Un caso curioso.

Bormio, il vicesindaco si dimette e poi ci ripensa

La maggioranza di Bormio si sta spaccando? Il 2 aprile scorso Giuseppe Rainolter ha presentato le dimissioni rimettendo la carica di vicesindaco e la delega ai Lavori pubblici “a causa del mancato inizio lavori previsto come da contratto del parco Quinto Alpini; mi assumo la responsabilità del ritardo per non aver vigilato con sufficiente attenzione affinché la data della ripresa lavori fosse sicura e avendo promesso ai cittadini di Bormio che i bambini avrebbero potuto giocare di nuovo nel loro parco per Pasqua ho deluso le loro aspettative”. Ma il giorno successivo ha comunicato invece sempre ai consiglieri di maggioranza “di rivedere la precedente decisione e continuare nel duplice ruolo, in seguito ad avvenuto chiarimento con la giunta e i consiglieri in funzione di una maggior serenità amministrativa”.

Minoranza

Il Gruppo autonomo composto da Stefano Dalla Valle, Cinzia Sertorelli e Stefano Bedogné, ha chiesto urgentemente la convocazione del consiglio comunale, facendo presente che il vicesindaco con incoerenza ha votato alcune importanti delibere tra una fase e l’altra, ossia prima di ritirare le dimissioni, tra cui l’approvazione dello schema di rendiconto dell’esercizio finanziario 2018 , chiedendosi se questa azione possa essere legale. “Dall’inizio del mandato già due assessori hanno rinunciato agli incarichi, e tre consiglieri (noi) hanno lasciato la compagine di maggioranza. Se questa non è una un’amministrazione alla deriva”.