Arrivano 350 mila euro per sistemazioni idraulico forestali

350 mila euro per sistemazioni idraulico forestali

Sistemazioni idraulico forestali, manutenzione straordinaria di strade agro-silvo-pastorali, predisposizione e aggiornamento di Piani di assestamento forestale: sono tre gli ambiti di intervento definiti dalla Comunità Montana di Morbegno sul bando ‘Misure forestali’, sulla legge regionale 31, che mette a disposizione degli enti pubblici poco meno di 350 mila euro. Agli oltre 235 mila euro stanziati dalla Regione Lombardia, si aggiungono infatti i 110 mila dell’ente comprensoriale: un impegno deciso per intervenire in maniera ancora più efficace nel territorio montano che necessita di una puntuale manutenzione.

Le dichiarazioni

«Attraverso questi contributi interveniamo sia per salvaguardare versanti montani fragili sia per favorire un miglior utilizzo delle risorse forestali – spiega il presidente della Comunità Montana di Morbegno Christian Borromini – . I 110 mila euro aggiuntivi di risorse dell’ente sono una precisa scelta operata a seguito del confronto con i sindaci: garantiamo più risorse per finanziare un numero maggiore di interventi».

Le necessità della Bassa Valle

L’ente morbegnese, oltre ad aver aumentato la dotazione finanziaria del bando regionale, ha definito le azioni sulla base delle necessità del territorio della Bassa Valtellina. Per quanto riguarda le sistemazioni idraulico forestali verranno finanziati interventi di sistemazione dei versanti per la messa in sicurezza delle strade agro-silvo-pastorali, opere di consolidamento dei versanti interessati da frane e di regimazione. Nell’ambito della manutenzione straordinaria di strade agro-silvo-pastorali verranno privilegiati gli interventi per l’allargamento dei tornanti, l’eliminazione di strettoie e la regimazione delle acque. L’obiettivo è quello di garantire collegamenti con le aree forestali e gli alpeggi ancora caricati. La terza e ultima azione viene attivata per aggiornare i piani di assestamento forestale già scaduti o in scadenza nel 2018 con priorità assegnata a quelli con la più ampia superficie boscata e una maggiore percentuale di ripresa utilizzata. Per ciascuna azione è stata predisposta una griglia di punteggi sulla quale verrà definita la graduatoria.

Leggi anche:  Cristiano Ronaldo e famiglia sul lago di Como dopo l'amichevole bianconera

Le domande potranno essere presentate a partire dal 27 agosto prossimo ed entro il 1° ottobre 2018.