Agricoltore morto, la sorella: “E’ spirato tra le mie braccia”. Franca Sertore è stata tra le prime ad accorrere in aiuto del fratello Cesare, deceduto dopo essere stato travolto da un muretto.

Agricoltore morto, la sorella: “E’ spirato tra le mie braccia”

“Ho sentito il tonfo della pianta che cadeva, lui che gridava e chiedeva disperatamente aiuto. Gli sono corsa incontro e gli ho tenuto la mano. Ci siamo guardati negli occhi un’ultima volta. E poi mi è morto tra le braccia”. E’ straziante il racconto di Franca Sertore, sorella di Cesare, l’uomo che mercoledì è morto schiacciato da un muretto mentre tagliava una pianta. La tragedia si è verificata poco dopo le 14.30 a Ponte.

Su Centro valle il ricordo

Su Centro valle, in edicola oggi, sabato 26 maggio, il servizio con i ricordi.