Prima neve al alta quota in Valtellina. Le affascinanti immagini delle ultime ore mostrano le cime imbiancate e i passi come Stelvio e gavia ricoperti dalla dama bianca. Una boccata di neve per far respirare i ghiacciaia che trovano nella neve un’azione fondamentale per il mantenimento di sé stessi. Questo anticipo di inverno non é inusuale e gli esperti dicono che durerà poco.

Uno stop alla fusione del ghiaccio

“La nevicata in corso da questa notte sta interessando in modo molto omogeneo tutti i settori montuosi della Lombardia con limite in abbassamento temporaneo fin sui 1500-1600 m. – spiegano dal servizio glaciologico lombardo in un post pubblicato su Facebook – L’evento è molto importante per i ghiacciai lombardi perchè permette uno stop alla fusione del ghiaccio. Si tratta di un evento isolato visto che i modelli matematici mostrano una ripresa delle temperature e tempo stabile per i prossimi 10 giorni con zero termico che potrebbe di nuovo superare i 4000 m verso la fine di settimana prossima”.

 

LEGGI ANCHE:Allo Stelvio arriva la neve

Boccata di neve

Gli attenti studiosi poi aggiungono: “La neve caduta oggi, al momento dai 20 ai 40 cm a 2500 m, sarà quasi sicuramente in grado di resistere sui ghiacciai almeno alle quote più elevate decretando una possibile chiusura della stagione di ablazione nei bacini di accumulo esposti a settentrione, mentre è possibile che le fronti vedano una ripresa della fusione nel giro di una settimana. Questi eventi, tipici del mese di settembre, sono particolarmente utili anche alla formazione di ghiaccio di sovraimposizione grazie ai cicli di fusione e rigelo che, sul ghiacciaio, avvengono in modo relativamente graduale a seguito dell’evento nevoso. Onde evitare equivoci, eventi del genere sono del tutto normali e tipici del clima alpino. Sono utili ai ghiacciai per ridurre i danni provocati dalla fusione tardiva, ma NON possono far recuperare, in termini di bilancio, quanto è stato perso durante tutta l’estate”. Allegata, l’immagine della smartphone-cam del Rif. Del Grande Camerini nei pressi del Ghiacciaio di Vazzeda (Valmalenco)

Leggi anche:  Vino di Ponte tra i "Top" d'Italia

 

La nevicata in corso da questa notte sta interessando in modo molto omogeneo tutti i settori montuosi della Lombardia…

Pubblicato da SGL – Servizio Glaciologico Lombardo su Domenica 8 settembre 2019