Il 12 ottobre.

A Tirano arriva Salutexpò

A Tirano presso la piazza Marinoni per il giorno 12 ottobre dalle ore 14 alle 19 è previsto Salutexpò. L’iniziativa si prefigge di offrire un servizio gratuito con lo scopo di divulgare uno stile di vita equilibrato che promuova la salute e la qualità della vita attraverso la prevenzione, raggiungendo le persone lì dove si trovano e mettendole in condizione di confrontarsi ed interrogarsi sulle loro attuali scelte di vita. In Italia è stato apprezzato in sedi di prestigio come l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ASL Provincia di Roma, l’Ospedale le Molinette di Torino, ASL di Monza e vari centri commerciali tra cui le COOP di Firenze, Figline Valdarno, Perugia e Parma. In Europa detto programma è già da alcuni anni offerto in Portogallo, Austria, Olanda, Svizzera, Romania, Norvegia, Svezia.

Possibilità

Ad ogni visitatore viene offerta la possibilità di: visitare l’esposizione di 16 posters sulla salute negli stands informativi, ricevere delle informazioni sulle principali risorse naturali per mantenersi in salute, effettuare dei test per valutare il proprio stato di salute, usufruire di una consulenza medica personale. I test clinici offerti gratuitamente sono: misura rapporto massa grassa/massa magra, controllo della glicemia, controllo della pressione arteriosa, test di Harvard, esame del picco di flusso. Questo servizio è offerto gratuitamente da professionisti volontari (personale medico e paramedico) e altri volontari che hanno seguito uno specifico programma di formazione. A conclusione del percorso individuale, si espongono alcuni consigli di benessere relativi ai migliori stili di vita da adottare in campo alimentare, nell’esercizio fisico, nel riposo e nella gestione dello stress con particolare riferimento allo stato personale emerso dai test. Sarà messa a disposizione della letteratura sulla salute e la prevenzione e altro materiale informativo. Il programma offre una visione di salute ampia e articolata in cui la dimensione fisica si coniuga a quella sociale e mentale.

Leggi anche:  Maxi multa al sacerdote che offese Matteo Salvini