Partono a Sondrio e Morbegno i “Progetti del Cuore” per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito a ragazzi, disabili, anziani e famiglie in difficoltà. Il progetto prevede la realizzazione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per lo spostamento delle persone diversamente abili del territorio.

Dai “Progetti del Cuore” un aiuto alla cooperativa Grandangolo

A beneficiare dell’automezzo sarà la cooperativa sociale Grandangolo. Si avvia, così il servizio di mobilità gratuita che permetterà di avere il mezzo attrezzato in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko). La coop Grandangolo potrà così gestire gli spostamenti dei tanti ragazzi e disabili che ogni giorno hanno bisogno di assistenza per i servizi di trasporto, continuando ad occuparsi, come fa ormai da decenni, di coloro che hanno delle difficoltà negli spostamenti.

La presidente della coop

“Il mezzo di trasporto per disabili verrà utilizzato prevalentemente nei distretti di Sondrio e di Morbegno – specifica Mascia Grippa, presidente di Grandangolo – Ci permette di dare risposta alle nostre tante esigenze: svolgerà soprattutto attività di accompagnamento nei servizi del territorio (visite mediche, commissioni particolari, accompagnamento dai parenti…) e attività ricreative di socializzazione per persone anziane e disabili che usufruiscono dei nostri servizi residenziali, diurni e domiciliari. Potrebbero anche essere trasportati bambini qualora ci sia la necessità”.

Leggi anche:  Il Soccorso Alpino mette in guardia: attenzione alle previsioni e alla neve

Il commento di Annalisa Minetti

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Sondrio e Morbegno – commenta – La vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”.