Tanti erano i bambini e bambine, nati dal 2007 in poi e provenienti da varie società sportive della provincia di Sondrio, presenti a Chiavenna per il 2° Trofeo Valchiavenna indoor, manifestazione “al coperto” riservata alle categorie esordienti A, B e C, tenuta presso il “Palestrone” di Viale Maloggia, sabato 24 marzo.

Tanti partecipanti al Valchiavenna Indoor

Bambini e bambine che, con la loro allegria ed entusiasmo, hanno saputo coinvolgere anche genitori, accompagnatori e allenatori, presenti, numerosi, sugli spalti della palestra.
Piccoli atleti che, soprattutto, si sono potuti divertire nello svolgimento di varie gare e giochi, organizzate dal Gruppo Podistico Valchiavenna con obiettivo di avvicinare a uno sport sano e corretto, da vivere, a questa età, con puro spirito di divertimento. Gare distinte per i più piccoli (esordienti B e C, nati dal 2009 in poi) e i più grandicelli, gli esordienti A, nati nel 2007 / 2008.
Per gli esordienti B – C, divisi in squadre miste di 4 elementi, 3 prove, con “percorso”, “Lanci di precisione” e staffetta.

Prove

Nel “percorso”, per tutti, slalom, piroette, salti e corsa finale, per dare il cambio al compagno di squadra. Nel “lancio di precisione”una piramide di barattoli da abbattere, con lancio, da adeguata distanza, di una pallina. Nella “staffetta”, infine, due squadre contrapposte, con un giro della palestra per ogni componente, pronto a passare il testimone al compagno di squadra.

Leggi anche:  La vittoria è d'obbligo per il Cosio Valtellino a Berbenno

Per gli esordienti A, squadre di 3 elementi, con separazione tra squadre maschili e femminili, e gare di “balzi in progressione”, “lancio della palla medica” e “staffetta”, prove un po’ più impegnative, dove bisogna cominciare ad avere velocità e forza.

Gare non tradizionali

Gare non tradizionali che permettono di coinvolgere i più piccoli, senza esagerare negli aspetti competitivi ma puntando al divertimento e all’amicizia tra tutti i partecipanti.
Per tutti premiazioni con dolci “di stagione” (ovetti di Pasqua), con classifiche definite senza, però, alcuno spirito competitivo.

Premiazioni

Al termine, soprattutto, premiazioni per i bambini che hanno partecipato a tutte le prove del “trittico provinciale” che, prima della manifestazione di Chiavenna, aveva visto analoghe prove svolgersi, con uguali ottimi risultati di partecipazione, ad Albosaggia e a Morbegno.
Premiazioni anche alle società che, dimostrando grande attenzione per i giovani, hanno permesso ai ragazzi di partecipare, con regolarità, a tutte le manifestazioni.