Lenzuoli bianchi alle finestre, la scritta “ci state svendendo”, mamme e bambini che fanno il loro ingresso nell’atrio dell‘Ospedale chiavennasco. A Chiavenna, provincia di Sondrio, un nuovo capitolo per la protestra contro la chiusura del punto nascite.

 

 

Nuova protesta contro la chiusura del punto nascite

Questa mattina, 30 luglio 2018, il comitato “Insieme per l’Ospedale di Chiavenna” ha organizzato un sit nella struttura sanitaria alla quale stanno partecipando molte mamme con i loro bambini.
Al motto “io sono nato a Chiavenna”, “una valle vale se c’è l’ospedale” e “io non ci sto”, le mamme con i figli sono entrate nel presidio ospedaliero per manifestare il proprio dissenso alla possibilità che il punto nascite venga chiuso. Per esprimere la loro solidarietà alcuni dipendenti hanno appeso dei lenzuoli bianchi alle finestre. Quest’ultima manifestazione di protesta è stata organizzata oggi non a caso.

 

Incontro in Regione

Domani i sindaci andranno in Regione per incontrare l’assessore alla Sanità Giulio Gallera. Il timore da parte del comitato è che verrà annunciato la chiusura del punto nascite.

Leggi anche:  Presentazione opera artistica "I 72 Angeli di Dio"