Il Rally del Pizzocchero è iniziato sotto il segno di Luca Tosini, pilota camuno che condivide l’abitacolo della sua Clio R3C con Roberto Peroglio.

Rally del Pizzocchero

Dopo l’iniziale successo di Andrea Perego e Ramon Baruffi, su Mitsubishi Lancer Evo X, Tosini, che in Ps1 ha accusato solo 0”5 di ritardo, ha recuperato con un’ottima Ps2 posizionandosi in cima alla graduatoria assoluta. Molto positiva la prestazione di Marco Asnaghi e Maurizio Castelli che su Clio R3C del team Pini Racing occupano il podio provvisorio proprio alle spalle di Perego. Un altra Mitsubishi nelle zone alte della graduatoria: è quella del sondriese Stefano Moretti che con Doglio alle note è buon quarto assoluto. Sorprende un altro camuno: Bondioni, in coppia con Polonioli, è quinto con la Mini Racing Start Plus con tanto di podio parziale nella Ps2.
Generalmente la gara sta mettendo in luce le R3C e le N4 mentre, sorprendono le S1600, molto più indietro del previsto.

Escono dalla gara

La gara perde già alcuni annunciati protagonisti: Marco Gianesini e Sabrina Fay, su Renault Clio S1600 (Top Rally) sono appiedati da un problema al cambio che in Ps1 li attarda ma subito dopo la fotocellula li blocca in prima marcia costringendoli al ritiro immediato. In gara ma molto in ritardo ci sono Omar Rainoldi e Nicolas Cianfanelli: il primo (Renault S1600 Erreffe) dopo problemi di assetto incappa in un testacoda sulla prima curva della Chiuro Teglio ed è costretto a fare manovra; il secondo, sulla stessa curva destra arriva a picchiare l’anteriore ripartendo poi lentamente e con la coda tra le gambe. Broncio anche per il rientrante Giacomo Gini (Clio N3 Vassena) fermo davanti al suo pubblico di Montagna a causa di un guasto meccanico.

Leggi anche:  Edizione da record per la Livigno Skymarathon FOTO

Classifica

Classifica dopo 2 Prove:
Tosini-Peroglio Renault Clio R3C in 9’36”0; 2. Perego-Baruffi Mitsubishi Lancer a 3”3; 3. Asnaghi-Castelli Renault Clio R3C a 6”9; 4. Moretti-Doglio Mitsubishi Lancer a 7”7; 5. Bondioni-Polonioli Mini Cooper a 11”8; 6.”Galet”-“Lindo” Mitsubishi Lancer a 12”0; 7. Laurini-Chiacchella Renault Clio S1600 a 12”6; 8. Bruni-De Luis Renault Clio R3C a 13”0; 9. Fiorenti-Oberti Renault Clio R3C a 13”8; 10. Pogna-Ballarini Renault Clio a 16”9