Stop provvisorio alle procedure di mobilità per 86 dei 102 dipendenti del Comune di Campione d’Italia. Erano state tante le proteste e gli scioperi dei dipendenti contro i tagli.

Campione d’Italia il Tar sospende i licenziamenti dei dipendenti comunali

Si attende una nuova istruttoria del Comune e del Ministero dell’Interno. Agipronews riporta quanto stabilito dal Tar Lazio sul ricorso presentato dai lavoratori contro il provvedimento dell’enclave, che lo scorso agosto aveva stabilito l’avvio della procedura di licenziamento. La delibera era stata disposta sulla base decreto del Ministero dell’Interno del 10 aprile 2017, che pure è stato impugnato. La norma in questione prevede che i comuni in stato di dissesto abbiano soltanto un dipendente ogni 150 abitanti, senza eccezioni: la quota di dipendenti comunali che spetta a Campione d’Italia sarebbe quindi di 16 persone.

Il Tar Lazio ha però accordato la sospensione temporanea del provvedimento, ritenendo necessaria una “dettagliata relazione” da parte del Ministero e del Comune sui “procedimenti conclusi con i provvedimenti impugnati, corredata da tutti gli atti del procedimento”. I documenti dovranno essere depositati al Tar entro trenta giorni, dunque entro la prima settimana del 2019, mentre la prossima camera di consiglio è stata fissata il 26 febbraio. Fino ad allora, conclude l’ordinanza, il Collegio ritiene opportuno “sospendere l’efficacia della delibera impugnata, per non pregiudicare le posizioni dei ricorrenti”, in attesa della decisione cautelare.