Erano in tanti a Como per manifestare la necessità di riaprire il Casinò di Campione. Dipedenti ma anche privati cittadini che hanno sposato la causa, consapevoli che anche il futuro del Comune di Campione è in bilico senza gli introiti della casa da gioco.

Casinò di Campione in corteo e poi in Prefettura

Ieri hanno sfilato a Como per chiedere la riapertura della casa di gioco, dichiarata fallita per insolvenza e chiusa dal 27 luglio. Come riporta l’Ansa, una delegazione è stata ricevuta in Prefettura e il prefetto ha assicurato il suo impegno per un tavolo di lavoro con un rappresentante del governo. Un nuovo incontro è stato fissato per martedì prossimo 4 settembre.

Chiesto l’intervento della politica

Il corteo ha sfilato dietro uno striscione con scritto ‘Campione è d’Italia’. Tanti slogan, tra cui ‘La politica dove è?’. Durante la conferenza stampa di martedì Olmo Romeo, presidente di Federgioco, aveva sollecitato un pronto intervento del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini.