Il neo governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana è il nuovo presidente onorario dell’associazione Cancro Primo Aiuto.

Cancro Primo Aiuto e Regione: alleanza ancora più forte

Ieri,  domenica 11 marzo, a Villa Walter Fontana a Capriano di Briosco, Cancro Primo Aiuto ha incontrato i nuovi vertici di Regione Lombardia, a cominciare dal neoeletto presidente Attilio Fontana. Il nuovo numero uno del Pirellone era  accompagnato da diversi altri membri che con lui siederanno in Consiglio regionale. Tra questi Fabrizio Sala, vicepresidente uscente e già consigliere della onlus brianzola e l’assessore all’Economia Massimo Garavaglia. Con loro anche il leader della Lega Matteo Salvini che di Cancro Primo Aiuto è vicepresidente.

Fontana in prima linea

L’amministratore delegato Flavio Ferrari ha raccontato quanto fatto dall’associazione in questi anni. Iniziative importanti, spesso portate avanti in collaborazione con i vari assessorati regionali che si occupano di tematiche legate ai malati oncologici.  In particolare quelli alla Salute e al Welfare. Il presidente di Cancro Primo Aiuto, Carlo Bonomi, ha poi proposto a Fontana, com’è nella tradizione dell’associazione, di rivestire il ruolo di presidente onorario della Onlus, com’era stato con i suoi predecessori Roberto Maroni e Roberto Formigoni. «Accetto con piacere – ha risposto il presidente di Regione Lombardia – Ero venuto a trovarvi all’inizio della mia campagna elettorale e nel frattempo ho scoperto le numerose iniziative che portate avanti: devo dire che siete un esempio da seguire. Spero che la nostra collaborazione cresca e possa aiutare sempre più persone».

Leggi anche:  La comunità di Morbegno piange Franco Iacuzzi

La onlus

“Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”. E’ questo il motto della Onlus Cancro Primo Aiuto, nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. L’Associazione non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari.

Attività in oltre 50 ospedali

Sostenuta da oltre un centinaio di sponsor, tra enti pubblici, associazioni imprenditoriali e soprattutto aziende private, Cancro Primo Aiuto estende la sua azione nell’ambito territoriale della Lombardia, in particolare nelle oltre 50 strutture ospedaliero-sanitarie in cui si è consolidata una collaborazione, distribuite nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese.

I numeri

Nel corso del 2017 hanno avuto rapporti con l’associazione quasi 30mila pazienti per un totale di circa 60mila prestazioni. Sono una quarantina i collaboratori sostenuti economicamente dalla Onlus e un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto, sempre a disposizione gratuita per i malati e le loro famiglie.