segnale importante di continuità. Nomi di spicco coma il gia citato Galas, ma anche Martino, Zugnoni, i recuperati Grassi, Cemmi, Nicoli, Piras e Cassina, quest’ultimo atleta over 80.

Protagonisti

A livello individuale  si è assistito tra le Dame C 5, al rimpallo al primo posto tra la Fabretto e la Crotti che pare destinato a proseguire per le rimanenti nove gare; tra i super 70 si conferma il predominio dei fratelli Giuseppe e Natalino Bavo mentre nella categoria inferiore dei super 65 Giorgio Curtoni continua a non sbagliare un colpo, ma la lotta dietro di lui si fa incerta con Zugnoni, Ferri e Rossi che si contendono ad ogni gara i gradini del podio.

Spettacolare tra i super 60 il poker de La Recastello con Carrara, Bergamelli, Sabbadini e Gandossi che pero poco è servito al team di Gigi Magni nella graduatoria assoluta.

Leggi anche:  Assegnati i titoli regionali di Corsa in Montagna

Classifiche

 

Dame C5: 1. Rina Crotti (Cernobbio) 1.15.89; 2. Anna Fabretto (Marinelli) 1.18.85; 3. Silva Montini (Cernobbio) 1.26.84; 4. Luciana Pezzotta (La recastello) 1.43.25; 5. Marika Maglia (Cernobbio) 1.45.35.  DameC4:  1. Graziella Carrara (La Recastello) 1.10.81; 2. Ivana Castellini (Cernobbio) 1.123.61; 3. Marilu Consonni (Cernobbio) 1.39.16; 4. Jonne Gamba (La Recastello) 1.43.07.  Dame C3: 1. Brunella  Mattarelli  (Ski Mountain) 1.21.08; 2. Pierangela Belotti (La Recastello) 1.24.09; 3. Livia Cominelli (Parre) 1.29.70.  Dame C2:  1. Lorena De Battisti (Cernobbio) 1.18.07.

 

Master  Super 80: 1. Luigi Amigoni (La Recastello) 1.20.71;  2. Sandro Moretti (La Recastello) 1.28.58; 3. Ennio Cassina (Cernobbio) 1.28.94; 4. Sandro Cesati (Ski Mountain ) 1.36.59; 5. Manilio Ambrosini (Cernobbio) 2.07.29  Super 75: 1. Sandro Orsi (La Recastello) 1.11.19; 2. Gianni Vallè (Ski Mountain) 1.12.81; 3. Orio Piras (Cernobbio) 1.13.05; 4. Sandro Traini (La recastello) 1.20.31; 5. Enzo Spluga (La Recastello) 1.27.86.   Super 70: 1. Giuseppe Bavo (Cernobbio) 1.04.75; 2. Natalino Bavo (Cernobbio) 1.05.42; 3. Lino Garbellini (Cernobbio) 1.06.34; 4. Franco Nicoli (La Recastello) 1.07.47; 5.  Roberto Fumasoni (Cernobbio) 1.07.92.  Super 65: 1. Giorgio Curtoni (Cernobbio) 1.03.58; 2. Marcello Rossi (Ski Mountain) 1.06.87; 3. Carlo Ferri (Cernobbio) 1.07.47; 4. Livio Zugnoni (Cernobbio)  1.07.48; 5. Federico Cemmi (Sovere) 1.08.55.   Super 60:  1. Adriano Carrara (La Recastello) 1.03.42; 2. Giampy Bergamelli (La Recastello) 1.03.79; 3. Mario Sabbadini (La recastello) 1.04.54; 4. Danilo Gandossi (La Recasatello) 1.06.35; 5. Vittorio Pelizzari (Cernobbio) 1.06.69.  Super55: 1. Mariano Galas (Cernobbio) 59.29; 2. Sergio Orio (Ski Mountain) 1.00.85; 3. Pietro Martino (Cernobbio) 1.06.91; 4. Carlo Bartesaghi (Cernobbio) 1.06.94; 5. Sergio Bordazzi (La Recastello) 1.07.37.  Super 50: 1. Marco Plona (Cernobbio) 58.56; 2. Massimo Zugnoni (Cernobbio) 1.00.99; 3. Marco Salvadori (Cernobbio) 1.02.19; 4. Achille Maggioni (Ski Mountain) 1.07.28; 5. Ettore Beato (Cernobbio) 1.12.04