Sono 7 i valtellinesi convocati per le Olimpiadi Invernali in Corea del Sud. Tante conferme e un paio di esclusioni.

Olimpiadi Invernali: short track protagonista

E’ lo short track la disciplina regina per lo sport olimpico valtellinese. Oltre alla portabandiera azzurra Arianna Fontana, infatti, ci sono altri tre atleti che faranno parte della rappresentativa italiana a PyeongChang. Si tratta di Yuri Confortola tra gli uomini e di  Lucia Peretti e Martina Valcepina tra le donne.

Sci Alpino: c’è solo Irene Curtoni

Con Elena Curtoni forma per infortunio, la pattuglia azzurra dello sci alpino può contare solo su Irene Curtoni. Sarà sicuramente al via dello slalom e probabilmente anche della gara a squadre. La valtellinese di Regoledo di Cosio Valtellino potrebbe giocarsi le sue carte anche in Gigante. La decisione sarà però presa solo alla vigilia della gara anche perché la squadra italiana in questa specialità può contare su numerosi talenti e trovare un posto nel quartetto non sarà facile. Escluso invece il livignasco Roberto Nani che anche in questa stagione sta faticando nelle gare di Coppa del Mondo.

Sci di Fondo, c’è Rastelli

Un solo portacolori valtellinese anche nello sci di fondo. Si tratta del sondalino Maicol Rastelli che potrebbe essere al via della sprint in tecnica classica al fianco di Federico Pellegrino. E potrebbe essere schierato anche su una delle prove distance.

Leggi anche:  Olimpiadi invernali Arianna Fontana a caccia della terza medaglia

Un po’ di Valtellina nel Biathlon

Il settimo valtellinese in partenza per la Corea del Sud è il livignasco Thomas Bormolini. Se dovesse essere schierato nella staffetta mista per lui ci sarebbe anche il sogno di una medaglia. E a rappresentare la Valle c’è anche un’atleta che ha fatto di Livigno la sua seconda casa. Si tratta dell’altoatesina Dorothea Wierer che è ormai considerata una livignasca d’adozione.

Snoboard, Bormolini non ce l’ha fatta

Delusione invece per Maurizio Bormolini nello snowboard. Complici i risultati non in linea con quelli del passato, l’atleta di Livigno non è stato selezionato per prendere parte alla competizione a cinque cerchi che scatterà il 9 febbraio a PyeongChang.